IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sport, gusto, arte e storia: ecco cosa fare nel fine settimana in provincia

Outdoor e solidarietà con Finale for Nepal, a Millesimo la Festa del Tartufo

Provincia. È un autunno “caldo”: no, non inteso come la stagione degli scioperi e delle rivendicazioni sindacali (che pur ci sono!) ma come il prolungamento dell’estate da un punto di vista sia metereologico (con le temperature ancora alte) sia soprattutto dei tantissimi eventi da vivere, vedere e gustare nel Savonese.

In quest’ultimo fine settimana di settembre è immancabile lo sport benefico (in tutti i sensi!) di “Finale for Nepal”, iniziativa che ogni anno unisce l’attività fisica outdoor a numerosi progetti di solidarietà. Si rinnova anche il pregiatissimo appuntamento con la Festa del Tartufo di Millesimo, giunta alla sua ventiseiesima edizione, che avrà per “testimonial” l’espertissimo critico Bruno Gambarotta.

Torna di scena l’arte con una mostra sui gruppi parrocchiali di Calice Ligure e una del genovese Emilio Scanavino nella caruggesca via Spinola a Savona. Sempre in tema di cultura Noli rivive gli antichi fasti del passato con un’emozionante rievocazione storica al “Castello”. Nella Valle di Vado si mangia, si beve e ci diverte in allegria e in compagnia della SOMS “Pace e Lavoro”. A Varazze infine si risente il profumo del mare e del pesce mediterraneo.

Tante cose, come potete vedere! E non è finita qui: nella nostra aggiornatissima agenda IVG Eventi ci sono ancora tantissimi eventi da vivere, vedere e gustare.

Casa del Console Calice Ligure

Calice Ligure. Al Museo d’Arte Contemporanea Casa del Console, in via Roma 61, è possibile visitare la mostra “Non cambierei proprioniente”, che celebra i vent’anni dalla fondazione dei gruppi parrocchiali a Calice Ligure che hanno coinvolto nel tempo più di mille persone in un paese di poco più di 1700 abitanti. I “gruppi” per tantissimi ragazzi sono i protagonisti di gran parte dei ricordi felici d’infanzia: le amicizie, le prime volte in tenda, l’emozione del viaggio, l’autonomia organizzativa, la creatività artistica.

Le antiche sale presenteranno al pubblico gli oggetti creati e collezionati in venti anni di vita di un’esperienza formativa unica che ha coinvolto la comunità di Calice Ligure. Ogni singolo manufatto esposto testimonia la dedizione di parroci e di responsabili che si sono avvicendati nel seguire la crescita di più di 350 ragazzi, dal 1999 ad oggi.

Oltre alla raccolta delle diverse testimonianze la mostra è l’occasione per riunire le memorie di tutti i partecipanti ai gruppi Parrocchiali di Calice Ligure: i responsabili hanno infatti dedicato l’inverno ad una vera e propria “caccia ai ricordi” tramite l’invio di un questionario a più di settecento persone, genitori inclusi.

Oltre alle risposte dei tanti partecipanti, sono stati elaborati diversi studi da parte di professionisti quali Gabriele Mina (antropologo), Chiara Lena (psicologa), Luisa Barcella (neuropsichiatra infantile), Anna Campora (ex docente di pedagogia e filosofia), Adriana Pavese (insegnante), Maresa Straneo (insegnante), Chiara Tassinari (illustratrice), Giulia Scarrone (Dottoressa in Scienze Pedagogiche e dell’Educazione).

“Abbiamo progettato l’allestimento immaginando una scatenata tribù di indiani d’America che invada il museo, il raffinato piano nobile è stato ripensato come un villaggio Navajos costruito con materiali poveri e bamboo raccolti localmente per l’occasione.” racconta il responsabile della curatori Pietro Rosso, insieme agli altri autori della mostra. Il bamboo è lo strumento che ha permesso di stravolgere la struttura delle sale del Museo e l’elemento estetico-simbolico unificatore di tutti gli spazi e di tutte le diverse forme di allestimento.

