IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, 600 mila euro di investimenti per prevenzione e rigenerazione del patrimonio arboreo

Il sindaco Frascherelli e l'assessore Guzzi: "In quattro anni mai così tante risorse e interventi, ereditato situazione disastrosa"

Finale Ligure. Dal 2015 ad oggi 600 mila euro investiti dall’amministrazione Frascherelli nel verde urbano per rigenerazione, abbattimenti di piante vecchie e malate, riqualificazione di un verde datato e vetusto, trattamenti di prevenzione endoterapici e di irrorazione in chioma per la lotta al punteruolo rosso. Lo affermano il sindaco Ugo Frascherelli e l’assessore Andrea Guzzi.

“Cifre importanti che delineano una attenzione particolare ed una certa sensibilità al tema. Investimenti necessari che l’amministrazione Frascherelli ha notevolmente aumentato rispetto agli anni precedenti. Nel mandato dal 2010 al 2013 la cifra è stata la metà, circa 300 mila euro. Azioni tardive che sarebbero servite decenni fa, ma mai nessuno aveva stanziato risorse sufficienti” precisano sindaco e assessore, che rivendicano il lavoro svolto in questi anni rispondendo ad alcune critiche.

“In questi anni l’indirizzo politico è stato chiaro. Un impatto sul territorio di certo evidente che ha portato a concentrarsi su tematiche prima considerate forse marginali ma che nell’ultima legislatura hanno avuto molto risalto e considerazione. Nel 2017 proprio Finale Ligure si è resa promotrice di Un iniziativa di sensibilizzazione alla lotta contro il punteruolo, convocando sindaci e rappresentanti regionali”.

“Ne era scaturita una lettera alla Regione con una richiesta di aiuto economico e di semplificazione burocratica per gestire il fenomeno in crescita. La risposta purtroppo non è stata positiva per problemi di risorse, ne tanto meno gli iter si sono semplificati. Oggi le maestranze comunali e le ditte incaricate stanno svolgendo febbrili azioni preventive, come d’altronde dal 2015 ad oggi, oltre ad abbattimenti ormai necessari per situazioni di pericolo conclamate” concludono Frascherelli e Guzzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.