IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Varie Eventi

Un libro per l’estate: “Il quadro della Madonna del Rosario a Finalborgo. I Marchesi Del Carretto, Duchi di Milano”

12/08/15

: Piazzale Buraggi Piazzale Buraggi, Finale Ligure, SV, Italia - Inizio ore 21:15

Attenzione l'evento è già trascorso

“Un libro per l’estate” propone una serata all’insegna della storia locale: il 12 agosto alle 21,15 in Piazzale Buraggi l’Associazione Emanuele Celesia presenta il libro di Giorgio Mamberto “Il quadro della Madonna del Rosario a Finalborgo. I Marchesi Del Carretto, Duchi di Milano”.
Ingresso libero.

Nella collegiata di S. Biagio a Finalborgo nella seconda cappella a sinistra è esposta una bella tavola della Vergine delle Rose, o del Rosario. Il quadro colpisce per la qualità estetica, la complessità della composizione, il numero dei personaggi e la ricchezza dei dettagli. Tutti i personaggi del quadro sono molto individualizzati, cioè hanno fisionomie ben definite, non si tratta quindi di una massa indifferenziata di fedeli ma di persone realmente esistite; nel quadro infatti, secondo l’interpretazione di molti studiosi, sarebbero riprodotti i principali membri della famiglia Del Carretto, marchesi del Finale, nel periodo del suo massimo splendore, tra la fine del Quattrocento e i primi decenni del Cinquecento, e così indicano il cartiglio apposto al suo lato ed alcune guide ai monumenti locali. Quanto ai dettagli, non mancano di sicuro. In una profusione di gioielli, pietre preziose e fiori, nel quadro fanno bella mostra ben cinque corone, oltre alla tiara pontificia, che insieme alle aureole dei Santi danno un tono ricco e luminoso all’insieme.
Giorgio Mamberto sul quadro ha scritto un libro, interessante, intrigante, prezioso.

Nella stessa occasione saranno presentati i saggi su “Le Manie” e quello su “Orco”. Il primo illustra una insospettata vita religiosa sull’Altopiano, arricchita dalle chiese di Santa Brigida, San Pietro , San Martino, ed una primitiva chiesa di San Giacomo oggi demolita. Rimane ai nostri giorni una seconda chiesa di San Giacomo (il Gambero Verde), e la terza, la parrocchiale, tra il Bosco e la Grotta.

Orco invece, destinato a diventare un borgo fortificato sovrastato dal suo castello, perde queste velleità con la decisione dei Marchesi di “fondare” Finalborgo come Capitale del loro marchesato. Questa comunità, ricca di Storia si trasforma, nella sua selvaggia bellezza dei luoghi, in una tra le tante comunità agricole del finalese: solo il suo Castrum, e antichi documenti imperiali, ne fanno ricordare l’antica importanza.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!