IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Teatrama Finale Ligure

Finale Ligure, “Teatrama” rassegna dedicata al teatro amatoriale

13/05 » 27/05/17

EVENTO A PAGAMENTO
: Teatro delle Udienze Piazza del Tribunale, Finale Ligure, SV, Italia
  • Tel. 3274743920

Attenzione l'evento è già trascorso

Finale Ligure. Sabato 13, 20, 27 maggio 2017 alle ore 21.00 a Finalborgo, Teatro delle Udienze in Piazza del Tribunale va in scena “Teatrama”, rassegna dedicata al teatro amatoriale organizzata   dall’Associazione Babajaga e dedicata a  chi pensa che  “Amare il teatro è anche dedicare il proprio tempo libero per esprimersi artisticamente, divertirsi e vivere il teatro”.

Primo appuntamento sabato 13 maggio 2017: la rassegna proseguirà poi il 20 e 27 maggio 2017.

 

Sarà la compagnia  La ROnzante Gorgogliatrice, gruppo di Cisano sul Neva ad aprire larassegna  Sabato 13 maggio alle ore 21,00 con lo spettacolo  Save a Queen:  Regine di Fuori che vede un cast prettamente femminile: Paola Paolino,  Barbara Ferro, Graziella Ghezzi, Laura Buonocore, Sarà Ogando Dos Santos, Piera Siniscalchi, Luisa Maurizio, Fabio Vosilla,Susy Minutoli e la regia di Luisa Maurizio e Barbara Ferro.

Ci  raccontano le registe  Luisa  Maurizio e  Barbara Ferro  “Abbiamo  voluto  raccontare il loro operato, il modo di gestire il potere, cambiare gli eventi, deliberare sentenze o dichiarare guerre attraverso la narrazione delle loro storie personali. Il pubblico perciò vedrà come la Storia possa cambiare di significato se ci mettiamo nei panni delle protagoniste”. Una  messa in scena ironica ed avvolgente durante la quale le Regine dimostrano che è possibile lottare con umorismo e sarcasmo contro le avversità e le calamità e che le donne hanno la possibilità di cambiare il proprio destino, anche senza avere una corona in testa.

Si prosegue il  sabato 20 maggio con la compagnia  Gli Zanni, compagnia storica della Provincia di Savona, con un irrinunciabile omaggio a Dario Fò libera interpretazione dai monologhi di Dario Fò che vede protagonisti  Nino Manitto e Cira Graziano.

La regia Nino Manitto mette in scena uno  spettacolo  liberamente tratto dall’opera di Dario Fo. Si potranno così ascoltare le rielaborazioni di “pieces” che hanno fatto la storia del teatro italiano in una particolare ed interessante proposta che vede la traduzione in Ligure e in napoletano di alcuni monologhi.

Da   “Mistero Buffo”, giullarata popolare (rielaborata) fatta di monologhi che descrivono alcuni episodi, ispirati a brani dei vangeli apocrifi o a racconti popolari sulla vita di Gesù a il Grammelot “La fame dello Zanni” e La resurrezione di Lazzaro o il bellissimo Grammelot napoletano di Razzullo e ancora Bonifacio VIII, Maria alla Croce per finire con Grammelot di Scapino, Il primo miracolo di Gesù Bambino. Una serata da non perdere.

A chiudere la rassegna,  Sabato 27 maggio la Compagnia A.E.R.E.A. di Teatro di Imperia presenta La misteriosa scomparsa di W  spettacolo teatrale sul senso di infelicità e di incompletezza della vita di oggi attraverso gli occhi di W di Stefano Benni  con   Simonetta Pozzi  e la  regia Damiano Fortunato, fondatore della compagnia stessa nata nel 2009.

Un intenso monologo presenta una donna qualsiasi, di nome W, nata un giorno qualsiasi in modo funambolico ripercorre, follemente, comicamente, la sua vita, alla ricerca del suo pezzo mancante W è perciò una parte che cerca il suo tutto e in questo monologo paradossale, ridicolo e doloroso, cerca una spiegazione al suo senso di infelicità e incompletezza. Nel farlo si interroga su povertà e guerra, amicizia e intolleranza, giustizia e amore. Tutto sembra sfaldarsi attorno a lei: scompare   il coniglietto   Walter,   viene   a   mancare   il   nonno   Wilfredo,   sfuma   l’amicizia   con   la compagna di scuola Wilma e si chiude squallidamente la storia d’amore con il fidanzato Wolmer. In questo testo, ironico e fantasioso, la parola di Benni è come sempre agile, paradossale e dissacrante,   sostenuta   dall’interpretazione di Simonetta Pozzi per la prima volta sola in palcoscenico.

W ci racconta la lotta e la rabbia che stanno dentro la necessità di sopravvivenza e di difesa dello spirito critico, in un copione teatrale dove il comico è soprattutto esercizio di ribellione, un tocco di magica follia che trasforma l’angoscia in risata liberatoria.

Tre serate divertenti, leggere per ridere e non solo, perchè anche ridendo si può pensare ed affrontare tematiche importanti. Un’occasione per stare insieme e conoscere e vivere il  Teatro delle Udienze, un piccolo spazio teatrale (70 posti a sedere) che ci offre la possibilià di entrare in contatto con l’attore, la sua emozione e la passione per il teatro.

Biglietti: Intero 8,00 euro – Ridotto* 5,00 euro * Over 65, Under 30, Soci Baba Jaga, Soci Cai  -Informazioni e  prenotazioni cell. 327 4743920

La rassegna si svolge con il patrocinio dell’Unione dei Comuni del Finalese.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!