IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Provincia di Savona, Pierangelo Olivieri candidato unico alla presidenza: sostenuto da 65 Comuni

Il sindaco di Calizzano: "Massimo impegno a servizio dell'Ente, inteso come 'casa dei sindaci e dei Comuni tutti'"

Provincia. Sarà Pierangelo Olivieri, sindaco di Calizzano, il prossimo presidente della Provincia di Savona. La certezza è arrivata oggi alle 12, quando si sono chiusi i termini per la presentazione delle candidature in vista delle elezioni che si terranno il 31 ottobre prossimo: quello di Olivieri, infatti, è l’unico nome in campo.

“Possossiamo così ufficialmente affermare – scrive il primo cittadino di Calizzano – che il percorso intrapreso a condotto a quel traguardo che ci si era prefissati: una candidatura unitaria, trasversale tanto territorialmente che politicamente, condivisa e sostenuta da oltre 400 amministratori di 65 Comuni della nostra Provincia. Non nascondo la soddisfazione, sia concreta e ‘istituzionale’ che sinceramente personale, per quanto verificatosi”.

“Ritengo anzitutto che si possa convintamente affermare che tanti di coloro che si impegnano nella ‘cosa pubblica’ nel nostro rerritorio abbiano dato in questo contesto dimostrazione di responsabilità e unitarietà pratica – prosegue Olivieri – superando situazioni di partenza di possibile distanza e diversità, lasciando posizioni singole a favore di un interesse comune di comprensorio provinciale. Come esposto succintamente nel documento diffuso ai primi di settembre, inoltrato a tutte le amministrazioni comunali, con alcuni sindaci ed amministratori dell’entroterra si iniziò a confrontarsi sull’argomento non più tardi di qualche mese fa, giungendo ad una sintesi oggettiva e soggettiva, con la formazione del documento suddetto e l’individuazione del mio nominativo. Oltre e alla base di quanto rapidamente esposto nello stesso, circa rilevanza delle aree interne, problematiche viabilità, difesa suolo, scuole secondarie superiori, ruolo dei piccoli comuni e dell’entroterra tutto, il concetto su cui ci si è ritrovati è quello della Provincia come ‘casa dei sindaci e dei Comuni tutti’. In questa ottica come portatore di questa proposta mi propongo dunque di impegnarmi nel ruolo di Presidente che, muovendo dalla trasversalità territoriale e politica che si intendeva proporre e si è raggiunta, possa contare e ‘lavorare’ congiuntamente con il Consiglio, per come sussistente e, soprattutto temporalmente, per come si andrà a rinnovare dopo la scadenza dell’8 gennaio, confidandosi in un naturale seguito dello spirito che ha animato il percorso di queste settimane.
Ma tutti i Comuni hanno, avranno e, mi permetto di scrivere, dovranno avere ruolo attivo nella vita e nell’operare dell’Ente, di cui sono ‘soci'”.

“Oltre a quelli già accennati, gli argomenti sul tavolo sono davvero diversi, tanti, di rilievo e delicatezza – continua il prossimo presidente provinciale – gli ATO, rifiuti, idrico, l’ATEM per il gas metano nelle zone, tante, dove ancora non arriva, il trasporto pubblico, l’area di crisi complessa; questo volendosi intendere come un indice, un elenco, assolutamente per difetto. Proprio per questo confido e sono immodestamente determinato a proporre e perseguire percorso di studio, gestione, risoluzione e decisione condivisi, con confronti e critiche in alcuni casi inevitabili, con tutte le parti, come oggi si dice ‘stakeholder’, della nostra Provincia, per come sopra considerato e identificate”.

In questo percorso ci sono stati ovviamente dei passaggi fondamentali. Dapprima il confronto in Valbormida: “in questa occasione si è data prova di unitarietà e confronto costruttivo tra le diverse amministrazioni – afferma il sindaco di Cairo Paolo Lambertini – giungendosi ad una decisione unanime sul progetto e sul nome del candidato, avendosi così la prova concreta che la Valle unita può avere un rilevo ed un peso, può farsi sentire”.

Conseguentemente si è potuto portare il progetto al di fuori dell’entroterra dove ci si è confrontati con i Comuni per natura e dimensioni portatori anche degli altri rilievi ed interessi come, ad esempio, Loano: “Abbiamo subito abbracciato la proposta sottopostaci – spiega il sindaco Luigi Pignocca – in quanto voce del territorio, sintesi delle esigenze e necessità principali rientranti nelle competenze e finalità dell’Ente Provincia, riconoscendo nel sindaco di Calizzano l’esperienza ed il provato equilibrio utili e necessari per proporsi ad assumere questo importante compito”. Dello stesso avviso sindaco di Varazze Alessando Bozzano: “Quella contenuta nel documento elaborato dagli amministratori valbormidesi è apparsa immediatamente quella giusta per la Nostra Provincia: impegno nell’interesse di tutti noi, con una forte rappresentatività territoriale e condivisione trasversale”.

E ancora, il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio: “Gli incontri succedutasi in queste settimane con il collega Pierangelo Olivieri sono stati l’occasione per un confronto su temi essenziali per il nostro territorio. La convergenza di visione, la stima nei suoi confronti e l’assenso che ho ricevuto dalla maggioranza mi hanno determinato a sottoscrivere con convinzione la candidatura di Pierangelo Olivieri a presidente della Provincia di Savona certa che svolgerà con dedizione, capacità e confronto costante con gli altri sindaci del territorio questo gravoso compito”.

Consolidata la candidatura con un sostegno così diffuso, si è giunti così al confronto complessivo, con un passaggio importantissimo con la presidente attuale e sindaco di Vado Monica Giuliano: “Avevo da parte mia affermato che ci fosse assolta necessità di un progetto, di un approccio trasversale e quanto più condiviso alla scadenza rappresentata dal rinnovo della carica di presidente; conseguentemente ho immediatamente e con convinzione accolto, sottoscritto e sostenuto la proposta sottopostami dal sindaco di Calizzano, individuando nella stessa gli elementi per il miglior seguito dell’attività e della guida dell’Ente”. E proprio in questo senso un sigillo è stato rappresentato dalla presentazione del documento formale di candidatura, con le tante firme a sostegno, da parte delle attuali presidente Monica Giuliano e vice presidente Luana Isella.

“Eccoci dunque qui – conclude Olivieri – proiettati nell’attesa del giorno del voto del 31 ottobre, con la volontà e determinazione di mettere il massimo impegno a servizio della nostra Provincia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.