IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Speciale polizia, le operazioni della Squadra Mobile

Più informazioni su

[thumb:5119:l]Savona. I risultati conseguiti in un anno di attività, hanno confermato l’impegno profuso dalla Squadra Mobile della Questura nell’attività di prevenzione e in quella di repressione delle diverse fattispecie delittuose. In un anno gli agenti hanno arrestato 74 persone; 138 sono quelle denunciate. I quantitativi di eroina sequestrati sono aumentati passando da 609 grammi a oltre 1544, diminuisce invece la cocaina sequestrata, che passa da oltre 1003 grammi a 292, l’hashish paqssa da 1354 a 1838, la marijuana da 43 a 52 grammi. Sequestrate anche 40 pasticche di ecstasy.

SOSTANZE STUPEFACENTI
“Operazione Stackwood” – Nell’aprile 2007, nell’ambito dell’attività investigativa avviata nel luglio 2006, venivano tratti in arresto cinque cittadini italiani ed un cittadino albanese tutti destinatari di ordinanza di custodia cautelare emessa dalla locale Autorità Giudiziaria. Sono state inoltre indagate in stato di libertà altre otto persone.
“Operazione Prima” – Nel maggio 2007, a conclusione di una complessa indagine intrapresa nel corso del 2006, venivano eseguite 7 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di cittadini italiani e albanesi. Venivano ,inoltre, deferite in stato di libertà 13 persone.
Le indagini patrimoniali avviate portavano, infine, al sequestro preventivo di un bar ed una panetteria di Savona, di proprietà di uno degli arrestati.
“Operazione Conca Verde” – Nel settembre 2007 si concludeva una complessa attività d’indagine intrapresa nel marzo 2007 a seguito del decesso per overdose da oppiacei di due tossicodipendenti residenti in questo capoluogo. La Squadra Mobile eseguiva 5 ordini di custodia cautelare in carcere ed in particolare una persona veniva tratta in arresto in flagranza di reato in quanto trovata in possesso di circa 14 grammi di eroina. Nell’ambito di questa attività erano già stati effettuati due arresti in flagranza di reato e sequestrati complessivamente oltre 1,3 Kg. di eroina.
“Operazione Scacco Matto” – La mattina del 15 gennaio 2008, la Squadra Mobile eseguiva 10 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nei confronti di altrettanti cittadini italiani ed albanesi, in relazione a reati in materia di sostanze stupefacenti ed a cinque di essi anche per tentata estorsione in concorso. L’indagine, iniziata nel marzo 2007 consentiva di porre fine a reiterati tentativi di estorsione maturati nell’ambito dell’acquisto di stupefacenti.
Nel corso dell’attività venivano effettuati in tempi diversi 7 arresti in flagranza di reato, sequestrati oltre 3 etti di cocaina, alcuni mezzi di trasporto e 30.000 Euro in contanti. Venivano, infine, deferite in stato di libertà 7 persone coinvolte a vario titolo nel traffico di stupefacenti.
Oltre al positivo esito delle attività d’indagine più complesse sopra esposte, sono stati svolti numerosi servizi di prevenzione nei luoghi di abituale ritrovo dei giovani (locali pubblici, zone circostanti gli istituti scolastici, centro cittadino, ecc.) che in alcune occasioni hanno consentito di individuare e segnalare all’A.G. i responsabili dello spaccio di sostanze stupefacenti.

REATI CONTRO IL PATRIMONIO
Il 19 settembre 2007, la Squadra Mobile savonese unitamente alla Mobile di Pesaro dava esecuzione ad un ordine di custodia cautelare in carcere emesso nei confronti di un cittadino albanese per furti in abitazione, in concorso con un complice già arrestato a Pesaro. I successivi accertamenti permettevano di rintracciare i proprietari di gran parte della refurtiva recuperata che rientravano così in possesso dei propri beni.
Sono stati scoperti gli autori di numerosi furti in abitazione, consumati tra maggio e settembre 2007 nei comuni di Savona, Varazze, Celle Ligure ed Albisola.
Il 29 febbraio 2008, in collaborazione con la sottosezione Polizia Stradale di Mondovì, è stato individuato e segnalato all’A.G. un cittadino italiano ritenuto responsabile di numerose truffe in Savona ed altre province, il quale asseriva falsamente – tra l’altro – di essere un poliziotto.
A conclusione di una complessa indagine, in collaborazione con la Sq. Mobile di Trapani, venivano eseguite due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di due cittadini italiani residenti nel catanese in relazione ad alcune rapine avvenute in questa provincia.

REATI CONTRO LA PERSONA
In primo piano l’attenzione e l’impegno in questa particolare e delicata fattispecie delittuosa, comprendente – tra l’altro – tutti quei reati di cui sono vittima i minori.
Nel novembre 2007 si concludeva una delicatissima indagine, condotta in stretto raccordo con l’Autorità Giudiziaria che portava all’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un trentaduenne gravemente indiziato di aver compiuto ripetutamente atti sessuali con una minore degli anni 14.
Nel marzo 2008, in collaborazione con l’Ufficio Polizia Frontiera Marittima di Savona, identificava e segnalava all’A.G. un cinquantenne, ritenuto responsabile di violenza sessuale in danno di un minore di anni 18. Fatto avvenuto a bordo di una nave da crociera.
Il 25 novembre 2007, in una piazzola di sosta dell’autostrada tra i comuni di Celle Ligure e Varazze si verificava una violenta colluttazione tra i conducenti di due autoveicoli per futili motivi di viabilità.
Uno di essi, di 61 anni, dopo aver raggiunto con il proprio mezzo un’area di servizio di Genova, a causa dei traumi subiti, veniva colto da malore e ricoverato in gravissime condizioni presso il Reparto di Rianimazione dell’Ospedale S. Martino di Genova. L’uomo decedeva il successivo 3 gennaio senza mai riprendere conoscenza.
Le immediate e tempestive indagini eseguite anche con la collaborazione di altri uffici di Polizia, consentivano di identificare e rintracciare, solo alcune ore dopo, l’assalitore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.