IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agricoltura sociale e co-progettazione, a Quiliano ecco il nuovo orto sociale

Sabato 13 ottobre il taglio del nastro di “Tutti giù per Terra” a San Pietro in Carpignano

Quiliano. “Accogli e raccogli” questo lo slogan del nuovo Orto Sociale “Tutti giù per Terra” che sarà inaugurato sabato 13 ottobre alle ore 15 presso il parco di San Pietro in Carpignano.

Il progetto sperimentale, promosso dall’amministrazione comunale di Quiliano che ha messo a disposizione il terreno sito in località San Pietro in Carpignano, è stato co-progettato con l’associazione Autismo Savona “Guardami negli Occhi”, l’Azienda agricola Il Corbezzolo e le cooperativa Progetto Città e Solida con la finalità, attraverso la metodologia dell’agricoltura sociale, di favorire il recupero e l’inserimento di soggetti con sindrome di autismo.

“Nel nostro territorio manca un sistema integrato e funzionale che raccordi il sistema scolastico con i servizi territoriali e favorisca, al termine del percorso, l’inserimento lavorativo di giovani soggetti con autismo – commenta Roberto Besio, presidente dell’associazione “Guardami negli Occhi” –. L’obiettivo generale del progetto si propone di costruire un modello sperimentale di inserimento lavorativo e di integrazione sociale per giovani adulti, affetti da disturbo dello spettro autistico, nell’ambito della coltivazione agricola e delle attività ad essa connesse” conclude.

“Al tempo stesso consente di recuperare un terreno ormai incolto e di valorizzare la produzione agricola locale nonché, in una prospettiva futura, favorire la commercializzazione e la trasformazione in una logica di filiera corta, anche attraverso la possibile creazione di un punto vendita all’interno del parco”, conclude Mara Giusto, assessore con delega all’agricoltura e al Parco di San Pietro in Carpignano.

Il progetto sperimentale, dopo una fase preliminare che ha visto le famiglie degli associati e i loro figli, “prendere possesso” del terreno, vedrà la realizzazione di un orto con l’inserimento di 2/3 giovani con autismo, affiancati da un educatore della Cooperativa Progetto Città, con la supervisione di un professionista individuato dall’Asl 2 ed uno-due studenti dell’università, che intendano svolgere un tirocinio formativo nell’ambito del progetto.

L’obiettivo sarà quello di permettere un intervento lavorativo differenziato e costante nel tempo, i cui prodotti potranno essere messi a disposizione per l’acquisto da parte delle famiglie dell’associazione, di privati o di frequentatori del parco. Nel corso dell’inaugurazione sarà possibile conoscere il progetto e visitare l’orto “Tutti giù per Terra” con la giornata che sarà allietata Rinaldo Doro e Alice Pignolo con danze occitane e della tradizione popolare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.