IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Attività online: i settori di tendenza su cui puntare

Acquisti di prodotti e servizi tramite il web: un mercato in espansione

Più informazioni su

A seguito della rivoluzione web, che ha cambiato letteralmente la vita alla popolazione di tutto il mondo, si stanno affacciando anche nel vocabolario degli utenti alcune parole, corrispondenti ad altrettanti concetti. Uno su tutti: e-commerce, ovvero tutta quella serie di attività di acquisto/vendita di prodotti tramite Internet.

Non solo oggetti: il mercato dei servizi

Non si parla comunque solamente di oggetti o di beni di largo consumo, visto che le transazioni riguardano sempre di più anche settori come quello dei servizi oppure dell’entertainment, basti pensare, ad esempio, alla prenotazione di strutture alberghiere attraverso il web oppure alle piattaforme di musica in streaming. I dati, negli anni, sono sempre più a favore di questa tendenza ormai irreversibile: si parla di un incremento, nell’ultimo decennio, con una crescita “a due cifre” costante e destinata all’aumento progressivo, a livello globale (e dunque, anche italiano nello specifico). Nell’anno 2017, secondo una recente ricerca di portata mondiale, 1,79 miliardi di persone (corrispondenti al 26,8% della popolazione) ha concluso almeno una transazione di acquisto via web. In Europa il valore di tale mercato è di oltre 600 milioni di euro, con una spesa media annua a persona che supera gli 800 euro, grazie anche alla sempre maggiore diffusione della tecnologia smartphone (il 28% degli acquirenti italiani, ad esempio, nell’anno di riferimento, ha acquistato tramite cellulare). Andando dunque più specificatamente ad analizzare la situazione italiana, si può notare come tale mercato, nel 2017 sia cresciuto di 11 punti percentuali rispetto all’anno precedente.

Le compravendite via Internet tra rischi e opportunità

Una delle attrattive principali del web è sicuramente la variabile-prezzo, spesso più basso rispetto agli stessi prodotti acquistati in un negozio fisico, con possibilità di confronto tra le varie opzioni e di analisi delle recensioni.

Ovviamente da questo consegue anche una maggiore attenzione sul problema della sicurezza anche a livello locale, visto che le transazioni comportano uno scambio di denaro online nonché la necessaria trasmissione di dati personali e a volte sensibili.

Ma vediamo quali sono i settori maggiormente interessati da questa tendenza in crescita. In riferimento al mercato italiano delle compravendite online e dell’acquisto di servizi, gli ambiti più corposi sono quelli del turismo e del tempo libero, che insieme conquistano una fetta del 70% rispetto al totale delle transazioni. Il successo crescente dell’e-commerce ha inevitabilmente portato al fiorire di nuovi siti e start-up, ma anche alla riorganizzazione degli assetti tradizionali in termini di sviluppo tecnologico. Cerchiamo di capire, in questa direzione, quali sono i settori di tendenza degli ultimi anni in Italia.

Attività online: quali sono i settori su cui puntare?

 I dati parlano chiaro. Nel 2017 i settori di traino dell’e-commerce in Italia sono stati, in ordine di relativa percentuale:

 

  • la salute e la bellezza
  • la moda
  • i generi alimentari
  • l’elettronica
  • l’arredamento per la casa

Tutto ciò oltre al già citato turismo, sicuramente una delle punte di eccellenza del nostro paese, grazie alle sue attrattive artistiche e naturalistiche, dai musei alle città d’arte, dal mare alla montagna, fino alle risorse dell’enogastronomia. Ma ci sono anche nuovi settori, magari impensabili fino a qualche anno fa… chi avrebbe mai pensato, ad esempio, quale ruolo avrebbero avuto gli influencer, e che sarebbero potute nascere nel futuro delle agenzie dedicate esclusivamente a loro? Un altro settore su cui incanalare energia per la creazione di start-up, possono essere le app, sempre più diffuse e diversificate, dalla prenotazione di una cena fino all’acquisto di biglietti per uno spettacolo, ad esempio. Un buon margine di successo è prevedibile anche per le sempre maggiori richieste di traduzioni linguistiche anche online, dato strettamente correlato al fenomeno della globalizzazione e dell’incontro tra culture e mercati. Lo stesso vale per le attività di baby-sitting e/o per l’assistenza agli anziani, visto il sempre minore tempo libero delle persone e alla flessibilità degli orari di lavoro, che rendono necessarie queste nuove professionalità, reperibili anche tramite specifiche app. Come si è detto, nuove frontiere si sono aperte anche per il comparto dell’intrattenimento, con l’e-sport in testa. A tale tendenza sono collegate una serie di attività, dai siti di recensioni come affidabile.org, che testano e verificano i siti specializzati di scommesse, fino allo sviluppo di videogiochi dedicati, passando per i servizi di streaming (in diretta e on demand), come dimostra la recentissima comparsa sul mercato della piattaforma DAZN.

Tante dunque le novità e le evoluzioni, per un nuovo modo di fare business da monitorare giorno per giorno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.