IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
L'antica via del ferro

Escursione naturalistico-culturale “L’antica via del ferro” da Tovo ad Isallo

08/10/17

: Salone delle Feste Salone delle Feste Tovo, Via G.B. Accame, 17, Tovo San Giacomo, SV, Italia - Inizio ore 9:30

Attenzione l'evento è già trascorso

Domenica 8 ottobre 2017, l’Associazione Culturale Entroterra Onlus organizza, in collaborazione col Comune e la pro loco di Tovo San Giacomo, un’escursione sull’antica via del ferro, itinerario storico lungo il percorso da Tovo ad Isallo.

Nella frazione di Isallo comune di Magliolo immersa nel verde dei boschi di castagno, sono ancora presenti i ruderi della FERRIERA attiva per oltre un secolo dal 1730 al 1860 allora di appartenenza del marchesato del FINALE. Una attività economica importante per il territorio anche se una realtà isolata.

Ogni ferriera per poter lavorare aveva bisogno di acqua, di carbone e naturalmente del minerale di ferro, si spiega cosi l’ubicazione lungo sorgenti d’acqua e di boschi dove ricavare legna per la trasformazione poi in carbone. Per quanto riguarda il minerale occorreva un collegamento dell’opificio con il mare. Il minerale proveniva dall’isola Dell’Elba da due diverse miniere. Trasportato via nave, veniva scaricato sulla spiaggia di Pietra Ligure, e da qui a dorso di mulo trasportato sino a Isallo.

Il tragitto della nostra via del ferro seguiva nella sua parte iniziale l’attuale via N. Sauro sino a Tovo. I mulattieri che compievano il loro viaggio durante la stagione autunnale e invernale potevano trovare numerose difficoltà ed essere molto pericoloso; vi era l’abitudine di rivolgere un breve saluto o una preghiera alla Madonna presso un’edicola votiva tuttora esistente all’incrocio con via Piani. Raggiunto Tovo attraversavano il torrente Maremola su un ponte andato distrutto da una forte alluvione. Dopo aver percorso un breve tratto sulla riva destra del fiume in una zona ricca di frutteti la carovana entrava finalmente nel comune di Magliolo transitando su un ponte ancora esistente. Il posto merita di essere visitato sia per la bellezza del paesaggio sia per osservare i resti molto ben conservati della lastricatura della strada fatta con pietre di fiume. Proseguendo il cammino il percorso passa intorno alla collina su cui sorge il noto santuario dedicato ai Santi Cosma e Damiano, in questa zona è possibile ancora oggi notare le impronte lasciate sulla roccia dagli zoccoli dei muli. I mulattieri giunti alla ferriera dopo aver scaricato il minerale potevano concedersi una pausa, dopo tre ore di cammino, nell’osteria (oggi trasformata in agriturismo) che sorgeva in prossimità della ferriera. Più tardi riprendevano il percorso in senso inverso portando verso la costa i diversi tipi di manufatti in ferro. La vendita del ferro dava luogo ad un importante commercio, si usava trasportarlo in un magazzino vicino al mare dove i mercanti venivano a rifornirsi: erano di Porto Maurizio, Finale ligure, Alassio. Esportato successivamente in Sardegna Piemonte, Napoli, Marsiglia.

Ritrovo: alle ore 9:30 a Tovo San Giacomo, presso salone delle feste, Via Giovanni Battista Accame, 17.

L’escursione non richiede prenotazione, è aperta a tutti ed è gratuita. Le offerte eventualmente raccolte sosterranno l’attività dell’associazione.

In caso di maltempo l’escursione verrà rinviata ad altra data.

Per maggiori informazionitelefonare ai seguenti numeri: Silvano 338-2557530; Flaviano 331-1171710; Matteo 349-4718197; Francesca 333-8771184

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!