IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albissola, ecco mister Bellucci: “La squadra c’è, bisogna fare punti”. Vicino l’accordo per giocare a Savona risultati fotogallery

Il nuovo allenatore mostra fiducia, dichiarando di conoscere già i giocatori. Colla: "Per la questione stadio c'è stato un avvicinamento con il Savona"

Albissola Marina. Un punto in sette partite, oltre all’uscita di scena dalla Coppa Italia. L’impatto con il professionismo per l’Albissola è stato traumatico.

A farne le spese, come solitamente accade in queste occasioni, è stato il mister. Fabio Fossati, protagonista della trionfale cavalcata della scorsa stagione, è stato esonerato, nonostante il contratto biennale che lo legava alla società ceramista. All’indomani, ecco la presentazione del nuovo mister: Claudio Bellucci. Domani dirigerà il primo allenamento.

Alla presentazione, in un locale albissolese, erano presenti il presidente Claudia Fantino, l’amministratore delegato Gian Piero Colla, l’avvocato Marco Fontana e il direttore sportivo Andrea Mussi.

Claudio Bellucci conosce già la squadra: abitando vicino a Chiavari, ha visto tutte le partite interne. “Ci vorrà un po’ di tempo a far riprendere la squadra a livello mentale e di morale, però sono convinto delle sue potenzialità. Non vengo allo sbaraglio: ho accettato perché so che si può fare un grandissimo lavoro e non vedo l’ora di iniziare” dichiara il tecnico di origine romana.

“Possiamo giocare con vari moduli – spiega Bellucci -. Adesso voglio entrare sul campo e capire con i ragazzi quale può essere quello migliore per metterli a proprio agio. Bisogna dar loro sicurezze; oggi c’è stato un primo approccio, domani si inizierà a lavorare sull’idea di gioco. Questa squadra non deve aver paura di giocare e non deve avere dei cali durante la partita. Ora bisogna fare di più e bisogna fare punti, in fretta. Vedo in questa squadra una motivazione anche per me; il tempo è poco però bisogna fare di necessità virtù”.

“Non voglio affrontare le squadra parando i danni: voglio rasserenare i ragazzi per giocarcela con tutti – prosegue -. Bisogna preparare le partite nei dettagli, che possono fare la differenza, perché ho visto l’Albissola giocare bene ma magari prendere gol per un piccolo errore. Il mix deve essere al 100%: il giovane ha bisogno dell’esperienza dell’anziano, l’anziano ha bisogno dell’esuberanza del giovane. Sono fiducioso di natura. Mi piace l’umiltà e voglio dimostrarla sul campo“.

Bellucci ha già conosciuto la Serie C nel finale della scorsa stagione, ad Arezzo. “Logicamente i giocatori di categoria devono fare la differenza. Questa squadra può stare in Serie C, manca la continuità di risultati. Con il lavoro si può uscire da questa situazione”.

“Questa è una società molto giovane – spiega Colla -. Sapete cosa abbiamo fatto negli ultimi tre anni con sacrifici e difficoltà. Ci troviamo davanti una montagna da scalare. Abbiamo bisogno di qualcuno di carattere, che sia locale; abbiamo la fortuna che Bellucci conosce la metà dei nostri giocatori. A lui chiediamo molto; non è una scommessa, parliamo di un grande giocatore e di un uomo di carattere, di cui ha bisogno la squadra“.

“E’ chiaro – prosegue il patron – che ritengo la squadra in parte responsabile dell’esonero di Fabio Fossati: in campo ci vanno loro. Secondo il mio punto di vista è una squadra molto equilibrata. La nostra è una società virtuosa; sulla parte tecnica gli addetti ai lavori della Serie C ci dicono tutti che è una squadra forte ed equilibrata e non riescono a capire perché siamo lì. Io non ho mai messo il naso nelle questioni tecniche; sarà la società a decidere quali saranno gli eventuali aggiustamenti. Sarà la guida tecnica a decidere. Come secondo, terremo Amedeo Di Latte”.

L’occasione è stata utile per fare il punto sulla questione stadio. Urge interrompere l’esilio a Chiavari e si punta al Bacigalupo di Savona. “Oggi in Comune abbiamo avuto un incontro con l’assessore Scaramuzza – dichiara l’avvocato Fontana – e di alcuni funzionari. Le parti si sono avvicinate e spiegate, hanno parlato di quelli che possono essere gli obiettivi per noi come società e per il Comune che per la società Savona Fbc. Ci sarà a breve un sopralluogo per verificare le condizioni del campo da gioco, la possibilità di intervenire e quali interventi sono necessari. Poi ci sarà un ulteriore passaggio a breve, perché la nostra intenzione è quella di definire al più presto la posizione stadio per poterci concentrare eventualmente su soluzioni diverse”.

Colla precisa: “Tanti problemi sono stati risolti. Sappiamo quali sono le regole della Serie C sui terreni di gioco, quindi sarà un intervento importante. Non sono un nemico del Savona Calcio; mi piacerebbe presto andarlo a vedere giocare. C’è stato un avvicinamento: entro due settimane la questione sarà risolta. C’è bisogno di avvicinarsi a casa. Chiaramente devo ringraziare la Virtus Entella e i suoi dirigenti: senza di loro non ci saremmo iscritti”.

Resta comunque l’idea di costruire un impianto sul territorio albissolese. “Il progetto stadio va avanti – ribadisce Colla -. Credo che il Comune voglia farci fare lo stadio; noi ne abbiamo voglia. Anche imprenditorialmente, vogliamo farlo”.

Nel frattempo, l’Albissola ripartirà da Busto Arsizio, in trasferta con la Pro Patria: domenica alle ore 16,30 ci sarà il debutto di mister Bellucci.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.