IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Campionati mondiali a quattro zampe: una coppia “young” tra i grandi foto

Dalla provincia di Savona uno dei binomi che rappresenterà l’Italia al World Agility Championship 2018 di Milano

Più informazioni su

Ai giovani microfoni di IVG/young ecco Ylenia, quasi ventunenne ma già così immersa nel mondo dell’agility dog, lo sport cinofilo che consiste in un percorso dove il cane, grazie alla guida e ai comandi del conduttore, deve superare una serie di ostacoli in ordine preciso, nel minor tempo possibile.

Che cos’è l’agility e come funziona?
“L’agility è uno sport dove cane e conduttore competono in un percorso ad ostacoli, ventidue per la precisione, di diverso tipo: salti, slalom e tunnel per fare degli esempi. Funziona molto similmente all’equitazione per la struttura dell’esercizio e per le penalità che si ricevono e proprio come il rapporto tra fantino e cavallo, è molto importante il feeling che si crea tra padrone e animale.”

C’è tanta differenza tra una razza di cane e l’altra?
“Si certo, ogni cane ha le sue caratteristiche, anche per questo motivo nelle competizioni sono suddivisi in tre categorie di taglia: small, medium e large. Poi ovviamente ci sono cani più predisposti a praticare questo sport, come il border collie e il pastore belga malinois, anche se molte volte non è così: grazie al duro lavoro del conduttore e al forte rapporto creato tra i due nel tempo, cani di altre razze si dimostrano in grado di arrivare a livelli molto alti. E questo nonostante non siano semplici da addestrare perché non sempre riescono a mantenere la concentrazione costante durante l’esercizio.”

Campionati mondiali a quattro zampe: una coppia “young” tra i grandi

Da quanto pratichi questo sport e come hai iniziato?
“Faccio agility dog da nove anni ormai ed è iniziato tutto quasi per caso: un giorno sono andata a fare un corso di obbedienza con il mio cane e nel campo di fianco a quello in cui si teneva il corso, c’era in contemporanea un allenamento di agility dog. Così ho voluto provare e sia io che il cane ci siamo divertiti un sacco; da quel momento è scoppiata la passione.”

Quanto tempo dedichi a questa tua passione durante la settimana?
“Faccio due allenamenti da circa due ore l’uno ogni settimana; il problema è che il campo dove mi alleno si trova quasi ad un’ora di macchina da dove abito, quindi devo anche contare il tempo che trascorro in viaggio. Mi è capitato qualche volta di dover rinunciare a giorni di scuola e studio per potermi allenare, ma allo stesso tempo ho anche dovuto sostituire qualche allenamento con alcune ore di studio in più.”

Campionati mondiali a quattro zampe: una coppia “young” tra i grandi

Che esperienze hai fatto e farai nel futuro prossimo?
“Ho partecipato agli Europei Juniores in Austria classificandomi quarta e alle selezioni per gli Europei Senior, mentre ad aprile parteciperò ai Mondiali a Milano.”

Infine, cosa consigli a chi si vuole avvicinare a questo sport per la prima volta?
“Beh, sicuramente tanta pazienza perché bisogna creare un gran feeling con il cane che all’inizio è la cosa più importante. In seguito bisogna impegnarsi un sacco entrambi per portare avanti questo progetto e migliorare sempre di più.”

Quindi un grande in bocca al lupo a Ylenia e al suo cane Cash per i mondiali di aprile, sperando che siano d’esempio per altri che, con un amico a quattro zampe, vogliano incominciare ad avvicinarsi a questo interessante sport.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.