Hockey prato, A2: il Savona festeggia il primo successo - IVG.it
Sport

Hockey prato, A2: il Savona festeggia il primo successo

Savona. Finalmente la prima vittoria. Il Savona è riuscito a battere il quotato Rassemblement Piemonteis con il pirotecnico risultato di 6 – 4 al termine di una gara vibrante e ricca di emozioni dall’inizio alla fine, capovolgendo l’esito di un incontro in salita che ha visto i savonesi subire un doppio svantaggio nei primi 25′ di gioco da parte dei torinesi cinici e spietati, abili a sfruttare al massimo gli unici due affondi del primo tempo.

Su corner corto i biancoverdi si rendono pericolosi: Nuñez inizia a prendere la mira giusta, ma il primo tentativo è respinto dal guantone del portiere e sulla respinta “Bumbula” Rodriguez commette fallo in attacco e l’azione sfuma. Sul secondo tentativo, la variante a destra mette in condizione Abrahin di tirare in porta, ma anche in questo caso il numero 1 torinese ci mette una pezza, seppure con lo spigolo del puntale destro. Il Savona, pur incassando la seconda rete, continua a lottare. E col passare del tempo gli sforzi vengono premiati: nel giro di 8′, Nunez inventa 3 reti su corto: 3 rasoterra a fil di palo (il primo alla destra del portiere, il secondo ed il terzo indirizzati nell’angolo sinistro). Il Savona va al riposo in vantaggio per 3 – 2.

Nella ripresa il team di Bruzzone non smette di attaccare a va a segno ancora con Nuñez. Il Savona ci crede ancora di più e trova la quarta rete su azione con Andres Rodriguez che conclude con un leggero tocco sotto porta un assist al bacio di Max Pavani in un’azione nata da una punizione sui 22 metri battuta d’esperienza da Davide “Domingo” Vaglini, bravo e pescare al limite dell’area Pavani. I savonesi commettono però l’errore di smettere di attaccare e si fanno raggiungere sul 4 – 4 nel giro di pochi minuti.

Inizia a farsi sentire la stanchezza e di conseguenza anche il timore di poter perdere una partita che sembrava in pugno fino a qualche istante prima incomincia a serpeggiare velatamente. Ma i biancoverdi non demordono; Matteo Montagnese si conquista un penalty corner a pochi minuti dal termine: sugli sviluppi dell’azione viene concesso un tiro di rigore che Nuñez trasforma a mezza altezza sul palo destro del portiere torinese. La ciliegina sulla torta cerca di metterla Rodriguez che, entrando dalla sinistra, scarta tre avversari e si conquista l’ultimo penalty corner della gara: va ancora Nuñez dal limite dell’area, con le ultime energie rimaste l’argentino trova la forza di alzare il suo drag-flick insaccando la pallina per il 6 – 4 finale che toglie ogni speranza di rimonta ai piemontesi

Vincendo a Catania con goal di Hsumba e Di Nardo il Superba conquista la vetta. Per i locali a segno R. Villari. Il Novara Old Blask infatti è stato fermato sul pari nel derby con la Più Unica Bonomi: 2 a 2. I risultati dell’8° giornata:
GS Raccomandata – Superba HC 1 – 2
UHC Adige – Cus Messina 4 – 1
Savona HC – Rassemblement Piemonteis 6 – 4
AR Fincantieri – Cus Padova 4 – 0
Novara Old Black – Più Unica Bonomi 2 – 2

La classifica vede il Savona ancora al penultimo posto, ma ora alcune squadre che precedono i biancoverdi sono più vicine ed il Cus Messina è ancora più staccato:
1° Superba HC 16
2° Novara Old Black 15
3° AR Fincantieri 14
4° Più Unica Bonomi 14
5° Cus Padova 12
6° Rassemblement Piemonteis 11
7° GS Raccomandata 9
8° UHC Adige 9
9° Savona HC 7
10° Cus Messina 1

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.