IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Dieci di Vado e Quiliano: Yally Mamadou Abdoulaye e Laura Papagna vincono una sesta edizione di alto livello fotogallery

Stefano Guidotti Icardi e Mike Njuguna completano il podio assoluto con tempi esaltanti. Tra le donne seconda Carola Corradi, terza Stefania Agnese

Vado Ligure. Una giornata temperata e soleggiata, unita all’assenza di vento, ha permesso alla Dieci di Vado e Quiliano di offrire una sesta edizione di successo: alle condizioni meteo che non hanno pregiudicato le prestazioni degli atleti hanno fatto seguito eccellenti riscontri cronometrici. Complice anche un campo partenti di alto livello, attratto dal buon montepremi in palio.

La competizione podistica, omologata Fidal, si è sviluppata su un tracciato di 10 chilometri, interamente asfaltato e pianeggiante, nei Comuni di Quiliano e Vado Ligure. A causa dei lavori di ristrutturazione dello stadio Chittolina, quest’anno la partenza e l’arrivo sono avvenuti pochi metri fuori dallo stadio.

Nel complesso i partecipanti che hanno portato a termine la corsa sono stati 394, confermando l’appeal della gara organizzata dalla Podistica Savonese. Di questi, 234 hanno preso parte alla gara competitiva e 160 alla non competitiva. Piuttosto nutrita la componente femminile, con 97 presenti sul totale. La gara era valevole quale terza ed ultima prova del campionato provinciale savonese sui 10 chilometri.

Il via è stato dato alle ore 9,30, in contemporanea per tutti i partecipanti, dopo l’estrazione di quattro crociere Runner & Walker on Cruise tra tutti gli iscritti.

La vittoria è andata a Yally Mamadou Abdoulaye, 24enne senegalese dell’Athletic Club 96 Alperia, con il tempo di 31’31”. Ha dovuto lottare fino all’ultimo con Stefano Guidotti Icardi del Cus Torino, secondo classificato in 31’33”. Terza posizione per il keniota Mike Njuguna dell’AS Monaco in 32’06”.

A seguire, quarto Manuel Solavaggione (Podistica Valle Varaita) 32’13”, quinto Mohamed Rity (Delta Spedizioni) 32’22”, sesto Luca Massimino (Atletica Roata Chiusani) 32’30”, settimo Matteo Pezzana (Cambiaso Risso Running Team) 33’38”, ottavo Valerio Brignone (Cambiaso Risso Running Team) 33’39”, nono Simone Peyracchia (Podistica Valle Varaita) 33’43”, decimo Davide Cane (Sai Frecce Bianche) 34’07”.

E ancora, 11° Hicham El Jaoui 34’14”, 12° El Mehdi Mouhaddir (AS Monaco) 34’23”, 13° Andrea Giorgianni (Delta Spedizioni) 34’41”, 14° Abdessalam Machmach (Athletic Club 96 Alperia) 34’52”, 15° Silvano Repetto (Delta Spedizioni) 35’08”, 16° Davide Fia (PAM Mondovì Chiusa Pesio) 35’08”, 17° Vincenzo Scuro (Parco Alpi Apuane) 35’08”, 18° Gabriele Astorino (Brancaleone Asti) 35’12”, 19° Giovanni Tornielli (Podistica Peralto) 35’15”, 20° Mauro Biglione (Cambiaso Risso Running Team) 35’20”, 21° Alessandro Giannone (Base Running) 35’23”, 22° Alessio Bozano (Podistica Savonese) 36’04”, 23° Alex Zulian (Brancaleone Asti) 36’05”, 24° Mauro Faccio (Cambiaso Risso Running Team) 36’33”, 25° Fabio Scognamillo (Podistica Peralto) 36’52”, 26° Alessandro Pensa (Podisti del Golfo Paradiso) 37’01”, 27° Bruno Guadagnini (Podistica Savonese) 37’07” e via via tutti gli altri.

Vincitrice tra le donne per la quarta volta in sei edizioni, 37ª assoluta è giunta Laura Papagna del Cus Genova con il tempo di 38’08”. Seconda posizione per Carola Corradi (Brancaleone Asti) in 38’14”, terza per Stefania Agnese (Cambiaso Risso Running Team) in 41’02”.

Poi, troviamo quarta Laila Francesca Hero (Atletica Arcobaleno) 42’02”, quinta Elisa Almondo (Brancaleone Asti) 42’08”, sesta Michela Ferrero (Valtanaro) 42’37”, settima Daniela Olcese (Delta Spedizioni) 42’52”, ottava Silvia Lammoglia (Podistica Savonese) 44’20”, nona Deborah Pusiol Mancini (Maratoneti del Tigullio) 45’14” e a seguire le altre.

Clicca qui per consultare le classifiche complete.

La Dieci di Vado e Quiliano
La Dieci di Vado e Quiliano

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.