Il materiale esposto è originale e fornito quasi interamente dalle famiglie dei partecipanti che hanno conservato negli anni i cimeli e i ricordi legati alla loro vita nei gruppi. Sarà esposta una grande varietà di oggetti e materiali che da vent’anni a questa parte hanno caratterizzato le attività dei gruppi.

Inaugurazione sabato 29 settembre ore 18
Orari: sabato e domenica dalle 16 alle 19, altri giorni su appuntamento al 01965433 (telefonare al mattino) / 3406354018

Mostra “Non cambierei proprioniente”

Finale for Nepal

Finale Ligure. “Finale for Nepal” unisce lo sport a numerosi progetti di solidarietà, alcuni già in corso ormai da anni, altri del tutto nuovi, alimentati dalla generosità di chi sceglierà di partecipare sia come atleta sia come spettatore. Anche quest’anno avremo ospiti da tutto il mondo da ammirare in azione sui blocchi o ascoltare in uno dei numerosi incontri.

Torna anche in questa edizione il Best Trick Rock Slave by Ferrino & La Sportiva: da un’idea di Marzio Nardi quattro atleti di grande spessore, con quattro blocchi tracciati da loro, si sfideranno fino all’ultima presa.

Quest’anno saranno ospiti Alessandro Palma, Elias Lagnemma (vincitore Coppa Italia), Stefan Scarperi (Nazionale italiana) e Michael Piccolruaz (Nazionale italiana).

PROGRAMMA

Venerdì 28 settembre

ore 17 Inaugurazione del nuovo negozio “La Sportiva” a Finalborgo
ore 17:30 si va a correre con Jono Wyatt e a scalare con Pietro dal Pra e atleti LA SPORTIVA sui blocchi preparati per l’evento. A disposizione TEST SHOES da provare con gadget ai partecipanti
ore 19 Rinfresco allestito in negozio con birra e finger food
ore 19 Lambertz Via Nicotera
ore 19:45 taglio della fettuccia inaugurale e taglio della torta
ore 20 gara di corsa Vibram Night Trail
ore 21 4Sixtyfive Via Nicotera
ore 21 presentazione in auditorium di Luka Krajnc, atleta La Sportiva

Sabato 29 settembre

ore 9 Cerimonia di apertura i monaci tibetani iniziano il mandala
ore 10 – 18 Dj set a cura di Rankin Fabio Groove Yard sound Piazza nuova
ore 16 Yoga del kashmir in sala Capriate
ore 16 – 17 Per i più piccoli: gioca e arrampica con Suxgiù in Piazza Centrale
ore 16 – 18 Laboratorio di Circo con Equilibrismo, Acrobatica aerea e Giocoleria
ore 18 Pick a two Via Nicotera
ore 19 Massaggi sonori con le campane tibetane in sala Capriate
ore 19 – 21 Animazione itinerante sui trampoli
ore 19 Vespu surdu Porta Testa
ore 19:15 Federica Mingolla presenta il suo alpinismo al femminile
ore 20:30 Premonition band Via Nicotera
ore 21 Proiezione Duality, lo sport al femminile con Yulia Baykova, Audrey Bassac, Laetitia Roux.
ore 21 Bagno sonoro in sala Capriate
ore 21:30 Circo Incerto Fire Show, spettacolo di giocoleria col fuoco e sputafuoco a cura di Circo Incerto
ore 21:30 i Los Locos Armando’s Porta Testa
ore 23 Edu (Play Crew) + Mr Puma live mc Porta Testa

