IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incidente Robert Kubica, il primario Cataldi: “Professionalità del Trauma Center hanno fatto la differenza”

Quel 6 febbraio 2011 Robert Kubica era giunto in pronto soccorso in condizioni allarmanti, per il braccio e la gamba martoriati, per la tremenda emorragia che ne stava compromettendo le funzioni vitali. La tempestività e l’azione del dipartimento di urgenza del Santa Corona di Pietra Ligure si sono rivelate determinanti per la sopravvivenza stessa del pilota polacco e per la sua ripresa. Dopo lo schianto al rally Le Ronde di Andora, al volante di una Skoda S2000 e contro il guard-rail che aveva trafitto l’auto come una lama, Kubica era finito anzitutto sotto le cure del team coordinato dal dottor Walter Cataldi. “Quando è arrivato qui era in condizioni davvero critiche. Grazie però ad un fisico giovane e da campione ha reagito bene, il tutto combinato con l’azione pratica e organizzata dell’ospedale – sottolinea il direttore della Medicina d’Urgenza e del Pronto Soccorso di Pietra – Penso veramente che in quella situazione siamo riusciti a recuperare tempo preziosissimo; in una struttura non organizzata come centro traumi non sarebbe andata altrettanto bene. Un attrezzo, un farmaco, un professionista devono essere lì proprio dove servono e nel momento in cui sono necessari”

Mostra tutto il testo Nascondi