IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Viabilità provinciale, Colombo (Finale Ligure Viva): “Servono misure urgenti”

Lettera del consigliere comunale e provinciale indirizzata al presidente Monica Giuliano

Ponente. E’ un fiume in piena il consigliere comunale e provinciale Sergio Colombo in tema di viabilità provinciale, tanto da scrivere una lettera al presidente della Provincia di Savona Monica Giuliano per sollecitare alcuni interventi viari e di infrastrutturazioni essenziali per il futuro del territorio.

Ecco la riflessione del consigliere per spiegare le misure urgenti per la viabilità del ponente savonese: “Il valico di Ventimiglia è il secondo dopo il Brennero, in tutto l’arco alpino, per transito di mezzi pesanti e che la percentuale del trasporto su ferro delle merci attraverso il Brennero è del 22%, mentre attraverso Ventimiglia transita su ferro solo 0,4% delle merci. E bisogna valutare anche l’imminente inizio dell’attività della piattaforma portuale “Maersk” di Vado Ligure, che riverserà il 90% delle merci sulle nostre strade che sono già al limite dell’operatività, senza considera la condizione asfittica degli autoporti” sottolinea Colombo.

E nel merito della lettera indirizzata alla Provincia, ecco gli interventi: “Aggiornare lo svincolo autostradale di Savona (In concessione ad Autostrade per l’Italia) al fine di separare il traffico in direzione di Genova da quello in direzione di Torino; progettare il previsto svincolo autostradale di Vado Ligure (In concessione ad Autofiori – gruppo Gavio) nella prospettiva di una nuova Aurelia che unisca la valle del Segno con la valle dello Sciusa; trasformare in bidirezionale il casello autostradale di Feglino (Autofiori – Gavio) e completare l’accesso da FinalBorgo (parte dell’Aurelia Bis) al fine di liberare dal traffico il borgo medioevale; incaricare alcune Università per lo studio sui sistemi di trasporto intermodale, al fine di sgravare le nostre autostrade dal traffico pesante che danneggia pesantemente l’industria del turismo”.

Tra le misure accessorie indicate: “Aggiornare la dismessa galleria ferroviaria Capo Noli al fine di trasformarla in corsia nord, unidirezionale dell’Aurelia e, contestualmente, liberare la corsia sud per realizzarvi una spettacolare pista ciclopedonale a costo zero; infine fornire l’alimentazione elettrica alle navi ormeggiate, al fine di ridurre l’inquinamento ambientale” conclude il consigliere comunale di Finale Ligure Viva e consigliere provinciale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.