IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure, successo per “La Gastronomica”. E stasera si continua… foto

Soddisfazione da parte dell'assessore Daniele Rembado, ancora tanto pubblico nella cittadina pietrese

Pietra Ligure. Dopo la forzata, causa pioggia, anteprima di venerdì, con aperti a furor di popolo solo gli stand gastronomici, sabato è stata la prima giornata ufficiale de La Gastronomica, appuntamento che riunisce a Pietra Ligure le ricette della tradizione ligure. Ed è stato un successo senza precedenti, con gli stand gastronomici che hanno esaurito i loro prodotti. Del resto la coda alle casse era già alta prima ancora che le casse aprissero, alle 19 in punto.

C’è veramente di tutto alla grande kermesse enogastronomica pietrese, dal bradacujun ai corzetti, dai muscoli ripieni alla spezzina alle raviore della cucina bianca, dall’uovo al tartufo nero dei tartufai liguri alle acciughe fritte, da mandilli de Vaze col pesto agli stecchi fritti. Un tripudio di gusto, insomma, annaffiato dai vini liguri proposti dai sommelier Fisar negli stand curati dall’Enoteca regionale.

Dopo il taglio del nastro, con tutte le autorità, dal sindaco di Pietra Dario Valeriani a quello di Tovo Alessandro Oddo, dalla giovane parlamentare pietrese Sara Foscolo al consigliere regionale Luigi De Vincenzi, senza dimenticare l’assessore pietrese al Turismo Daniele Rembado (visibilmente soddisfatto del grande afflusso di persone, turisti e pietresi), si sono aperte le casse e gli stand.

In tanti hanno girato per il centro storico di Pietra Ligure, diventato il centro storico del gusto, in tanti hanno assistito ai talk show e agli show cooking, condotti da chi scrive assieme a un nuovo amico, Luca Giovannucci, profondo conoscitore di vini e cibi. Si è parlato di grano, farro, segale e farine con Diego Assandri del Mulino di Sassello (risale al 1830), e chi ha ascoltato ha capito il perchè spendere qualche centesimo in più per acquistare farine di qualità, con Federico Fiorini del pastificio di Varazze, Giacomo Devoto dell’Officina del gusto, di bagnun d’acciughe con Natalia Mazzoli dell’agriturismo il Castagneto, sulle alture di Sestri Levante.

E poi gli orti, quelli tradizionali con Mauro Neri di Coop Liguria, quelli scolastici di Orto in Condotta firmati Slow Food con Carlo Brignone, quelli, affascinanti, biodinamici con Patrizio Micheli. Le conclusioni sono state di Monica Maroglio, fiduciaria della Condotta Slow Food di Albenga, Finale e Alassio.

Questa sera, domenica 2 settembre, si replica, con gli stand gastronomici, ma anche con tante parole (si spera interessanti) su funghi, olio extravergine, pinzimoni, lattughe ripiene e tanto altro. Anche stasera La Gastronomica apre alle 19.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.