IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, va in pensione il segretario comunale Giovanni Lombardi

Il ringraziamento del sindaco: "Un dirigente integerrimo, di elevata professionalità e dal caloroso tratto umano"

Varazze. Il 28 settembre sarà l’ultimo giorno di lavoro “per raggiunti limiti di età” per il dottor Giovanni Lombardi, attuale segretario generale di Varazze dove era arrivato nel gennaio del 2015.

“Era una notizia attesa in quanto il dottor Lombardi già da tempo aveva maturato il diritto alla pensione, ma aveva voluto rimanere in servizio fino all’ultimo giorno a dimostrazione dell’attaccamento al lavoro che lo ha sempre contraddistinto in tutti i suoi lunghi anni della sua brillante carriera” spiegano dal Comune.

Lombardi, che ha iniziato la sua lunga carriera in alcuni Comuni del Torinese nel 1979, ha sempre interpretato il suo ruolo con grande attenzione al funzionamento e alla razionalizzazione della “macchina comunale” e ai rapporti con i cittadini. “In questi anni il Dr. Lombardi ha fortemente innovato la struttura amministrativa del Comune di Varazze. Questo ‘umile uomo delle istituzioni’ (così ama definirsi) in Liguria è stato il garante del Piano triennale della trasparenza e dell’anticorruzione ed anche in precedenza è stato più volte inviato da vari Prefetti in Comuni afflitti da gravi problemi amministrativi o commissariati” ricorda il sindaco Alessandro Bozzano.

“Ci lascia per andare in pensione un dirigente integerrimo, di elevata professionalità e dal caloroso tratto umano che, insieme alle doti morali, ha consentito e favorito una proficua collaborazione tra i responsabili politici e il personale del Comune di Varazze favorendone il confronto. In piena sintonia con i Dirigenti ha fatto istituendo la Conferenza settimanale dei Dirigenti, vera e propria cabina di regia dell’attività amministrativa di Varazze. Porta la sua firma la riorganizzazione del settore dell’Urbanistica e dell’Edilizia privata che ha consentito di ridurre notevolmente il tempo di attesa per il disbrigo delle varie pratiche” prosegue il primo cittadino.

“In tutta la sua carriera il Dr. Lombardi è stato un nemico giurato e implacabile della cosiddetta ‘burocrazia difensiva’ e cioè dell’atteggiamento diffuso tra i funzionari pubblici di evitare di prendere decisioni per non correre rischi. Lui, al contrario, ha sempre percorso la strada della legittimità e della semplificazione per far sentire i cittadini ‘padroni’ del loro Comune. Particolare attenzione ha dedicato ai dipendenti programmando ore e ore di formazione” concludono dal Comune di Varazze.

“E’ nostro dovere – dice il dottor Lombardi – saper ascoltare i dipendenti, immedesimarsi nei loro problemi, pensare che prima di essere dei dipendenti sono delle persone con proprie idee, proprie esigenze, proprie caratteristiche. Infondere la consapevolezza dei propri diritti ma anche e soprattutto dei propri doveri. Con l’arrivo del fatidico ultimo giorno di lavoro sento il desiderio di esternare la mia gratitudine verso tutte le persone che a vario titolo hanno sostenuto e hanno apprezzato il mio operato. Ringrazio innanzitutto il Sindaco Alessandro Bozzano per avermi dato delle responsabilità che non potevano prescindere da un rapporto di fiducia e di stima reciproca, un rapporto che ci ha consentito di superare alcune difficoltà e di raggiungere i traguardi prefissati. Ringrazio gli Assessori e i Consiglieri comunati tutti con i quali ho instaurato un rapporto costruttivo e positivo, ma soprattutto ringrazio i collaboratori che hanno lavorato al mio fianco senza frapporre limiti di tempo e di orario. Esprimo a tutti un sincero augurio di un futuro pieno di soddisfazioni, sia dal punto di vista professionale che personale. Vi lascio con sinceri sentimenti di orgoglio per aver avuto il piacere di conoscervi e aver potuto lavorare con molti di voi” conclude il dottor Lombardi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.