IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Basket, playoff C2: il Pool 2000 fa sognare i suoi tifosi foto

Più informazioni su

Loano. I ragazzini terribili del Pool 2000 pensano in grande. Dopo aver perso nettamente gara 1 della serie finale, si sono prontamente riscattati pareggiando i conti con il Tigullio, dimostrando di aver le carte in regola per contendere ai sammargheritesi la promozione in C1.

La partita di ieri sera ha visto il Loano condurre a lungo, tranne nelle fasi iniziali, senza però riuscire mai a mettere a segno il break decisivo: il risultato è rimasto in bilico fino alla sirena finale. All’incontro hanno assistito circa 200 spettatori, afflusso favorito anche dall’ingresso gratuito. In tribuna, fra i tanti addetti ai lavori, c’erano Roberto Drocchi e Marco Guerci.

Prati parte con Ciarlo, Bedini, Bigoni, Volpi e Pené; Tigullio in campo con Righetti, Zanetti, Bestagno, Tassisto e Balliro. L’avvio è di marca ospite: fallo sul tiro di Righetti che mette un libero; poi Balliro sigla lo 0 – 3. Dopo 2′ si sblocca il Pool: Penè sta per concludere a canestro una veloce ripartenza ma viene fermato irregolarmente, va dalla lunetta e fa 2 su 2. Tassisto riallunga, ma, a 6′ 29″, ecco la prima tripla: la infila Bigoni. La Carige sembra riuscire ad andare a canestro con più facilità e i centri di Tassisto e Balliro ne sono la dimostrazione. Il Pool 2000 prova frequenti tiri dalla distanza, ma nei primi minuti non ha fortuna.

La prima svolta arriva grazie a Bedini che si merita gli applausi per un canestro non facile per il quale si prende anche il fallo. Libero trasformato e i bianconeri, spronati da Prati, ci mettono finalmente più grinta recuperando un paio di palloni in difesa. A 4′ 40″ tripla di Ficetti: è il primo vantaggio locale sull’11 – 9. Entra Moreno (assente in gara 1) e regala subito una tripla al pubblico loanese. Ma una sua grande giocata arriva pochi istanti dopo, quando serve un ottimo pallone a Penè che va a schiacciare per il + 7. La percentuale al tiro dei rossoblu crolla, Moreno invece piazza una bomba con gran facilità.

Prati dà spazio a Marchetti per Bigoni, Macchiavello risponde facendo respirare per qualche secondo Balliro, sostituito da Defendi. A 1′ 08″ Ficetti penetra e segna: è il 23 – 11, con un parziale di 18 – 2 per il Pool 2000. Lo interrompe Righetti siglando due tiri liberi.

Marchetti sbaglia un tiro da tre, Pené prende il rimbalzo e subisce fallo: dalla lunetta fa 1 su 2. Lo stesso Pené è protagonista anche in fase difensiva, con una memorabile stoppata su Tassisto che lancia un’azione sulla quale Bedini prende fallo: 2 su 2 e punteggio sul 26 – 13. Righetti gestisce l’ultima palla e viene fermato in modo irregolare da Marchetti. Il play ospite sbaglia il primo e mette il secondo.

Il secondo quarto vede il Tigullio partire nuovamente in maniera determinata e in breve tempo il vantaggio loanese si riduce. Righetti e Zanetti accorciano le distanze finalizzando veloci ripartenze seguite ad attacchi locali non andati a buon fine. La difesa ospite pressa con più decisione costringendo Loano a perdere alcuni palloni. Prati richiama Moreno e Pené; ci pensa Bigoni a sbloccare l’astinenza bianconera, siglando il 28 – 18 a 6′ 11″ dall’intervallo. Lo scatenato Righetti tiene a galla i suoi con una tripla. Entra sul parquet Roberti ma parte male: 0 su 2 ai liberi.

Volpi dalla distanza porta Loano ancora sul + 12, però la seconda parte del secondo quarto è tutta di marca tigullina. Balliro va a canestro tra le proteste dei locali che chiedevano un’infrazione di passi. La panchina del Pool 2000 si vede fischiare il fallo tecnico e Prati chiama il time-out. Al rientro Balliro trasforma i 2 liberi e sul conseguente possesso Roberti va a canestro: a 3′ 20″ il Tigullio è nuovamente a – 2.

