IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Porto di Savona in ginocchio, allarme dei sindacati: “Servono misure urgenti dell’Autorità Portuale” fotogallery video

Le organizzazioni sindacali hanno chiesto maggiore sicurezza per i lavoratori che operano in condizioni di maltempo

Savona. Sulla grave situazione del porto di Savona è stata espressa massima preoccupazione da parte delle organizzazioni sindacali di categoria. “Costatato gli ingenti danni arrecati sia alle infrastrutture portuali, sia alla viabilità, nonché i danni inferti ai singoli terminal, di entrambi gli scali di Savona e di Vado Ligure, dall’ondata di maltempo siamo fortemente preoccupati per le condizioni di operatività dell’insieme del Porto di Savona-Vado Ligure” affermano congiuntamente Filt-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti.

“Considerando le già note ricadute negative per il Porto di Savona-Vado L. causate dal crollo del ponte Morandi, l’aggravante per il normale svolgimento dell’attività portuale indotta dall’incendio della sede della Port Authority a Savona, gli effetti prodotti dal maltempo di ieri, rischiano di assestare un colpo estremamente pesante e, purtroppo, di non breve durata all’operatività dei due scali, Savona e Vado Ligure”” spiegano i sindacati.

“Chiediamo all’Autorità Portuale di attivare tutte le iniziative utili a ripristinare, nel più breve tempo possibile, l’agibilità dei due scali e di adoperarsi al fine di garantire la continuità lavorativa per tutti i terminal presenti e colpiti da danni”.

“Riteniamo che, data l’eccezionalità degli eventi, debbano essere attivati strumenti in grado di rispondere con efficacia e tempestività alla grave situazione determinatasi. Dalle prime dichiarazioni del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, risulterebbe richiesto e probabilmente accolto l’iter per il riconoscimento di “stato di calamità naturale”. Questo strumento, abbinato a misure proprie dell’AdSP, potrebbe permettere di cominciare a ripristinare le condizioni per riprendere appieno l’attività portuale”.

“Sentiti i delegati dei terminal, in primis per verificare che nessun lavoratore avesse subito incidenti e per procedere a una seppur empirica “ricognizione dei danni”, le segreterie sindacali hanno avuto modo di registrare un diffuso stato di sgomento e apprensione da parte delle maestranze portuali, sia per le prospettive lavorative, sia per lo “scampato pericolo” da parte di chi si è trovato a dover operare nelle condizioni registrate ieri”.

“Chiediamo al presidente dell’Autorità portuale ligure l’attivazione, in tempi brevi, di un incontro, convocando anche i rappresentanti dei terminal, per fare il punto della situazione e per definire, con la massima precisione possibile, norme da adottare, sentiti tutti gli enti preposti, in caso di reiterazione di avviso di “allerta rossa”, al fine di evitare rischi per il personale interessato” concludono i sindacati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.