IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Albenga, Ginetta Perrone sul “caso” di Verona: “Applicare la 194 significa anche aiutare le donne a non abortire”

"Se una donna vuole portare avanti la gravidanza ma non ha i mezzi per farlo, istituzioni e femministe dovrebbero pretenderlo con la stessa forza con la quale difendono il diritto all'aborto"

Più informazioni su

Federico Sboarina, sindaco di Verona, ha portato in Consiglio una mozione in cui NON chiede di cancellare e non va contro la legge 194, bensì propone di applicarla in particolare si punti 1,2,5 dove si legge che la donna va aiutata anche in maniera economica a superare le cause che la inducono all’aborto.

Si è scatenato il putiferio forse perché, come spesso accade anche nel nostro “parlamentino”le mozioni non vengono lette e ci si limita a intuire e dar fiato alle trombe per opporsi… Ecco vi consiglio di leggere l’intervista al sindaco, e lo consiglio anche alle numerose femministe che sono insorte…

Ricordo che dovrebbero essere a favore della donna, dovrebbero sostenere le donne.
Se una donna vuole portare avanti la gravidanza ma non ha i mezzi per farlo, ebbene le istituzioni debbono darsi da fare e le femministe in primis dovrebbero pretenderlo con la stessa forza con la quale difendono il diritto all’aborto.
Perchè anche questa di chiama Libertà.

Non la si vuole toccare la 194, la si vuole applicare.
Non è ammissibile che nel 2018 se una donna in gravidanza si reca ai Servizi Sociali del Comune di residenza ( parlo di Albenga perchè conosco questa realtà, ma immagino sia così in molti altri posti) si senta rispondere che “non possono fare nulla”e nella migliore delle ipotesi, quando sono proprio di buon umore, le indirizzano al Centro Aiuto Vita ingauno, dimenticando forse di averci tolto anche quella piccola convenzione che ci permetteva di comperare pannolini, latte in polvere e omogeneizzati per le mamme…
Auspico che in futuro le cose possano migliorare, ad Albenga e ovunque e che, con la stessa libertà con la quale una donna può abortire, possa anche scegliere di partorire.
Perché questo dice la legge 194, che in molti difendono ma che forse non hanno mai letto.

Quando le mamme arrivano da noi, non facciamo miracoli e non le convinciamo a partorire, proviamo solo a rimuovere le cause in materia economica che le inducono a questa scelta e loro Scelgono in tutta libertà, ma nel 90% dei casi (e non sono dati campati al vento ma documentati) scelgono di tenere il loro figlio. Basta poco ma nessuno ci pensa.
Concludo sconsigliando alle persone che non sono a conoscenza di come stiano in realtà le cose su Albenga di astenersi da commenti a spada tratta ricchi solamente di tanta ideologia ma soprattutto chiederei a chi opera nel settore, soprattutto all’ assessore ai Servizi Sociali di Albenga, Simona Vespo di riflettere, perchè loro ben sanno che dico la verità e prendere esempio dal Sindaco di Verona.

Ginetta Perrone

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.