IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Aggiungi un posto a tavola” alle scuole di Alassio: sindaco e assessore pranzano in mensa con i ragazzi foto

Melgrati e Macheda si sono sottoposti alla “prova” della nuova mensa a chilometro zero

Alassio. È ufficialmente partito il nuovo servizio di mensa scolastica per le scuole medie, le materne e primarie di Alassio. La gara europea che prevedeva prodotti bio a chilometro zero è stata vinta dalla Cooperativa italiana di ristorazione di Reggio Emilia. Stamattina il sindaco e l’assessore Macheda hanno “testato” menù e servizio al tavolo coi ragazzi della classe 2D.

Melgrati Macheda mensa scuola Alassio

La Cooperativa emiliana è molto nota nell’ambito delle mense aziendali e scolastiche che ha prontamente risposto alle richieste imposte dall’ufficio politiche scolastiche del Comune di Alassio e dall’Asl. Prodotti bio e a chilometro zero e, in prossimità delle festività anche menù della tradizione, tra le novità dei requisiti da soddisfare nell’ambito di un menù che dovrà contenere tutti i nutrienti imposti dalla apposita normativa, fondamentali per un sano apporto energetico e alimentare.

A vigilare sulla qualità, non solo l’Asl e i dirigenti scolastici, ma anche lo stesso assessore alle politiche scolastiche Macheda che, insieme al sindaco Melgrati, ha voluto provare personalmente il servizio, pranzando insieme ai ragazzi delle scuole medie trasferite presso l’istituto Salesiano.

“Credo sia doveroso per l’importanza del servizio non solo sotto il profilo economico amministrativo, ma per quello della salute dei nostri figli”, il commento dell’assessore.

“E’ stato un pranzo ottimo, – ha aggiunto Melgrati – e ci siamo complimentati anche per il servizio e la pulizia degli spazi dedicati alla mensa. Non ci stancheremo mai di ringraziare l’Istituto Salesiano per la disponibilità e l’accoglienza”.

La Cir gestirà l’appalto per quanto attiene le scuole primarie e materne per i prossimi tre anni, eventualmente rinnovabili. Per quanto attiene le scuole medie, recentemente trasferite presso l’Istituto Salesiano è stata attivata una ulteriore convenzione.

“Ancora una volta devo ringraziare i Salesiani perché non solo allo stesso costo dell’appalto pubblico, hanno accettato di allargare il servizio di mensa scolastica agli studenti delle nostre scuole medie, ma addirittura hanno adeguato il loro menù al nostro: prodotti bio, a km zero. Nei giorni scorsi, è partito anche il nuovo servizio di vendita dei buoni mensa anche presso l’ufficio politiche scolastiche per rendere sempre più agevole il servizio”, ha concluso Macheda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.