IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cattura del piromane a Spotorno, gruppi consiliari all’attacco: “Dichiarazioni del sindaco su videosorveglianza incredibili”

“Era convito che le telecamere non risolvessero i problemi, ma il giorno dopo ha cambiato idea”

Spotorno. “Le dichiarazioni del sindaco Fiorini sulla videosorveglianza e sulla cattura del piromane hanno dell’incredibile. Infatti sino al giorno prima la posizione era che la videosorveglianza non risolvesse i problemi del controllo del territori”.

Parola dei gruppi consiliari “Spotorno che vorrei”,”Spotorno nel cuore” e “Adesso Spotorno” che hanno riservato un attacco frontale al primo cittadino in relazione all’importanza degli impianti di videosorveglianza, risultati decisivi per la cattura di un piromane.

“Da quando le autorità competenti hanno fatto un plauso per il sistema di telecamere adottato da Spotorno, allora il sindaco ha cambiato idea e ha deciso di lodarsi. Delle due una: o il sistema serve o non serve, – hanno proseguito. – E poiché serve, eccome se serve, si inventa la storia che prima, dato che non era farina del suo sacco, non funzionavano. Ora invece con la sua bacchetta magica, avrebbe reso le immagini visibili.

“Il fatto è che non risulta che dal maggio 2013 le immagini non fossero visibili, in quanto le autorità competenti le hanno sempre utilizzate senza segnalare alcunché. Ora è sempre possibile migliorare, ma cambiare versione per i complimenti ricevuti è grottesco”.

“La videosorveglianza realizzata durante la precedente amministrazione non fu mai oggetto di polemiche tra maggioranza e minoranza e le 50 telecamere furono installate per il controllo del territorio coprendo aree sensibili, scuole, parchi e giardini, aree commerciali, ingressi paese, lungomare e aree accesso ad entroterra, proprio per monitorare i movimenti in caso d’incendio. Via alla Rocca, via Laiolo, via Provinciale Pineta”.

“Il progetto doveva essere completato da questa amministrazione con altre 50 telecamere ma, come affermato, il sindaco rispose che non risolvendo altre erano le priorità. Ora ci si loda non già per uno dei sistemi più capillari, ma, più banalmente, di una manutenzione, quasi che le manutenzioni del paese debbano essere un fatto strategico e non l’ordinarietà; anche se abbiamo imparato che così non è. E come spesso accade nei commenti del sindaco e di questa amministrazione la storia di Spotorno non esiste, siamo all’anno zero. Nessuno ha fatto nulla”, hanno concluso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.