IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Museo Archeologico del Finale

Presentazione del libro “Come eravamo. Viaggio nell’Italia paleolitica”

05/07/18

EVENTO GRATUITO
: Chiostri di Santa Caterina Complesso Monumentale di Santa Caterina, Finale Ligure, SV, Italia - Inizio ore 21:00

Attenzione l'evento è già trascorso

Nel ricco calendario di attività per l’estate 2018 il Museo Archeologico del Finale e la sezione finalese dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri propongono un’apertura straordinaria serale con la presentazione dell’ultimo libro di Marco Peresani “Come eravamo. Viaggio nell’Italia paleolitica”, edito da Il Mulino (2018).

Un affascinante percorso tra focolari, attrezzi e armi in pietra scheggiata, ossa animali, elementi di adorno, sepolture umane, indizi che trasmettono informazioni fondamentali per ricostruire la vita, il rapporto con l’ambiente, le innovazioni culturali dei cacciatori raccoglitori, a partire da oltre 1 milione di anni fa.

Uno dei tanti motivi che mi hanno spinto a pubblicare questo lavoro è il fatto che l’Italia vanta un patrimonio preistorico invidiabile, esteso all’intero Paleolitico sin dalle fasi più antiche del popolamento umano d’Europa. Siamo quindi in grado di rispondere alla fatidica domanda: a quando risale il nostro primo abitante? Tracce effimere ma incontrovertibili si sono palesate sotto forma di pietre scheggiate rinvenute nelle fessure carsiche a Pirro Nord, nelle Puglie, e sui terrazzi del pedeappennino romagnolo a Monte Poggiolo, proiettandoci nel tempo ad oltre 800mila anni fa, forse fino a 1,4 milioni di anni fa. Un’Europa mediterranea lontanamente diversa da quella attuale, teatro di importanti rinnovamenti faunistici e del primo popolamento umano, peraltro documentato fino alla penisola iberica.

Il professor Marco Peresani insegna Culture del Paleolitico alle università di Ferrara e Verona e coordina ricerche sul popolamento umano della penisola italiana e delle Alpi nel Paleolitico. In Liguria si è occupato dello studio di utensili in pietra scheggiata prodotti dall’Uomo di Neandertal rinvenuti nell’Arma delle Mànie a Finale Ligure, sito di rilevanza internazionale.

Attualmente collabora agli scavi archeologici condotti dall’Università di Genova e coordinati dal professor Fabio Negrino, insieme a diversi atenei europei, statunitensi e canadesi, presso l’Arma Veirana di Erli, nell’entroterra di Albenga, che con le sue migliaia di reperti finora trovati (strumenti in pietra e resti di pasto) racconta dell’estinzione dei Neandertaliani circa 38mila anni fa, forse in seguito all’arrivo in Europa di una nuova umanità di origine africana, ovvero del cosiddetto Uomo Anatomicamente Moderno (Homo Sapiens), alla cui specie tutti noi apparteniamo.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!