IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Manifesto di scuse per i villeggianti a Spotorno, la minoranza: “Era un dovere, estate all’insegna del degrado”

L'iniziativa dei consiglieri con la pubblicazione del manifesto

Spotorno. Una iniziativa singolare da parte della minoranza di Spotorno: un manifesto di “Scuse” per quanti hanno soggiornato nella località turistica per la situazione di degrado presente nei mesi estivi. Il manifesto sarà affisso a partire dalla prossima settimana.

Per i consiglieri di opposizione Matteo Marcenaro, Franco Bonasera, Francesco Riccobene e Massimo Spiga: “La stagione turistica che ci siamo lasciati alle spalle ha rappresentato uno dei punti più bassi per il Comune di Spotorno, sia in termini di decoro che di servizi offerti ai turisti ma anche ai residenti nella nostra cittadina. Ed è per questo che come rappresentanti dei gruppi di minoranza abbiamo sentito il dovere di chiedere scusa a tutti coloro che hanno speso le loro vacanze a Spotorno” affermano.

“Abbiamo chiesto scusa noi visto il silenzio dell’amministrazione, solitamente molto loquace in termini di proclami, tentando di spiegare come gli errori commessi e il degrado in cui è stato gettato il paese avrebbero potuto essere evitati semplicemente ascoltando alcuni suggerimenti pervenuti da più parti”.

“E invece durante tutta la stagione estiva nulla di tutto ciò è accaduto, si è proseguito con decisioni sbagliate per quanto riguarda i termini ed i modi per avviare il nuovo servizio di raccolta differenziata, sulla tempistica per l’avvio di lavori che interessavano aree a forte impatto turistico come la terrazza a mare, dimenticando nel contempo l’ordinaria pulizia e manutenzione del paese”.

manifesto scuse spotorno

E gli esponenti della minoranza, parlando della loro iniziativa, aggiungono: “Emblematica è la situazione dei rivi spotornesi abbandonati a miasmi, topi e zanzare fino a quando le proteste sono diventate talmente forti che l’amministrazione è dovuta intervenire, ma invece che scusarsi per il ritardo, si è giustificata con una programmazione che prevedeva l’avvio degli interventi durante la settimana di Ferragosto”.

“Giustificazione che, se reale, dimostra in quale considerazione si abbiano sia i residenti che i turisti che frequentano Spotorno, infatti la pulizia è stata attuata solo quando la situazione era fuori controllo da settimane e al termine della stagione turistica”.

“Ma sappiamo che questa amministrazione ha sempre dimostrato di considerare cittadini e ospiti alla stregua di bancomat da cui spremere soldi in ogni modo possibile senza restituire in cambio alcun servizio, ne sono esempi la maggiorazione della Tari, l’introduzione della tassa di soggiorno, l’abnorme aumento del tagliando residenti per utilizzare i parcheggi senza neppure realizzare dei posti auto riservati agli spotornesi”.

“Per questo ci scusiamo con tutti a nome di un’amministrazione di cui, seppur in posizione di minoranza facciamo parte, e ci auguriamo che gli errori commessi non vengano più ripetuti nei prossimi anni, magari dimostrando più umiltà nell’ascoltare suggerimenti che vengono forniti con l’unico intento di migliorare l’immagine e la vivibilità del nostro paese” concludono i consiglieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.