IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In vacanza gratis nei b&b grazie al baratto: con del miele si va a Montepulciano, con un oggetto antico alle Mauritius

Dodici le strutture nel savonese disposte ad ospitare in cambio di una vacanza, la tinteggiatura di una ringhiera o un servizio fotografico

Provincia. Una vacanza gratis in cambio di una bottiglia d’olio, un sito web, un servizio fotografico, lezioni di inglese o un formaggio fatto in casa. Sembra una chimera, invece è possibile. Almeno per 7 giorni: la Settimana del Baratto, originale iniziativa grazie alla quale, per una settimana, i bed & breakfast che decidono di aderire all’iniziativa offrono soggiorni comprensivi di colazione, chiedendo in cambio beni o servizi anziché denaro.

Quella che inizierà lunedì 19 novembre, e proseguirà fino a domenica 25, è ormai la  decima edizione della Settimana del Baratto. L’idea alla base di quello che sta diventando ormai un appuntamento per molti viaggiatori italiani è quella di “svincolare” dal pagamento in denaro l’ospite e il gestore, privilegiando l’aspetto umano dell’ospitalità. “Il baratto è stato per secoli a fondamento dell’economia familiare – spiegano i gestori di www.bed-and-breakfast.it, promotori dell’iniziativa – e, in un momento di contrazione dei consumi come quello che stiamo vivendo, si rivela un’ottimo modo per viaggiare a costo zero investendo in fantasia e curiosità”.

Una sola regola, dunque: gli ospiti non devono mettere mano al portafoglio, ma cimentarsi in prestazioni manuali e creative o portare con sé un qualche articolo che i gestori delle strutture desiderano. Spazio allora a offerte di ogni tipo, dalla marmellata fatta in casa alle riprese aeree con drone, dai cellulari usati agli pneumatici, ma anche riparazioni o lavoretti di bricolage. Il meccanismo è semplice: ogni b&b può pubblicare una “lista dei desideri”, e se si ritiene di poter offrire qualcosa di gradito basta contattare la struttura. Se si raggiunge l’accordo, la vacanza diventa realtà. In alternativa ogni viaggiatore può inserire su una bacheca le proposte, ed in questo caso sarà il gestore a contattare i potenziali “clienti”.

E l’iniziativa ha attecchito anche in provincia di Savona: sono 12 al momento (tre in più dello scorso anno) i bed & breakfast “nostrani” disposti ad offrire soggiorni e colazioni in cambio di qualcosa di diverso dalla “vil pecunia”. Se qualcuno, come “La Casa di Magalì” a Bormida, la “Stella Marina” di Laigueglia, i “Due Papi” e “Alba Mare” di Savona o il b&b “Albatros” di Varazze, si dichiara genericamente disponibile a valutare proposte, scorrendo le “liste dei desideri” degli altri si incontrano diverse sorprese.

A farla da padrone quest’anno sono le fotografie: ben tre strutture, il b&b “My Home” di Alassio, “Arancio Fiorito” di Noli e lo “Iulia Augusta” di Albenga, offrono pernottamenti in cambio di un servizio fotografico. Ma non solo: il locale di Noli accetta anche in alternativa la tinteggiatura di stanze e zona giorno, quello ingauno delle lezioni di inglese.

Al “Simotta” di Loano ad esempio si può avere un’intera settimana per due persone in cambio della ritinteggiatura delle ringhiere dei balconi, o in alternativa sei notti in camera doppia se si provvederà a piastrellare una cantina. La “Casa dei Mombri” di Noli offre invece una camera in cambio di qualsiasi prodotto tipico o, più semplicemente, di una vacanza per il gestore in una struttura non in Liguria. Anche questo (come il servizio fotografico) è un desiderio ricorrente: sono disposti a valutare scambi anche i titolari del b&b “Profumo di Dolci” a Toirano o i gestori de “I Tecci”, a Quiliano (in questo caso l’ospitalità è garantita in cambio di una vacanza a Venezia, sul Lago di Garda oppure a sciare).

Alcuni b&b, poi, sono rimasti così affascinati dalla proposta da aver deciso di accettare baratti non solo durante questa settimana, ma per tutto l’anno. Accade all’Albatros di Varazze, al “Simotta” di Loano, alla “Casa dei Membri” di Noli, al “Profumo di Dolci” di Toirano e al “Dodici Lune” di Andora: per poter pernottare in quest’ultima struttura basta aiutarli a raccogliere le olive o a potare le siepi.

E per i savonesi, che qui già vivono e giustamente vogliono andare in vacanza altrove? Nessun problema, ci sono b&b aderenti in ogni parte d’Italia, con le richieste più disparate. Qualche esempio? A Venezia si può soggiornare al b&b “Ca Dalisera” din cambio della creazione di un Virtual Tour del locale da inserire in Google Street View, a Roma “L’Arca di Campaldino” è disposta ad ospitare chiunque li aiuterà nella manutenzione ordinaria (pittura, falegnameria, giardinaggio), mentre nei dintorni di Livigno il letto è garantito dai prodotti tipici come olio, salumi o formaggi.

E ancora: Villa Chiara a Montepulciano baratta l’accoglienza gratuita con una bicicletta, una sedia ergonomica, un frullatore a immersione, una pentola a pressione, uno schermo per computer o del buon miele. Mentre “La Betulla dell’Etna“, in ottima posizione per un’escursione sul vulcano siciliano, apre le sue porte ai possessori di droni che effettuino riprese aeree ed editing di un video del B&B. Basta esplorare l’elenco su www.settimanadelbaratto.it, proporsi e, in caso positivo, fare i bagagli.

Ma al baratto, in tempi di crisi, oltre ai limiti temporali stanno stretti pure quelli geografici: dopo un anno di test il 2018 vede infatti prendere ufficialmente il via la Barter Week, ovvero lo spin-off internazionale della Settimana nostrana. I B&B esteri possono aderire attraverso il sito www.BarterWeek.com. Ad oggi lo hanno già fatto strutture in 61 paesi diversi del mondo tra cui India, Usa, Grecia, Marocco, Sud Africa, Turchia, Uganda, Argentina, Australia, Canada, Cuba, Egitto, Figi, Nepal, Tanzania o Thailandia. Il meccanismo è sempre lo stesso: chi volesse soggiornare in Indonesia, ad esempio, può farlo ridipingendo le finestre, mentre alle Mauritius, per esempio, basta portare ai proprietari della Reine Creole a La Gaulette un oggetto antico (anteriore al 1900, ogni oggetto garantisce una notte a una persona).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.