IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Petizione per scongiurare la chiusura di una strada a Noli: “Bloccati nelle nostre case” foto

Petizione con 160 firme raccolte, ecco la soluzione nelle parole del sindaco Giuseppe Niccoli

Noli. E’ polemica aperta a Noli per i lavori di delocalizzazione di Strada Luminella e di adeguamento della soletta di piazza Aldo Moro: per consentire l’intervento per mitigare il rischio idraulico della zona, dal valore di 646 mila euro, è prevista la chiusura di una strada, Via Martiri di Voze, con un gruppo di case che resterebbe isolato e con la possibilità di un solo accesso pedonale.

Da qui la protesta degli abitanti e dei residenti della zona, con una petizione che ha raggiunto le 160 firme e che è stata depositata in Comune lo scorso 24 agosto, proprio in previsione del via ai lavori nei mesi autunnali.

Oltre che al sindaco di Noli, la petizione è stata inoltrata anche al presidente della Provincia di Savona e al Prefetto, lamentando i gravi disagi provocati dalla chiusura della via nolese. Sul tema è intervenuta anche la minoranza che ha presentato una interpellanza in merito alla chiusura della strada. “Dopo quasi due mesi non abbiamo avuto nessuna risposta dal Comune” afferma il gruppo di cittadini.

“Per noi i lavori rappresentano un disagio enorme, senza contare che dobbiamo ancora capire se ci sarà una via di accesso per mezzi di emergenza o altro – aggiungono – Auspichiamo che con il via all’intervento si arrivi ad una soluzione”.

“Tra l’altro le opere potrebbero durare diversi mesi, con gravi problemi per la mobilità dei condomini, un gruppo di almeno di sette palazzine” precisano.

lavori noli

Sul caso sollevato dal gruppo di cittadini è intervenuto il sindaco Giuseppe Niccoli: “Quanto all’interpellanza, posso dire che sarà discussa e affrontata a tempo debito in Consiglio comunale, per quello che riguarda la soluzione: abbiamo raggiunto un accordo con i privati e saranno messi a disposizione degli spazi per usufruire di una via di accesso per i mezzi di emergenza e per la mobilità dei cittadini interessati dalla chiusura della strada e dai lavori programmati: assieme all’ufficio tecnico stiamo predisponendo gli ultimi dettagli per definire la via di accesso provvisoria”.

“La petizione è stata visionata e ci siamo attivati per mitigare le possibili scomodità per i nostri cittadini, tuttavia la strada in questione dovrà essere chiusa in maniera tassativa per lavori urgenti e di massima importanza per la messa in sicurezza del territorio, altre alternative sarebbero state ancora più impattanti e con tempistiche più lunghe e costose”.

“Inoltre, posso affermare che i tempi dell’intervento saranno rispettati, con disagi ancora più limitati rispetto alle paure di alcuni residenti della zona” conclude il sindaco Niccoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.