Rientra Moreno, ora il Pool è in campo con il giovane giocatore della Tirreno Power, Ciarlo, Bedini, Bigoni e Penè. Un libero di Zanetti porta la Carige ancora più sotto; è Ciarlo a reagire con una tripla vincente. Non mancano i momenti di scarsa lucidità: Marchetti sbaglia due liberi, passi di Roberti, sfondamento di Bedini. E’ il solito Righetti a trascinare i suoi al pareggio, siglando il 36 – 36 saltando ancora il proprio marcatore e andando in penetrazione vincente.

Al rientro in campo Prati schiera Moreno, Ciarlo, Marchetti, Bedini e Bigoni. Il protagonista è ancora Righetti: stoppata, ripartenza e canestro in scioltezza. Dopo 2′ esatti dalla ripresa del gioco il Pool torna a muovere il punteggio con Bedini che recupera palla e va a segnare. Passano pochi secondi e Ciarlo si impossessa del pallone in fase difensiva, lancia llungo per Moreno che sigla il 40 pari. Tassisto sbaglia da sotto, sull’altro fronte Bedini è più preciso. Il numero 9 ospite fallisce ancora, mentre Marchetti piazza la bomba del + 5. Macchiavello richiama i suoi.

Il ferro respinge i tentativi da tre di Moreno e Ciarlo; in breve il tabellone segna nuovamente parità. Nel Tigullio rifiata Zanetti, dentro Panella. A 4′ ospiti avanti con una tripla di Balliro. Bigoni trova il 47 – 48 e il Pool ha ancora palla in mano. Bedini però sbaglia indisturbato, mentre in difesa nessuno è abbastanza sveglio da cercare di impossessarsi del rimbalzo sul tiro da tre fallito da Panella. Lo prende Balliro che mette un facile canestro.

La rimonta subita e lo svantaggio potrebbero far temere un crollo mentale dei meno esperti giocatori in maglia bianconera, ma non è così. Ficetti serve un eccezionale assist a Bedini che da sotto realizza. Bestagno commette un paio di errori in attacco e viene richiamato in panchina, dentro Rovati. Loano in breve tempo pareggia e con Ciarlo va sul 55 – 52. Lo stesso numero 7 trova l’assist per Moreno, ma il suo tentativo è sul ferro.

L’avvio dell’ultimo quarto fa presagire il meglio per il Pool. Dopo 1′ il Tigullio conta già 3 falli di squadra. Moreno prende fallo al tiro e dalla lunetta non sbaglia. Gli risponde sempre lui, Righetti. Il Pool prova ad allungare, cerca spesso la soluzione dalla distanza ma non ha fortuna e così Righetti sigla il – 1.

A 7′ 24″ Loano usufruisce già del bonus: Bedini mette 2 liberi. Moreno mostra troppa confidenza e sbaglia una tripla da distanza pretenziosa. Il Tigullio è più concreto e con Balliro prende fallo sotto canestro e con 1 libero dentro torna in parità. Passano pochi secondi e gli ospiti rimettono la testa avanti con Zanetti.

Ficetti realizza 2 liberi (63 pari) e va in panchina, spazio ancora a Ciarlo che si rivelerà decisivo. A 6′ dalla fine il pubblico contesta Tassisto che in uno scontro di gioco atterra Bigoni: dagli spalti c’è chi chiede il fallo intenzionale, però si riparte con una rimessa ospite.

Ciarlo va in penetrazione e il suo tiro danza sul ferro: si consola con il fallo e 2 su 2 dalla lunetta. Tassisto sbaglia un tiro tutt’altro che trascendentale, ma anche sul fronte loanese c’è molta imprecisione. Il punteggio torna a muoversi per un fallo che porta in lunetta Moreno: 1 su 2 e 65 – 64. Volpi commette un’ingenuità in avanti perdendo palla, si riscatta immediatamente recuperandola in difesa. Moreno opta ancora per un tiro da tre, il ferro glielo nega. Righetti invece non sbaglia: rossoblu avanti di 2. Gli risponde Ciarlo con un fantastico canestro che scatena il pubblico locale.

