IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Speciale polizia, il bilancio annuale della Digos

Più informazioni su

[thumb:2349:l]Savona. La Digos è impegnata principalmente su due fronti: l’attività informativa con il costante monitoraggio di tutti i fenomeni politici-sociali, delle problematiche occupazionali ed economiche da cui potrebbero derivare turbative all’ordine pubblico, nonché il monitoraggio delle tifoserie organizzate; l’attività investigativa per i reati di specifica competenza.
In relazione all’attività di monitoraggio delle problematiche occupazionali ed economiche, dalle quali potrebbero emergere tensioni con possibili ripercussioni sull’ordine e sicurezza pubblica, costante è stata l’attività informativa in tutti i settori del mondo del lavoro.
La vertenza di maggiore rilievo è stata quella relativa alla nota situazione dell’azienda valbormidese “Ferrania Imaging Technologies”, che dopo un periodo di amministrazione controllata è stata acquisita da una cordata di imprenditori.
Con l’arrivo dei nuovi proprietari si sono presentati problemi di diversa natura, principalmente legati al numero degli occupati ed ai piani industriali, che hanno portato ad alcune manifestazioni di protesta da parte dei lavoratori, preoccupati per il futuro dell’azienda.
Hanno richiesto particolare attenzione inoltre le dinamiche relative alle notizie di un depotenziamento dell’Azienda Ospedaliera Santa Corona di Pietra Ligure, al seguito delle quali si sono succedute manifestazioni di protesta da parte di cittadini e lavoratori che hanno richiesto un’attenta gestione dell’ordine pubblico.
Costante è l’attenzione che la “squadra tifoserie” rivolge verso le locali squadre di calcio del Savona e Vado che militano in serie “D” al fine di monitorare le rispettive tifoserie organizzate e così prevenire eventuali situazioni di pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica.
In particolare, domenica 23 settembre 2007, al termine della partita di calcio Savona – Sanremese, alcuni tifosi del Savona hanno forzato ed attaccato un cordone delle Forze dell’Ordine posto a protezione degli uffici della società siti all’interno dello stadio. Per quell’episodio è stato arrestato un giovane in ordine ai reati di resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale in concorso e lesioni a Pubblico Ufficiale. Altri tre sono stati segnalati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale in concorso. Per i 4 autori del gesto, è stato adottato un provvedimento di Daspo.
Il 21 marzo 2008, inoltre, al termine di lunghe indagini, la Digos ha segnalato in stato di libertà all’A.G. un giovane, identificato quale componente del gruppo di ultras savonesi resisi responsabili dei reati di “uso di mezzi atti a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona” e lancio di materiale pericoloso, commessi in occasione dell’incontro di calcio Alessandria-Savona, disputatosi presso lo stadio comunale “Moccagatta”di Alessandria nel pomeriggio del 10 dicembre 2006.
L’attività della “Squadra Tifoserie” si estende a tutte le manifestazioni sportive che richiedono una specifica conoscenza dei gruppi di tifosi con i quali, al fine di prevenire eventuali problemi di ordine e sicurezza pubblica, secondo le direttive ministeriali, vengono intessuti, opportunamente, rapporti. Infatti, anche alcuni incontri della squadra locale di pallanuoto che milita in serie A1, fanno parte degli impegni del personale addetto alla Squadra Tifoserie.
Non trascurabile è l’impegno profuso nell’attività di P.G. svolta d’iniziativa e su delega dell’Autorità Giudiziaria. In particolare, da diversi mesi la Digos è impegnata in un’indagine, delegata dalla locale A.G. relativamente alle esplosioni avvenute negli anni 1974 – 75, le cosiddette “bombe di Savona”. Dalla richiesta formulata da un avvocato che rappresenta i familiari delle vittime, è scaturita una rivalutazione degli elementi d’indagine raccolti negli anni passati.
Il 3 settembre 2007, nel corso delle indagini svolte in merito all’azione contro l’allevamento di visoni “Pisacane” di Savona, avvenuta il 20 marzo 2007, che aveva portato alla liberazione di diversi animali, personale della Digos, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria ha effettuato varie perquisizioni personali e locali che hanno portato all’arresto di un giovane che deteneva circa 80 grammi di hashish.
Intensa e costante è l’attività preventiva effettuata, che ha consentito e consente tuttora un attento monitoraggio verso gli ambienti estremistici sia dell’area dell’antagonismo di sinistra che internazionale. Per quest’ultima, negli ultimi mesi dell’anno scorso ed i primi del corrente anno, sono stati eseguiti frequenti controlli ai luoghi di aggregazione di cittadini extracomunitari. Controlli sono stati effettuati presso tutti i call center e le macellerie islamiche di Albenga e di Savona, numerosi anche i controlli ad esercizi pubblici. Questa attività ha consentito l’espulsione di diversi stranieri risultati non in regola con le norme sul soggiorno.
A completare l’attività svolta dalla Digos vi sono i servizi di scorta a personalità particolarmente intensa nel corso della campagna elettorale che ha preceduto le elezioni politiche di aprile 2008 e le Amministrative di alcuni Comuni della provincia, per la presenza di personalità politiche di rilievo che hanno partecipato ad incontri e dibattiti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.