IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Jaha's Promise documentario

Il documentario “Jaha’s Promise” in anteprima al Nuovofilmstudio

25/01/18

EVENTO A PAGAMENTO
: Officine Solimano Officine Solimano, Piazza Pippo Rebagliati, Savona, SV, Italia - Inizio ore 20:45

Attenzione l'evento è già trascorso

Terzo appuntamento della rassegna “Mondovisioni – Guarda Oltre: i documentari di Internazionale”, a cura dell’Associazione MusicoCulturale Balla Coi Cinghiali e di Find The Cure Italia Onlus, con la proiezione in anteprima ligure al Nuovofilmstudio del docufilm “Jaha’s Promise”, uno straordinario racconto di riscatto individuale e sociale di Patrick Farrelly e Kate O’Callaghan.

Jaha Dukureh è stata sottoposta a mutilazione genitale femminile da bambina e portata a 15 anni a New York per sposare un uomo che non aveva mai visto prima. Un decennio più tardi, liberatasi da quel matrimonio, torna in Gambia, nell’Africa Occidentale, per guidare una campagna contro la pratica che le ha segnato la vita. Ma Jaha non cerca compassione, vuole mettere le strutture di potere sia africane sia occidentali di fronte alle loro responsabilità e pretende rispetto per i diritti delle ragazze in qualsiasi società vivano.

Ospite della serata sarà Daniele Decia di Question Mark – Galleria d’Arte Diffusa, che racconterà come l’arte, il mezzo di comunicazione più antico ed efficace per arrivare a toccare la sensibilità e la coscienza delle persone, possa diventare strumento di denuncia contro la violenza, presentando artisti che attraverso le loro opere, frutto di ricerca, collaborazioni e raccolta di testimonianze, hanno affrontato il tema delle mutilazioni genitali femminili.

Le proiezioni proseguiranno l’1 febbraio con “Free Lunch Society”, che affronterà il tema del salario di cittadinanza, fino a pochi anni fa considerato un’utopia, oggi oggetto di dibattito politico e scientifico, presentando opinioni, spiegazioni e esperimenti in giro per il mondo.

Conclusione l’8 febbraio con “The Workers Cup”, ambientato in Qatar, che nel 2022 ospiterà i Mondiali di Calcio, alle cui infrastrutture stanno lavorando 1,6 milioni di immigrati con orari massacranti per salari esigui, vivendo in campi isolati dalla città.

Tutte le proiezioni saranno in lingua originale con sottotitoli in italiano.
Ingresso con donazione minima di 4 €.

Jaha's Promise documentario

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!