IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra, tutto pronto per la manifestazione in ricordo di padre Gaetano Alberto

Un pomeriggio per riunire una generazione (ma anche gli amici di quella generazione) cresciuta all’oratorio sotto la guida del francescano

Pietra Ligure. Si terrà domenica 30 settembre alla parrocchia del Soccorso di Pietra Ligure “I ragazzi di Padre Gaetano. Per tutti coloro che hanno vissuto quegli anni fantastici”, il pomeriggio che ha l’obiettivo di riunire una generazione (ma anche gli amici di quella generazione) cresciuta all’oratorio sotto la guida di quel francescano bassotto e grassoccio pieno di amore e umanità, cioè padre Gaetano Alberto.

Padre Gaetano Alberto Pietra Ligure

“Un sacerdote che aveva gli occhiali tenuti su col nastro adesivo perchè tutti i soldi che aveva li spendeva per chi aveva bisogni più urgenti, che lavorava col sorriso sulle labbra per venti ore al giorno per animare l’oratorio e far sì che i ragazzi non prendessero cattive strade. Un francescano che a Pietra Ligure, e non solo, ha seminato tanto per far crescere una generazione di uomini veri”, spiegano gli organizzatori di Pulp in Valmaremola.

Enzo Rosso ricorda: “A quei tempi non c’erano tante opportunità per i giovani e così quando è arrivato padre Gaetano ha voluto creare un’aggregazione di ragazzi dando vita ad una squadra di calcio. Ma con lui si praticavano anche l’atletica, la corsa e tante altre attività sportive. Qui al Soccorso venivano tutti i ragazzi di Pietra Ligure. In centro c’era don Luigi, che aveva dato vita ad un’altra aggregazione. Queste iniziative avevano un grande valore sociale: invece di stare per strada, i ragazzi potevano venire qui e stare in compagnia”.

“L’evento – spiega Gennaro Senatore – nasce da una vecchia foto in bianco e nero che uno di noi ha ritrovato in casa. Da qui abbiamo iniziato a organizzare questo evento che ci sarà il 30 settembre”.

Carmine D’Alleva aggiunge: “Per noi ragazzi questo era un punto di riferimento. Dopo scuola si veniva subito qui, accolti da padre Gaetano. A volte lo facevamo arrabbiare, ma stavamo qui, giocavamo a pallone, si andava a messa. Ci si conosceva tutti, dal primo all’ultimo, si litigava ma ci si voleva bene. Come ci voleva bene padre Gaetano.

Il pomeriggio di domenica 30 sarà un tuffo nel passato: “Alle 15 si terrà un mini torneo di calcio (mini perchè il fiato, di quegli scavezzacollo di allora, non è più lo stesso). Alle 18 ci sarà la messa e alle 19 un apericena per chiudere con il ricordo con un momento conviviale”.

Per informazioni e adesioni è possibile contattare: Gennaro Senatore (339 6842735), Carmine D’Alleva (347 2303557), Francesco Fazio (348 8886312) o Carlo Scrivano (329 2106016).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.