IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giornalisti e blogger si ritrovano a Loano per un “tour esperienziale” alla scoperta dell’outdoor

In attuazione dei progetti comunitari Intense ed Ecostrim

Loano. Da giovedì 27 a sabato 29 settembre una decina di giornalisti e blogger saranno a Loano per partecipare ad un “educational tour esperienziale” incentrato sull’uso delle e-bike per le attività sportive outdoor. L’iniziativa, promossa dall’agenzia regionale InLiguria in cooperazione con la Fondazione Cima ed il Comune di Loano, si svolge in attuazione dei progetti comunitari Intense ed Ecostrim.

Il progetto Intense è un programma di cooperazione internazionale Italia-Francia che si propone di individuare percorsi turistici sostenibili, ciclabili ed escursionistici in grado di valorizzare il patrimonio naturale-culturale del territorio. Con la delibera numero 1337 del 2013 la giunta regionale ligure ha approvato la costituzione del Sentiero Liguria, un itinerario costiero che collega Luni a Ventimiglia. Di recente, il percorso è stato inserito all’interno dell’“Atlante dei Cammini Italiani” promosso dal ministero dei beni culturali e del turismo.

A seguito di questa iniziativa, Regione Liguria ha stabilito di individuare una serie di tracciati secondari tra il Sentiero Liguria ed i borghi storici del territorio. L’obiettivo è quello di promuovere il collegamento con l’entroterra e favorire la scoperta delle sue risorse. Poiché i tracciati secondari in questione devono essere percorsi a piedi o in altre forme “sostenibili” e “slow”, i borghi storici devono trovarsi ad una distanza media di circa 15 chilometri dal Sentiero Liguria. Tra i borghi storici individuati dalla Regione (e che quindi saranno collegati al Sentiero Liguria) c’è anche Loano. Gli altri sono Apricale, Campo Ligure, Castelbianco, Castelnuovo Magra, Celle Ligure, Pignone e Santo Stefano al Mare.

Ecostrim è un progetto europeo che vede la cooperazione di Francia e Italia per la costruzione di una strategia territoriale transfrontaliera di sviluppo e promozione di attività turistiche e sportive sostenibili, dedicate all’ambiente marino e costiero. L’iniziativa si pone l’obiettivo di migliorare la competitività delle imprese della filiera del turismo blu sui mercati nazionali e internazionali grazie al consolidamento di una rete di collaborazione all’interno delle regioni coinvolte e che già si occupano di turismo marino, diving, whale watching, scoperta della costa con percorsi e pescaturismo.

Tra gli obiettivi del progetto c’è anche la destagionalizzazione del turismo, che aiuta a rendere più evidenti le caratteristiche peculiari del territorio e il miglioramento dell’accessibilità ai punti di interesse. Non si tratta solo di dare la possibilità di raggiungere nuovi siti ma anche di facilitare l’accesso a luoghi già visitabili ma con un occhio di riguardo alla protezione dell’ambiente. Tra le attività anche la creazione di un percorso di formazione che aggiunga le competenze legate al mare alle guide ambientalistiche per creare una nuova figura professionale che sia una guida escursionistica più specificatamente marina.

“Il nostro territorio – spiega il sindaco di Loano Luigi Pignocca – non offre solo uno splendido mare e stupende spiagge, ma ha un entroterra meraviglioso. Le colline a picco sul mare e i panorami mozzafiato rappresentano una vera e propria una palestra a cielo aperto in grado di attrarre in ogni momento dell’anno migliaia di appassionati di passeggiate, corsa a piedi e in mountain bike. Il trekking, la corsa in montagna, la mountain bike: sono tutte discipline praticate da migliaia di appassionati in tutta Europa e perciò destinate a diventare la nuova frontiera dello sviluppo turistico. Questo specialmente per quanto riguarda la nostra regione, che possiede scorci e sentieri adattissimi a questo genere di attività. I progetti Intense ed Ecostrim, dunque, si collocano perfettamente nel solco di quanto già avviato lo scorso anno dal nostro Comune con il progetto Loano Outdoor. Grazie all’appoggio di Regione Liguria ed alla partecipazione ai due programmi transfrontalieri Italia-Francia, potremo valorizzazione in maniera ancora più completa ed organica le risorse turistiche del nostro territorio ed entrare nei circuiti di promozione turisici della Liguria e ritagliarci ulteriore spazio anche oltralpe”.

