IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albissola, primo punto in Serie C: 1 a 1 con il Piacenza risultati

Martignago, a cinque minuti dal termine del tempo regolamentare, guadagna e trasforma un rigore che vale il pareggio

Albissola Marina. Quinta partita di campionato, terza casalinga, per l’Albissola. La neopromossa, fino ad oggi, aveva ottenuto sempre lo stesso risultato: la sconfitta con una rete di scarto.

Reduce dalla buona prova in Coppa Italia, non sufficiente però per evitare l’eliminazione per mano dell’Alessandria, la compagine di mister Fossati era chiamata ad affrontare sul campo di Chiavari il Piacenza, formazione protagonista di un ottimo avvio di campionato.

L’incontro è terminato in parità, 1 a 1. L’Albissola, colpita a freddo, durante la partita ha sempre faticato a rendersi pericolosa; ha avuto il merito di crederci fino in fondo e nel finale di gara ha raggiunto il pari, conquistando il suo primo punto in Serie C.

La cronaca. Fabio Fossati schiera un 3-4-1-2 con Albertoni; Oprut, Gargiulo, Rossini; Calcagno, Sibilia, Raja, Damonte; Balestrero; Cais, Martignago.

A disposizione ci sono Bambino, Sancinito, Russo, Oliana, Durante, Oukhadda, Bartulovic, Bennati, Gibilterra, Nossa.

Il Piacenza allenato da Arnaldo Franzini si presenta con un 4-3-3 con Fumagalli; Mulas, Pergreffi, Bertoncini, Barlocco; Spinozzi, Nicco, Della Latta; Sestu, Romero, Di Molfetta.

Le riserve sono Verderio, Calore, Sylla, Cauz, Silva, Pesenti, Fedato, Troiani. Panchina corta per gli ospiti che devono fare a meno di Corradi, Porcati e Marotta.

Dirige la partita Paride De Angeli della sezione di Abbiategrasso, coadiuvato da Robert Avalos (Legnano) e Gaetano Massara (Reggio Calabria). Padroni di casa con la tenuta bianca con banda trasversale azzurra sulla maglia; emiliani in completo nero.

Il primo tentativo è degli ospiti con un cross di Sestu insidioso, sul quale però c’è un fallo in attacco.

Al 5° Piacenza in vantaggio: ancora un cross di Sestu, palla deviata in angolo. Dalla bandierina Sestu mette palla in mezzo, Della Latta fa da sponda per Nicco che di piatto mette in rete: 0 a 1.

La reazione dei locali è in una conclusione dalla distanza di Sibilia: a lato.

Il Piacenza continua a fare il gioco, ma al 10° perde Mulas che, infortunato, è costretto a lasciare il posto a Troiani.

Al 13° cartellino giallo per Gargiulo. L’Albissola prova a farsi avanti. Al 18° Damonte dà sulla fascia per Oprut, ma gli emiliani recuperano e si lanciano in contropiede, però il traversone di Sestu non viene raccolto da nessuno.

Al 20° i locali per poco non approfittano di un pasticcio difensivo: retropassaggio errato di Pergreffi per Fumagalli, Balestrero in scivolata intercetta ma non trova la porta.

Al 24° Romero fa suo un pallone in area ceramista e calcia di prima intenzione: respinto.

Tutti i tentativi di mettere in area palloni pericolosi da parte dei biancazzurri vengono frenati senza grossi patemi dalla retroguardia ospite; il Piacenza, dal canto suo, pecca in fase di possesso palla e perde numerosi palloni. Nel finale di tempo, tuttavia, l’Albissola ha un poco alzato il baricentro.

Al 39° passaggio da Di Molfetta a Sestu, cross, deviato e palla facile preda di Albertoni.

Al 45° un calcio d’angolo dell’Albissola crea qualche grattacapo alla difesa piacentina, che alla fine sventa. Nei tre minuti di recupero sono i locali a cercare di creare un’azione da rete, senza riuscirvi. A metà partita il risultato è 0 a 1.

Inizia il secondo tempo. Il Piacenza riparte all’attacco. Al 4° Nicco si accentra e spara dal limite: Albertoni si rifugia in corner. Al 6° il portiere albissolese allontana alla disperata un pallone su una pericolosa mischia in area.

Al 9° entra Fedato al posto dell’autore del gol Nicco, infortunato. All’11° Fossati effettua una doppia sostituzione: in campo Raja e Russo, escono Sancinito e Sibilia.

Russo, appena entrato, si fa subito notare con un cross insidioso che Fumagalli sventa. I liguri non sanno pungere: prima Cais tenta un inserimento ma viene fermato dalla difesa, poi Sancinito calcia una punizione dalla distanza ma in maniera troppo debole. Al 19° palla da Oprut per Damonte che da buona posizione calcia: palla sull’esterno della rete.

Al 25° Cais viene sostituito da Oukhadda. Al 25° occasione per il Piacenza: Sestu dalla destra mette in area un ottimo pallone per la testa di Romero che incorna da distanza ravvicinata, Albertoni respinge in angolo.

Al 29° Gargiulo innesca Russo che sulla destra scappa palla al piede: la difesa ospite riesce a chiuderlo in corner.

Al 31° un tiro-cross di Oukhadda scorre in area, Damonte non arriva in tempo per raccoglierlo. Al 33° Fossati inserisce il talentuoso Gibilterra al posto di Oprut. Al 34°, tra gli emiliani, dentro Pesenti per Spinozzi e Silva per Romero.

Al 35° l’Albissola costruisce la sua più grossa opportunità: palla in area per Balestrero che, a tu per tu con Fumagalli, colpisce debolmente di testa permettendo al portiere una facile presa.

Al 40° Martignago crossa in area, Troiani intercetta con una mano: calcio di rigore. Sul dischetto si presenta lo stesso Martignago che con un tiro potente e centrale insacca: al 41° del secondo tempo è 1 a 1.

L’Albissola, sulle ali dell’entusiasmo, spinge alla ricerca della vittoria. Al 44° Russo salta un avversario e conclude dalla distanza: debole, facile la presa di Fumagalli. Al 45° Balestrero riceve un buon pallone in area ma perde l’attimo giusto e l’occasione sfuma.

L’arbitro assegna cinque minuti di recupero. Minuti nei quali entrambe le squadre provano a farsi avanti, mantenendo l’incontro vivace fino al termine. L’ultimo tentativo, al 50° di Della Latta si spegne sul fondo. Albissola e Piacenza pareggiano 1 a 1.

Per i biancazzurri allenati da Fossati, quindi, via lo “0” dalla classifica. Restano però all’ultimo posto, che proveranno ad abbandonare mercoledì 17 ottobre quando, alle ore 20,30, giocheranno, ancora a Chiavari, contro la Pistoiese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.