IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, studente del campus accusato di furto perché nero

Savona. Ha inforcato la bici che il campus concede in uso gratuito a tutti gli studenti e si è diretto verso il centro di Savona, ha sbrigato le proprie commissioni e poi è tornato indietro. Lungo la strada, però, è stato fermato da due auto della polizia: gli agenti hanno voluto verificare chi fosse, da dove venisse e soprattutto se il mezzo su cui viaggiava fosse di sua proprietà. Perché qualcuno ha pensato che l’avesse rubata e così ha chiamato la polizia. Soltanto perché lui è di colore. E’ questa l’amara vicenda che oggi ha visto protagonista Bolivie Wakam, giovane studente straniero del campus universitario di Legino. Bolivie ha 27 anni ed è originario del Camerun. E’ arrivato in Italia tre anni fa. Dopo una laurea in ingegneria meccanica conseguita a Bologna, ha deciso di conseguire una seconda laurea magistrale in ingegneria e per questo si è iscritto all’università di Genova. Attualmente risiede negli alloggi per gli studenti dell’ex caserma Bligny. Tra qualche settimana Bolivie tornerà temporaneamente a casa propria. In vista della partenza, in questi giorni il giovane sta sbrigando alcune commissioni. Così questa mattina Bolivie ha preso in prestito una delle biciclette che la società Spes ha acquistato dalle Poste e che mette a disposizione di tutti gli studenti fuori sede che alloggiano negli appartamenti del campus (gli studenti extracomunitari, tra l’altro, hanno la possibilità di prendere la residenza al campus per poter usufruire dei servizi sanitari erogati dalle Asl).

Mostra tutto il testo Nascondi