“Il progetto di Loano Loano Outdoor – aggiunge l’assessore a turismo, cultura e sport Remo Zaccaria – è frutto di un grande lavoro in sinergia con le associazioni sportive del territorio ed ha portato alla definizione di ben 14 percorsi di trail running e 3 tracciati di mountain bike completamente attrezzati, nonché alla realizzazione di una App geolocalizzata e di un portale web sui quali sono disponibili tutte le mappe e gli itinerari del nostro comprensorio. Inoltre abbiamo approvato un regolamento apposito volto a disciplinare le attività outdoor che verranno svolge sul territorio e a coordinare il lavoro di tutti i soggetti coinvolti nel progetto. L’obiettivo è quello di conquistare nuovi segmenti turistici e attirare nuove presenze sul territorio puntando su ciò che rende unico il nostro territorio. Questo anche al fine di destagionalizzare i flussi e divenire una meta appetibile anche in periodi diversi da quello estivo e balneare. Il mondo dell’outdoor, dunque, è il tema su cui abbiamo deciso di puntare per offrire ai nostri ospiti quell’esperienza memorabile che il turista moderno cerca. La partecipazione ai progetti Intense ed Ecostrim ci consentirà di incrementare ulteriormente i percorsi già a disposizione degli sportivi e ci permetterà di entrare a far parte di una rete ancora più ampia e che attraversa letteralmente l’intera nostra regione toccando anche la vicina Francia”.

Per quanto riguarda il programma delle tre giornate, giovedì 27 settembre a partire dalle 9 giornalisti e blogger si ritroveranno a Marina di Loano per partecipare al convegno-incontro sui progetti Intense ed Ecostrim dal titolo “Sviluppo, promozione e strategia per un turismo sostenibile”. Dopo i saluti del sindaco Pignocca e del direttore di Marina di Loano, Uberto Paoletti, interverranno i rappresentanti dell’assessorato regionale al turismo e dell’assessorato regionale all’ambiente, il vice presidente di Fondazione Cima Luca Ferraris; seguirà la presentazione dei progetti.

Alle 14 gli esperti di Fondazione Cima accompagneranno i partecipanti in un’uscita di whale watching; seguirà, alle 19.15, una camminata a piedi al rifugio di Pian delle Bosse a Castagnabanca, dove verrà anche consumata la cena e dove verrà presentato il progetto “Loano Outdoor”.

Venerdì 28 settembre, i partecipanti svolgeranno diverse attività sul territorio. Alle 9 prenderà il via, da Marina di Loano, un’escursione guidata in e-bike che si concluderà alle 12.30 al ristorante “Il Capanno” di Ranzi di Pietra Ligure. Qui verrà presentato il progetto “Outdoor Valmaremola”. In alternativa, a partire dalle 9 i giornalisti ed i blogger potranno partecipare ad un workshop al vivaio forestale di Pian dei Corsi (dove verrà consumato anche il pranzo).

Alle 15 il gruppo prenderà parte ad una visita guidata delle grotte di Borgio Verezzi (a cura della Cooperativa Arcadia) mentre alle 16.30 effettuerà un’escursione al borgo storico di Verezzi con successiva visita del centro. In serata, chi lo desidera potrà visitare il Museo dell’Orologio da Torre di Tovo San Giacomo.

Sabato 29 settembre, invece, giornalisti e blogger parteciperanno ad una discesa in e-bike da Verezzi a Finalborgo con successiva visita del borgo. Qui conosceranno meglio le attività del Flow Festival. Seguirà un’escursione (con possibilità di fare snorkeling o andare in canoa) al largo di Varigotti. La chiusura sarà affidata a Fondazione Cima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.