Il finale è incertissimo. Balliro fa centro ancora tra le proteste dei locali, per un palleggio di Righetti al limite del fallo di fondo. A 2′ 55″ ennesima parità con Moreno che segna un libero e ne sbaglia un altro. Il Pool fallisce tre volte da sotto nella stessa azione, con Marchetti e Bedini; nella fretta di rilanciare l’azione il passaggio di un giocatore ospite è nelle mani di Moreno che ringrazia e costringe al fallo il proprio marcatore. Questa volta Yankiel è più preciso: 71 – 69.

Ma non è finita: Tassisto riporta il Tigullio in parità, mentre la penetrazione di Ciarlo non va a buon fine. Marchetti recupera palla in difesa, ma l’azione si conclude con un uno sfondamento di Moreno che entra e, anziché scaricare fuori, va a sbattere sugli avversari già piazzati. Esce per 5 falli. Anche l’azione del Tigullio non va a buon fine e così gli ospiti son costretti al fallo sistematico. Il primo è di Zanetti su Bedini. Dopo il time-out il numero 10 bianconero fa 2 su 2. A 20″ dal termine Marchetti recupera palla in difesa, peccato che gli venga fischiato fallo contro tra le proteste del pubblico loanese. Le lamentele dei tifosi locali si spengono immediatamente per lasciare spazio all’esultanza a 14″ dalla fine quando un assist di Bestagno è impreciso, Balliro si getta per recuperarlo e tocca fuori. C’è subito fallo su Ciarlo. Mette il primo, sbaglia il secondo: sul rimbalzo arriva Bedini. Fallo anche su di lui, che dalla lunetta chiude i conti: 76 – 71. Al di là di come andrà gara 3, i giovani loanesi hanno già ottenuto un traguardo: giocheranno ancora una volta davanti al proprio pubblico.

Il tabellino:
Pool 2000 Loano – Carige Tigullio 76 – 71
(Parziali: 26 – 14, 36 – 36, 55 – 52)
Pool 2000 Loano: Moreno 11, Ficetti 7, Ciarlo 16, Marchetti 2, Bedini 20, Bovone, Bigoni 7, Volpi 6, Penè 7, Vigliola. All.: Prati.
Carige Tigullio: Righetti 28, Zanetti 9, Panella 2, Bestagno, Defendi, Tassisto 8, Roberti 2, Rovati, Balliro 22, Tassinari. All.: Macchiavello.
Arbitri: Stefano Oro e Michela Bracco (Genova).

[newline] Alcune immagini della partita tra Pool 2000 (maglia bianca) e Carige (maglia blu):

[image:7600:c:s=1]

[image:7599:c:s=1]

[image:7598:c:s=1]

[image:7597:c:s=1]

[image:7596:c:s=1]

[image:7595:c:s=1]

[image:7594:c:s=1]

[image:7593:c:s=1]

[image:7609:c:s=1]

[image:7608:c:s=1]

[image:7607:c:s=1]

[image:7606:c:s=1]

[image:7605:c:s=1]

[image:7604:c:s=1]

[image:7603:c:s=1]

[image:7602:c:s=1]

[image:7601:c:s=1]

[image:7617:c:s=1]

[image:7616:c:s=1]

[image:7615:c:s=1]

[image:7614:c:s=1]

[image:7613:c:s=1]

[image:7612:c:s=1]

[image:7611:c:s=1]

[image:7610:c:s=1]

[image:7626:c:s=1]

[image:7625:c:s=1]

[image:7624:c:s=1]

[image:7623:c:s=1]

[image:7622:c:s=1]

[image:7621:c:s=1]

[image:7620:c:s=1]

[image:7619:c:s=1]

[image:7618:c:s=1]

[image:7630:c:s=1]

[image:7629:c:s=1]

[image:7628:c:s=1]

[image:7627:c:s=1]

[image:7634:c:s=1]

[image:7633:c:s=1]

[image:7632:c:s=1]

[image:7631:c:s=1]

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.