IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il maestro ceramista albisolese Giovanni Poggi premiato a Silkeborg foto

Ritirerà il prestigioso Premio Drewsen

Albisola Superiore. Il maestro ceramista albisolese Giovanni Poggi oggi riceverà dal sindaco di Silkeborg il prestigioso Premio Drewsen. La cerimonia di premiazione si terrà presso il Museo Jorn alla presenza del Sindaco della città danese, del Direttore dello storico Museo e delle più importanti autorità locali. Il Premio Drewsen è una ambitissima onorificenza che consiste in una statuina che riproduce il fondatore della città danese e viene consegnata a coloro che si sono distinti per aver contribuito a divulgare la fama di Silkeborg nel mondo.

A tale proposito così dice il Sindaco Steen Vindum: “Oggi tu ricevi l’onorificenza ‘Drewsenprisen’ perché hai fatto qualcosa di straordinario per Silkeborg e perché hai fatto conoscere Silkeborg fuori dai confini della Danimarca. Lo hai fatto grazie al tuo grande entusiasmo, alla tua laboriosità e al tuo senso dell’ospitalità. La prima persona proveniente dalla zona di Silkeborg a godere della tua ospitalità è stato Asger Jorn. Da allora molti altri cittadini di Silkeborg e dintorni hanno goduto della tua ospitalità. Anch’ io ne ho goduto come molti altri qui presenti oggi. Sia per Jorn, per tutti noi e per Silkeborg, tu con il tuo impegno e la tua personalità hai avuto e hai un’enorme importanza. Per questo ho il piacere di assegnarti il ‘Drewsenprisen’ in ringraziamento e riconoscimento della tua importanza per Silkeborg”.

Giovanni Poggi così si è espresso: “Sono emozionato e felice di essere ritornato a Silkeborg, una città che mi lega in modo profondo e autentico a Asger Jorn il quale ha contribuito a consolidare la fama delle Ceramiche San Giorgio di Albisola a livello internazionale. L’artista danese ha lavorato nella mia fornace per tantissimi anni dove ha dato vita a gran parte della sua produzione ceramica creando capolavori assoluti molti dei quali sono custoditi in prestigiosi musei e in gallerie di tutto il mondo. Poter rivedere e toccare con mano le opere in ceramica che Jorn ha realizzato alla San Giorgio e che qui sono esposte mi tocca nel profondo del cuore e mi emoziona fino alla commozione”.

Il legame di Giovanni Poggi con la Danimarca è profondo e autentico: moltissimi sono i turisti che visitano la manifattura per conoscere il luogo dove hanno preso forma i numerosi lavori dell’artista e per vivere – attraverso i racconti nitidi di Giovanni e Piero Poggi – l’incredibile vicenda di Jorn.

L’artista è giunto alla San Giorgio nel 1959 e vi ha lavorato per circa quindici anni duranti i quali ha instaurato una fattiva collaborazione con Salino, Poggi e tutti i collaboratori della fornace. In questo luogo storico i suoi desideri si trasformavano in realtà: tutto prendeva vita, tutto prendeva forma tanto da definire la manifattura “la fabbrica dei sogni”. Dopo ogni lavoro importante Jorn era solito organizzare – nella sua villa di Albisola – la famosa “Festa della Capra” durante la quale si mangiava, si beveva e l’artista si dilettava a strimpellare il suo violino.

Alla San Giorgio Jorn si dedica ampiamente alla manipolazione dell’argilla e realizza tra l’altro nel 1959 un grande pannello in ceramica che verrà collocato su una parete dello Staatgymnasium di Aarhus, in Danimarca e nel 1971 esegue un’altra importante decorazione murale per la città di Randers.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.