Domenica 30 settembre

ore 8:30 Iscrizioni trekking con lo sherpa in compagnia degli autori di Finale ’68
ore 10 Yoga del Kashmir a Castel S. Giovanni
ore 10 – 18 Dj set a cura di Dj Turbo Porta Testa
ore 10:30 Partenza Fly Vibram Trail e Namaste Trail
ore 14 – 19 Società Filarmonica di Finalborgo per le vie del borgo
ore 15 Massaggi sonori con le campane tibetane a Castel S. Giovanni
ore 16 Proiezione del docufilm “Finale ’68”, 50 anni di arrampicata a Finale Ligure
ore 16 Musiche e danze dall’Africa occidentale con Ousmane Traore e Elisa Acquati con musica dal vivo in piazza Aicardi
ore 16 – 17 Per i più piccoli: gioca e arrampica con Suxgiù in piazza Centrale
ore 16 – 18 Laboratorio di Circo con Equilibrismo, Acrobatica aerea e Giocoleria
ore 18:30 – 20:30 Animazione itinerante sui trampoli a cura di Circo Incerto
ore 18 In auditorium Angela Ruffino presenta “I 3 amuleti della sciamana”, Viaggio in Mongolia tra Nomadi, Angeli e Sciamani
ore 18 Vito e le orchestrine Via Nicotera
ore 18:30 Low light Porta Testa
ore 20 Distruzione del mandala e chiusura della festa
ore 20:30 Persuaders Via Nicotera
ore 20:30 Pullin and the little mice Porta Testa
ore 21:30 Circo Incerto Family and Friends, spettacolo di strada con performers grandi e piccini

Tutti i giorni cibo e spettacoli dal vivo, area espositiva, sessioni di yoga, slack line e tessuti aerei.

In piazza Aycardi dalle 9 alle 19, da venerdì a domenica escursioni guidate ogni mezz’ora durante le quali si potranno testare vari prodotti. Iscrizione on line su www.flow-festival.it e www.outdoortest.it.

Finale for Nepal 2018

Trifole tartufo

Millesimo. Un mondo affascinante, raccontato da poeti e scrittori e interpretato da vignettisti e umoristi. A parlare del tartufo quest’anno un ospite d’eccezione, l’eclettico Bruno Gambarotta, scrittore dai noti interessi enogastronomici. Sarà lui il padrino della XXVI Festa del Tartufo “MilleTartufi 2018”.

L’enogastronomo e giornalista Claudio Porchia, presidente dei Ristoranti della Tavolozza, più volte graditissimo ospite di Millesimo, sarà sul palco con Gambarotta in un’intervista, o meglio, in un colloquio tra amici, entrambi scrittori e sapienti gastronomi.

“Rispettiamo i tempi di maturazione del prezioso frutto della terra per stabilire le date della manifestazione. Il tartufo è il vero protagonista e tutta l’organizzazione gli ruota intorno – dichiara l’assessore al Turismo Andrea Manconi – Con la fondamentale collaborazione dell’Associazione Tartufai e il coinvolgimento di tutto il paese siamo ormai giunti ai dettagli finali. Il tartufo per Millesimo rappresenta leggenda e cultura oltre che economia e turismo”.

Il tartufo è strettamente legato al territorio che lo ospita, che deve mantenere un preciso ecosistema con l’attivazione di una pulizia annuale delle principali tartufaie di bianco pregiato da rovi e infestanti e la messa a dimora di giovani piante tartufigene a rimpiazzo di alberi abbattuti o morti. Con la creazione di un’apposita carta di identità del tartufo della Valle Bormida, che ne certifica specie e provenienza, Millesimo investe sul pregiato fungo e di conseguenza sul territorio in una sinergia che diventa volano per le attività commerciali, artigianali, turistiche della zona.

PROGRAMMA

Venerdì 28 settembre

ore 9 piazza Italia – Apertura Mercato del Tartufo e dei Prodotti Tipici
ore 11:30 Giardini Pubblici – Apertura ufficiale XXVI Edizione “I Piccoli Tartufai e l’albero che verrà”. Momento conclusivo di un percorso formativo in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Lele Luzzati” a cura di Save the Truffle
ore 17 Castello Del Carretto – Inaugurazione mostra “Forme d’Arte al Castello”
ore 19 PalaTartufo piazza Italia – Ritrovo per la Notte del Tartufaio. Ricerca in notturna attraverso le tartufaie di Millesimo con l’Associazione Tartufai e Tartuficoltori Liguri
ore 21 Palco di piazza Italia – Babilonia Ethnic Band. Concerto di beneficenza con musica anni ’80 a sostegno dell’Associazione Cresc.i per portare un sorriso ai bambini ricoverati presso il reparto di Pediatria e Neonatologia dell’Ospedale San Paolo di Savona

