IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Viadotto Teiro a Varazze, Autostrade sfalcia il verde. Il Comitato: “Un autentico insulto per la gente”

"Una energica ripulita del versante su via Pizzorno è stato ancora una volta il simbolo delle incapacità, mancanza di volontà e arroganza della concessionaria"

Varazze. Ha scatenato l’indignazione e la protesta del Comitato Viadotto Teiro l’intervento di sfalcio del verde messo in atto questa mattina dalle Autostrade nella zona sottostante l’omonimo cavalcavia della A10 a Varazze.

“Dopo tre anni dall’ultimo intervento – spiegano dal Comitato – le Autostrade hanno inviato una squadra per lo sfalcio della vegetazione sul versante di loro competenza in fregio a via Pizzorno. Un’azione che non è sfuggita ai molti abitanti della zona i quali l’hanno subito accolta con grande entusiasmo. Rapidamente smorzato quando la responsabile dei giardini del Comune di Varazze, inviata espressamente dal sindaco Bozzano, ha preso contatti con il responsabile della squadra già sul posto, assieme a un rappresentante del comitato civico viadotto Teiro”.

“Il dialogo è stato un elenco delle cose che gli operai non dovevano o potevano fare. Non sarebbero state potate le piante di alto e medio fusto a rischio di cedimenti improvvisi, non sarebbero stati rimossi i resti dello sfalcio, non sarebbero stati impegnati gli addetti alla pulizia anche sul versante est di via Pizzorno. Quest’ultimo sito insiste su un passaggio pedonale sottostante sempre molto affollato di persone. Del dialogo (tra sordi) sul posto è stato subito informato il sindaco il quale si è messo subito in contatto con i funzionari e dirigenti della concessionaria per chiedere con forza un intervento di ripulitura più deciso e risolutivo. Non c’è stato nulla da fare. Autostrade sono state irremovibili sulle proprie posizioni. Il risultato, dopo una giornata e mezzo di lavoro dei pochi addetti, è stato a dir poco disarmante. Un autentico insulto agli abitanti del popoloso quartiere”.

Viadotto Teiro Sfalcio Verde

Proseguono dal gruppo: “Il versante è ora interamente ricoperto da un denso strato di sfalcio di vegetazione che, una volta rinsecchito, sarà facile preda di incendi anche solo dal lancio di una sigaretta accesa. Tra l’altro è venuta alla luce anche una preoccupante presenza di rifiuti vari, tra cui plastica e oggetti evidentemente caduti dal soprastante viadotto. Tutto lì, in bella vista. Inoltre, le piante ad alto e medio fusto, tra cui grandi eucaliptus, pini marittimi e larici, non sono stati potati, con gravi rischi di cedimenti improvvisi dei rami più lunghi. Il lato est della strada, poi, non è stato neppure guardato dagli addetti. Seppur con queste gravi carenze, sono riapparsi da sotto la vegetazione i gradi vasconi di raccolta delle acque piovane, peraltro mai spurgate dalla Concessionaria, con grave pregiudizio della stabilità di parte del versante a lato del viadotto. Di queste sarà a breve divulgato un documento fotografico per chiedere ancora una volta interventi incisivi a tutela dell’incolumità delle persone”.

Il comitato viadotto Teiro di Varazze denuncia ancora “una volta l’arroganza, trasandatezza e incapacità di una società indegna del vivere civile. E denuncia all’opinione pubblica la mancanza di volontà di affrontare anche i più piccoli problemi di coesistenza con i cittadini, trattandoli sempre come sudditi di un potere forte che non intende dialogare con nessuno”. Il comitato punta il dito “su una vicenda apparentemente minima come lo sfalcio della vegetazione eseguita in modo insufficiente, per sollevare prossimamente le questioni ben più consistenti della staticità e criticità del viadotto, temendo di dover affrontare lo stesso atteggiamento carente e allarmante”.

“Noi non siamo sudditi delle Autostrade. Chiediamo che a questa società sia revocata definitivamente la concessione della A10. La nostra comunità vuole essere ascoltata assieme al Comune di Varazze che appoggia le legittime istanze sulle criticità del viadotto Teiro e vogliamo un’indagine tecnica indipendente, escludendo le Autostrade. Basta incapacità e mancanza di volontà di fronte a precise richieste dei cittadini per la prevenzione e la sicurezza di tutti”, conclude il Comitato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.