IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ponte Morandi, Palazzo Chigi indica il sindaco di Genova come commissario per la ricostruzione

La scelta comunicata al governatore Giovanni Toti

Genova. Si fa sempre più concreta l’ipotesi che vede sindaco di Genova Marco Bucci commissario straordinario per la ricostruzione di ponte Morandi.

Dopo una telefonata questa mattina tra il presidente del consiglio Giuseppe Conte ed il governatore della Regione Giovanni Toti, Palazzo Chigi ha comunicato, come previsto dal decreto, l’intenzione di procedere alla nomina del sindaco Marco Bucci come commissario straordinario alla ricostruzione del ponte Morandi.

La Regione ha già risposto con parere favorevole.

Ecco le prime reazioni politiche e sindacali alla nomina: “Innanzitutto facciamo gli auguri di buon lavoro al sindaco Bucci, per il delicato ruolo che gli è stato conferito. Noi daremo una mano – sottolinea il gruppo Pd in Regione Liguria -. Finalmente si è arrivati al nome del commissario alla ricostruzione. Dopo 51 giorni, si è tornati alla casella di partenza: quasi due mesi di tempo perso in cui si è consumato un lungo braccio di ferro tra Lega e 5 Stelle, che ricorda i peggiori giorni della Prima Repubblica”.

“Consideriamo positivo che a ricoprire questo ruolo sia una figura rappresentativa delle istituzioni locali. Del resto il Pd aveva proposto, pochi giorni dopo il crollo del ponte Morandi, il nome dello stesso Bucci, in qualità di sindaco della città”.

“Adesso ci aspettiamo che il primo cittadino, nella sua veste di commissario, sappia garantire ciò che fino a oggi non c’è stato, una reale unità delle forze politiche, economiche e sociali della città. E si impegni, da domani, a riscrivere il decreto vergogna, a partire dal delirante meccanismo previsto dall’articolo 1, che fa pagare allo Stato ciò che dovrebbe pagare Società Autostrade, garantendo che il ponte si faccia nel più breve tempo possibile e assicurando alla città le risorse che, a oggi, non ci sono”.

“Apprendiamo che il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha scelto Marco Bucci come Commissario straordinario per la ricostruzione del ponte Morandi. Crediamo sia una scelta di buonsenso, perché il sindaco di Genova può collaborare come serve con la Regione e ha, inoltre, le capacità manageriali e la conoscenza del territorio che servono per questa ciclopica missione – dice il segretario generale ligure della Cisl Luca Maestripieri -. Deve essere ora chiaro a tutti che, come ha detto lo stesso Bucci martedì scorso, occorrono le adeguate provvidenze economiche e tutte le misure che sono assolutamente necessarie e senza le quali nessuno riuscirebbe a portare a termine un compito così importante e gravoso”.

“La Cisl sarà accanto a Marco Bucci e continuerà a chiedere che il governo provveda a tutto quanto necessario perché il commissario straordinario possa svolgere il suo lavoro avendo a disposizione le risorse e gli strumenti irrinunciabili per fare rialzare Genova e la Liguria nel più breve tempo possibile”.

“Buon lavoro al sindaco del Comune di Genova Marco Bucci, neo Commissario alla ricostruzione del Ponte Morandi. Il suo sarà un compito difficile, ingabbiato dal decreto sicurezza del governo. Auspichiamo che il commissario non sia il curatore fallimentare di Genova per conto del Governo giallo-verde” afferma il Nuovo Psi.

“Finalmente il governo ha preso una decisione. La scelta del sindaco Marco Bucci come commissario straordinario per la ricostruzione ricade su una persona che ha dimostrato sul campo grandi capacità – scrivono in una nota i deputati liguri di Forza Italia Roberto Cassinelli, Roberto Bagnasco, Manuela Gagliardi e Giorgio Mulè -. Era una scelta di buon senso che avrebbe dovuto essere fatta da subito. Finora il lavoro sinergico tra Comune e Regione, tra sindaco e governatore Toti, ha portato dei risultati straordinari in termini di tempo e di soluzioni per l’emergenza”.

“Una decisione che doveva essere anticipata, ma questo governo a trazione pentastellata ormai ci ha abituati a continui dietrofront sulle questioni più delicate. Forza Italia e i parlamentari liguri sosterranno in ogni sede l’operato dei due commissari, Toti per l’emergenza e Bucci per la ricostruzione”e si impegneranno per modificare il decreto ampiamente insufficiente” concludono.

Franco Senarega, capogruppo regionale Lega Nord Liguria-Salvini: “Entro i dieci giorni dall’entrata in vigore del decreto sulle urgenze Marco Bucci è stato individuato come commissario straordinario alla ricostruzione del ponte Morandi. L’annuncio formale della nomina da parte del presidente del consiglio dei ministri dovrebbe arrivare nelle prossime ore. I nostri migliori auguri di buon lavoro a questo sindaco che sta già cambiando la città e ha dimostrato di essere persona seria, manager capace e amministratore pubblico di buonsenso. Da parte nostra, come sempre, ci sarà massima collaborazione nell’interesse dei genovesi e dei liguri”.

Lorella Fontana, capogruppo Lega in Comune a Genova: “Abbiamo appreso della nomina a Commissario Straordinario per l’emergenza a Genova del nostro sindaco Marco Bucci e ne siamo orgogliosamente fieri. Personalmente gli ho immediatamente inviato le mie congratulazioni e assicurato che come Lega saremo al suo fianco in questa impegnativa esperienza. Un uomo solido, concreto e che ama la sua città, un manager che di certo con mezzi adeguati permetterà a Genova di tornare davvero meravigliosa e sicuramente più forte. È una grande sfida quella che lo attende: la nostra sicurezza è proprio lui, al quale non verrà mai meno il nostro sostegno, né qui né a livello parlamentare, dove il ‘nostro’ Edoardo Rixi si sta battendo come un leone perché a Genova sia dato ciò che le spetta, per una ricostruzione veloce e concreta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.