IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli alunni della scuola elementare Sandro Pertini di Spotorno in visita al campus di Savona foto

I bambini ospiti della Fondazione Cima sono stati impegnati in laboratori creativi alla scoperta di fossili e fondali marini

Più informazioni su

Pausa pranzo alternativa per studenti e personale dipendente lo scorso giovedì 8 marzo al campus universitario di Savona, intenti ad osservare con un pizzico di stupore e divertimento i vivaci “ospiti” di giornata correre e giocare davanti alla mensa. Si trattava degli alunni della scuola primaria Sandro Pertini di Spotorno ospiti della Fondazione Cima che ha sede nella palazzina Marchi all’interno del complesso di Legino.

Tre classi, due quinte e una quarta, in visita giornaliera all’ente che si occupa di sviluppo scientifico e tecnologico leader per quanto riguarda ambiti di salute pubblica, protezione civile, monitoraggio e salvaguardia di ecosistemi acquatici e terrestri. L’esperienza ha coinvolto i bambini in lezioni educative ma anche in veri e propri workshop dove poter dare sfogo alla loro creatività, sempre sotto l’occhio vigile dei ricercatori di Cima.

Nel corso della mattinata sono stati impegnati in un laboratorio per lo studio e la classificazione dei fossili, con l’intento, una volta terminato il lavoro teorico, di mettersi all’opera ricreandoli con l’argilla.

“I ragazzi si stanno divertendo molto – ha commentato in pausa pranzo Rosanna Locon, insegnante di scienze, storia e geografia di tutte e tre le sezioni – io e le colleghe li abbiamo visti davvero interessati anche perché già a scuola frequentano un corso dove si cimentano nel modellare l’argilla”.

Nel pomeriggio sono state invece affrontate tematiche di studio sui fondali marini, la salvaguardia di flora e fauna e la loro importanza per il territorio. I ricercatori hanno poi mostrato alcune immagini relative al lavoro di monitoraggio delle specie marine con avvistamenti al largo del Mar Ligure, nel cosiddetto Santuario dei Cetacei.

“Con le foto degli avvistamenti, i bambini si sono entusiasmati e c’era da aspettarselo – conclude Locon al termine della giornata – inoltre credo che un campus universitario come quello di Savona sia il luogo ideale per ospitare queste importanti realtà di ricerca e sviluppo, ai ragazzi è piaciuto molto e anche a noi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.