Sabato 29 settembre

ore 9 piazza Italia – Apertura Mercato del Tartufo e dei Prodotti Tipici
ore 10 vie del borgo – Sfilata Banda Musicale “A. Pizzorno”
ore 13:45 Palco di piazza Italia – Concerto allievi scuola della Banda Musicale “A. Pizzorno”
ore 14:30 Giardini Pubblici – Gara Nazionale di Ricerca al Tartufo
ore 15 vie del borgo – Sfilata storica del Gruppo La Fenice del Vasto
ore 15 Pedana di piazza Pertini – Baby Dance a cura di A.S.D. Atmosfera Danza, diretta da Gabriella Bracco
ore 16:30 palco di piazza Italia – Complesso musicale “Quelli degli Anni ‘60”
ore 17:30 Pedana di piazza Pertini – Esibizione di ballo a cura di A.S.D. Atmosfera Danza, diretta da Gabriella Bracco
ore 18:30 Palco di piazza Italia – Premiazione Gara Nazionale di Ricerca al Tartufo
ore 20 Palco di piazza Italia – Presentazione prima squadra A.S.D. Millesimo Calcio
ore 20:30 Pedana di piazza Pertini – Ballo da Sala a cura dei maestri Linda Chiola e Luciano Bonora
ore 21 Teatro Lux – La Compagnia Due Passi con il Comico presenta “La guerra di Ilio”
ore 21:15 Palco di piazza Italia – Luca Colombo Project (gruppo di musicisti che da decenni collaborano con i più grandi artisti italiani), miscela rock-pop-jazz da pezzi originali di Luca Colombo a Miles Davis, Hendrix, Beatles, etc. – Luca Colombo (Chitarra), Max Mùller (Batteria), Viktor Fiorilli (Basso e voce), Alain Scaglia (Tastiere e voce)
a seguire – Gianni Rossi Show. Direttamente dal red carpet del Festival di Sanremo Gianni Rossi, oltre a presentare il concerto, proseguirà la serata nel farvi cantare e ballare fino a tarda notte

Domenica 30 settembre

ore 9 piazza Italia – Apertura Mercato del Tartufo e dei Prodotti Tipici
ore 11 Palco di piazza Italia – Convegno tematico Associazione Nazionale Città del Tartufo con la presenza di Regione Liguria, Associazione Nazionale Città del Tartufo e amministratori locali
ore 12 vie del borgo – Incursioni musicali de I Demueluin
ore 14:45 Palco di piazza Italia – Alfio Badano “Il Trio” Swing Music
ore 15 Pedana di piazza Pertini – Esibizione di Ballo a cura di A.S.D. Arte Danza Carcare, diretta da Adriana Trinetti
ore 15:30 PalaTartufo piazza Italia – Ricerca Simulata del Tartufo
ore 17 Palco di piazza Italia – Conversando liberamente tra libri e tartufo con Bruno Gambarotta
ore 17:30 Pedana di piazza Pertini – Corsi Hip Hop e Street Lab “Planet Fitness Palestra” (insegnante e coreografa Elisa Spilimbergo)
ore 18 Palco di piazza Italia – Show Cooking “Il Tartufo secondo lo Chef” in collaborazione con il Ristorante Quintilio di Altare. Presenta Bruno Gambarotta
ore 19:10 Palco di piazza Italia – Claudio Cinquegrana & Lorena De Nardi (musica internazionale)
ore 20:30 Pedana di piazza Pertini – Esibizione Balli Latinoamericani e Show Dance, diretti dal maestro Tommaso La Rocca
ore 21:30 Palco di piazza Italia – Serata in ricordo delle vittime del crollo del ponte Morandi. Aldo Ascolese canta “La poesia De Andrè” (coro e orchestra dal vivo). Partecipazione straordinaria di A.S.D. Atmosfera Danza

XXVI Festa Nazionale del Tartufo

Noli Castello Monte Ursino

Noli. Da secoli il castello di Monte Ursino troneggia maestoso sulle alture di Noli stagliandosi in uno più suggestivi scorci della riviera ligure e per due giorni rivivrà delle stesse emozioni che ne hanno visto i fasti del passato. Il castello di Monte Ursino – o “castello di Noli” com’è più noto – torna al Medioevo ospitando al suo interno nelle giornate di sabato 29 e domenica 30 settembre diversi figuranti e gruppi storici, che offriranno all’interno delle mura autentici momenti di vita del Medioevo.

