Lettera al direttore

Lettera dei dipendenti dell’Istituto Ferrero

C’è chi può permettersi di non pagare i dipendenti senza nemmeno dare un preavviso. C’è chi può permettersi di “dare la sua parola” dichiarando di non raccontare mai falsità e poi rispettare solo in parte gli accordi presi. C’è chi può permettersi di avere ancora atteggiamenti da despota verso coloro che stanno continuando a recarsi a lavoro nonostante il mancato pagamento degli stipendi.

C’è infatti chi presta servizio quotidianamente con professionalità, quella che ha sempre contraddistinto gli operatori dell’Istituto Ferrero di Vado Ligure, senza ricevere la remunerazione da circa due mesi.

Non è facile recarsi ogni giorno al lavoro vivendo nella più totale incertezza circa il proprio futuro con la preoccupazione di non riuscire a mantenere la propria famiglia, a pagare l’affitto o il mutuo, a fare fronte a spese mediche…

Il nostro lavoro si contraddistingue dagli altri poiché si tratta di un servizio erogato a coloro che necessitano di cure e appoggio: questo fa sì che sia necessario garantire ai nostri ragazzi del centro, ai nostri piccoli pazienti dell’ambulatorio e alle rispettive famiglie, la nostra presenza quotidiana.

In questi mesi non abbiamo avuto un adeguato riconoscimento personale e professionale dall’amministrazione, se non tramite un foglio appeso in bacheca circa un mese fa.

In questi mesi abbiamo appreso le informazioni rispetto all’andamento delle trattative volte alla risoluzione della grave situazione aziendale soprattutto dalla Funzione Pubblica o dai giornali.

Ora con questa lettera vogliamo semplicemente far finalmente sentire anche la nostra voce per sensibilizzare sulla nostra situazione “coloro che contano”, sperando che a tutti interessi salvare una bella realtà come il Centro Ferrero, così come interessa a noi ed ai nostri utenti.

I dipendenti dell’Istituto Ottavia Amerio Ferrero
(liberamente tratta dalla lettera dei dipendenti dell’omologo istituto Ferrero di Alba, nella stessa condizione)

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.