IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Patenti nautiche, tutti bocciati e scoppia la rivolta

Savona. Una bocciatura di massa dovuta non alla scarsità di studio di studenti particolarmente pigri né a questioni disciplinarie perché la classe è stata “particolarmente turbolenta” durante l’anno scolastico, ma ad un errore “congenito” del sistema di correzione che ha il compito di analizzare le prove dei candidati e ad margine di errore eccessivamente rigido. E’ questa la situazione in cui sostengono di esseri trovati 16 aspiranti diportisti che questa mattina hanno sostenuto la prova per conseguire la patente nautica presso la capitaneria di porto di Savona. L’esame per la patente nautica prevede che i candidati rispondano a 55 quesiti inerenti problemi di navigazione che vanno risolti con nozioni di matematica e trigonometria, strumenti utili sia a calcolare la posizione di una nave che la sua rotta sulle mappe. Il “correttore” funziona in modo molto particolare: l’addetto seleziona per ciascun compito tre quesiti a caso e ne analizza le risposte. Qualora queste abbiano un errore superiore a mezzo grado o a un minuto rispetto alla soluzione esatta, il candidato viene bocciato. Al contrario, se la risposta è del tutto esatta o rientra nel limite di tolleranza di mezzo grado o un minuto, il candidato è promosso. Secondo i 16 aspiranti diportisti che hanno partecipato alla sessione di esame di questa mattina, per valutare gli esercizi svolti oggi il “correttore” della capitaneria ha utilizzato un apparato di risposte che non corrispondeva affatto all’esercizio dato ai candidati. Insomma, l’esercizio svolto dai candidati era diverso rispetto a quello che il “correttore” doveva valutare e quindi ovviamente questo ha provocato la “bocciatura di massa”.

Mostra tutto il testo Nascondi