Organizzata dal Gruppo Storico “La Medioevale” con il Centro Storico Culturale “Civitas Nauli”, che gestisce il castello e le visite guidate al suo interno sin dalla sua riapertura a seguito dell’imponente opera di restauro, la prima edizione di “Medioevo al Castello” si terrà sabato 29 e domenica 3 settembre, ricca di sorprese e carica di aspettative.

Per l’intero fine settimana, a partire dal mattino, i visitatori potranno godere di un percorso che includerà ogni angolo del castello, e che vedrà unire punti di didattica storica con gli antichi mestieri ed attività come, ad esempio, l’accensione del fuoco con tecniche storiche, la mostra delle armi medievali, la ricostruzione dell’antica taverna del castello, le gare di tiro con l’arco o l’esposizione dei rapaci con le suggestive dimostrazioni di falconeria.

Dame e cavalieri, giullari e falconieri, artigiani, mercanti ed arcieri affolleranno dunque il castello, accompagnando i visitatori in un viaggio indietro nel tempo, il quale sarà scandito anche da una lunga serie di spettacoli nel corso delle giornate, con le prove di talento di giullari ed equilibristi, cavalieri in camicia ed armatura pronti a sfidarsi a singolar tenzone, e nobili e popolani che muoveranno i passi sulle note delle danze del Rinascimento.

Protagonisti di “Medioevo al Castello” sono nomi d’eccezione nel panorama rievocativo italiano, riuniti nelle mura dell’antico maniero di Monte Ursino, insieme ai rievocatori della “Medioevale” ed agli arcieri di “Civitas Nauli”, ci saranno gli artisti dei Giullari del Carretto e i falconieri del gruppo “Il mondo nelle Ali – la Cascina” con i loro splendidi animali.

Non viene tralasciato neanche l’appetito: calati nelle atmosfere del medioevo, i visitatori troveranno anche il banco gastronomico dell’Associazione di volontariato “Briciole di solidarietà”, i cui volontari, nella stessa cornice del castello, potranno ristorare i languori dei visitatori senza abbandonare le mura, e consentendo così di assaporare fino all’ultimo il medioevo che ritorna al castello.

“Medioevo nel Castello” è il frutto del sodalizio nato tra le associazioni e i gruppi storici succitati, che portano a Noli un progetto già collaudato in passato, e che si arricchisce questa volta con le visite guidate nel castello a cura dello stesso Centro Storico “Civitas Nauli”, offrendo così al pubblico un programma completo: spettacoli, animazione, didattica, cultura, il tutto godendo della vista mozzafiato di uno dei più belli scorci della riviera.

Ingresso: adulti 8 €, ragazzi 10-17 anni 4 €, bambini 0-9 anni gratuito

“Medioevo al Castello” – Prima edizione

Emilio Scanavino Mostra Vico Spinola

Savona. La Galleria Vico Spinola presenta una mostra personale del noto artista genovese Emilio Scanavino a cura di Daniele e Julian Tiscione. Un’esposizione che raggruppa alcune opere pittoriche e ceramiche che coprono il periodo dagli anni Cinquanta fino 1986, anno della scomparsa dell’artista. Questi sono gli anni d’oro in cui Scanavino caratterizzò la sua ricerca artistica e la sua esperienza segnico informale.

