IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spotorno, minoranza all’attacco sul contenzioso del Comune con società per opere di urbanizzazione

Anziché la nuova scuola era stato previsto il versamento di 913 mila euro

Spotorno. Minoranza all’attacco dell’amministrazione comunale a Spotorno sulla vicenda del contezioso aperto con la società Echinacea S.r.l., già dichiarata fallita. I consiglieri comunali del gruppo “Spotorno che Vorrei”, Franco Bonasera e Salvatore Spiga, hanno presentato una interpellanza che sarà discussa nel prossimo Consiglio comunale.

Nel mirino del documento presentato dall’opposizione alcune opere di urbanizzazione stabilite nella transazione giudiziale.

Dice il capogruppo Franceso Bonasera “Con l’iniziativa assunta dall’allora Commissario Prefettizio in data 31/05/2016 si definì il contenzioso con gli aventi causa della Società fallita Echinacea Srl. L’atto prevedeva invece della costruzione della scuola in località Baxie, il versamento di 913.100 euro regolarmente avvenuto, con la maggioranza che decise di utilizzare diversamente tale somma. Anche nel rispetto di chi ha versato vorremmo conoscere la destinazione di tale fondi che incrementando maggiori entrate hanno consenti maggiori spese. Ci interessa sapere – aggiunge Bonasera – visto che un condomino non ha versato quale iniziative il sindaco ha messo in atto per tutelare gli interessi pubblici.”

Aggiunge il consigliere Massimo Spiga “con la firma della transazione entro due mesi il Comune doveva entrare in possesso, tra l’altro, del parcheggio pubblico rappresentato da 39 posti auto e del terreno. Fino ad oggi ciò non è avvenuto. Ed il sindaco che ci darà spiegazioni in merito è responsabile del mancato introito dei posti auto che potevano essere messi a pagamento per ben due stagioni estive, conclude Spiga”

Ecco l’interpellanza: “Chiediamo l’elenco dettagliato delle spese indicate in bilancio grazie agli oneri versati dai componenti del condominio “Borgo La Serra” ce per quale motivo l’amministrazione comunale non ha preso in carico, nei termini stabiliti dall’atto di transazione, il parcheggio pubblico illuminato composto da 39 posti auto che, così come regolamentato in zona, potevano essere destinati in tutto o in parte a pagamento per le stagioni estive 2017 e 2018 con indubbi introiti per le casse comunali” dicono i consiglieri.

“Come il sindaco Fiorini giustifica il mancato introito per l’amministrazione comunale considerato che il parcheggio risultava ancora non accessibile a tutti al 30 agosto scorso; per quale motivo l’Amministrazione Comunale non ha ancora preso in carica l’area verde come previsto dalla convenzione a suo tempo sottoscritta”.

“Quando verrà utilizzata l’area verde? Quale iniziative ha assunto nei confronti di un avente causa del condominio “Borgo La Serra” che ci risulta non abbia ancora provveduto a versare la quota di sua spettanza, considerato ha facoltà di agire?” si chiede il gruppo “Spotorno che Vorrei”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.