IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ponte Morandi, Battelli: “Genova tradita da politica assente”

La promessa: "Si rialzera' anche questa volta, ma con la certezza che ora non sara' piu' sola"

Più informazioni su

Genova. “Una tragedia che poteva e doveva essere evitata. Ancora si stenta a credere che sia stata inferta una simile ferita a una città come Genova, la mia città”. Così il deputato del M5S, il ligure Sergio Battelli, durante il suo intervento in Aula alla Camera in merito al crollo del ponte Morandi del 14 agosto 2018. “Il Ponte Morandi e’ il simbolo di un’Italia tradita dalle istituzioni – ha proseguito il portavoce M5S – perche’, quando i profitti di pochi prevalgono sui diritti di tutti, viene meno il senso stesso dello Stato”.

“Grazie al MoVimento 5 Stelle, sappiamo che la concessione di autostrade ai Benetton e’ stata un regalo clamoroso che gli ha consentito di fare gli imprenditori non con il loro capitale, ma con quello dei cittadini” ha dichiarato il portavoce M5s a Montecitorio.

“Oggi qualcuno anche qui dentro dovrebbe farsi un esame di coscienza, perché chi aveva il dovere di rappresentare le istituzioni e difendere la vita dei cittadini in realta’ ha difeso solo i propri interessi o quelli di chi gli garantiva un tornaconto politico ed economico. Questa politica e’ indegna – prosegue Battelli – e chi ha voltato le spalle ai cittadini sara’ chiamato a rispondere delle proprie responsabilita’”.

“Alle persone che hanno perso la casa e che stamattina si trovava davanti alla Regione dico che le capisco, comprendo la loro rabbia e la loro frustrazione. Noi faremo di tutto per sostenere la rinascita di Genova – assicura il deputato M5S – intanto abbiamo stanziato subito 33,5 milioni di euro e avviato la procedura di revoca della concessione. D’ora in avanti valuteremo, di volta in volta, se sia meglio nazionalizzare o rinegoziare i contratti in essere ma, soprattutto, faremo cio’ che scandalosamente chi ci ha preceduti non ha fatto: vigilare attentamente sull’operato dei concessionari”.

“Al Governo del cambiamento pero’ spetta non solo rifare un ponte, ma ricostruire dalle macerie un nuovo paradigma di Stato, ricucire il rapporto di fiducia con i cittadini, garantire giustizia e verita’ alle vittime affinche’ una simile tragedia non possa piu’ ripetersi. Genova – conclude – si rialzera’ anche questa volta, ma con la certezza che ora non sara’ piu’ sola”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.