Grazie a quest’ampio arco temporale, presentato nell’esposizione, è possibile vederne gli sviluppi e le connotazioni tipiche del suo linguaggio. Scrive Francesca Bogliolo nel testo in catalogo: “L’alfabeto segnico si snoda davanti ai nostri occhi come un labirinto senza uscita dall’interiorità riflettente, capace di condurci in una dimensione archetipica attraverso una scarnificata simbologia informale. Tra gli intrecci che si snodano come dedali senza uscita, unico protagonista resta il nodo, vero perturbante capace di condurre in un’altra dimensione rivelando l’indagine sullo superficie, saldo testimone di una presenza che è già memoria, volontà di perdurare nello spazio”.

Inoltre le opere in ceramica ci ricordano la felice collaborazione di Scanavino con le Ceramiche Mazzotti di Albisola e la sua partecipazione al vivido fermento culturale che caratterizzò Albisola proprio a partire dagli anni cinquanta che permise all’artista genovese di confrontarsi con artisti internazionali quali Lucio Fontana, Asger Jorn Wilfredo Lam ed Enrico Baj.

Orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 15,30 alle 19,30 – sabato dalle 10,30 – 12,30 e dalle 15,30 alle 19,30 – domenica dalle 10,30 alle 12,30

“Emilio Scanavino” – Mostra alla Galleria Vico Spinola

polenta

Vado Ligure. La Società Operaia di Mutuo Soccorso “Pace e Lavoro” della Valle di Vado organizza da venerdì 28 a domenica 30 settembre la Sagra della Polenta e Porchetta. Le cucine saranno aperte tutti i giorni a cena dalle ore 19, domenica anche a pranzo da mezzogiorno. In caso di maltempo sono disponibili posti al coperto.

Le serate saranno accompagnate da buona musica: venerdì 28 settembre Orchestra Rossella, sabato 29 settembre Robbi DJ, domenica 30 settembre Slot Machine Band. L’organizzazione ringrazia la squadra di Protezione Civile per la collaborazione.

Sagra della Polenta e Porchetta

Spiaggia, pesce fresco

Varazze. Sabato 29 settembre appuntamento con la quinta edizione di “A Pesca e u Ma’”, l’evento conclusivo del “R.estate a Varazze”, il programma estivo di iniziative ambientali promosso dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Varazze. Nella darsena antistante il Museo del Mare si potrà trascorrere un pomeriggio all’insegna di dimostrazioni, giochi, laboratori didattici e creativi per piccoli e non solo sul tema di mammiferi marini e sul tema del riciclo dei rifiuti a cura del Centro di Educazione ambientale comunale.

Sarà possibile incontrare i pescatori che ci mostreranno il loro pescato del giorno nonché le modalità di pesca dei cefalopodi grazie alla disponibilità dell’Associazione Pesca Sportiva di Varazze e al Gruppo Pesca LNI, curiosità sulla barca a vela e il Kayak fishing a cura del Varazze Club Nautico e cosa può essere realizzato con il recupero delle vele dismesse, nonché le preziose realizzazioni dei maestri d’ascia al Museo del Mare.

Inoltre con la collaborazione della Marina di Varazze tramite i sub Techdiving Savona verrà effettuata una dimostrazione della pulizia dei fondali del porto turistico. Il tutto alla presenza della Capitaneria di Porto, che come tutti gli anni si rende disponibile agli utenti per informazioni sul loro prezioso operato in mare.

I più piccoli potranno divertirsi con un gioco sulla pesca sostenibile ed essere trasformati con il truccabimbi a cura del CEA in divertenti creature marine.

“A Pesca e u Ma’” è un evento dedicato al mare, al Santuario dei Cetacei, alla pesca sostenibile con particolare attenzione alla scoperta delle tradizioni locali, degli antichi e nuovi mestieri marinareschi, che ha visto dalla sua nascita nel 2014, sempre più partecipazione e curiosità da parte di cittadini e turisti interessati al mondo marino.

“A Pesca e u Ma’ 2018”

Bergeggi. Venerdì 28 settembre il Crcs Bergeggi, aderente ad Arci Savona, in collaborazione con il “Bergeggi Caffè”, organizza la prima Sagra Autunnale con birra artigianale di Sassello, stinco, stufato d’asino, polenta, ravioli, trofie di castagne e tanto altro. Serata musicale con Roberto e Francesca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.