IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale continua la battaglia contro il punteruolo rosso: “Trattamenti preventivi su 150 palme”

L'assessore Guzzi annuncia: "Pronti altri 120 mila euro entro la fine dell’anno necessari per impiantare nuove palme in sostituzione delle malate e non solo"

Finale Ligure. L’amministrazione Frascherelli continua la battaglia contro il punteruolo rosso effettuando i trattamenti preventivi su 150 palme.

“Tutte le palme di Finale e di Varigotti nella fascia verso mare saranno trattate con il metodo di irrorazione in chioma – commenta l’assessore Andrea Guzzi – In questo modo saliamo a 600 esemplari dei circa 800 presenti sul territorio coperti dalla procedura preventiva. Altri 20 mila euro che vanno ad aggiungersi alle centinaia spese in questi ultimi 3 anni sul verde cittadino. Tra la malattia delle palme e il collasso di molte altre alberature dovuto alla vetustà delle stesse (vedi i pini di via Dante e via Brunenghi) ci siamo trovati ad investire su rigenerazione e ripiantumazione come nessuno mai prima di oggi”.

“Pronti altri 120 mila euro entro la fine dell’anno necessari per impiantare nuove palme in sostituzione delle malate e non solo. Cercheremo di preservare e salvare il nostro patrimonio arboreo investendo in prevenzione ancora più di quanto fatto finora. Nonostante tutti questi sforzi nelle prossime settimane altri alberi saranno abbattuti, soprattutto nella zona verso via San Pietro e via Concezione” aggiunge l’assessore.

“Da pochi giorni in campo anche una ditta esterna a supporto dei pochi giardinieri comunali. Un aiuto per meglio gestire le numerose aree verdi che in questi mesi hanno subito le prioritarie azioni sul pericolo caduta alberi. Finale Ligure 2 anni fa aveva indetto un incontro a livello provinciale per sensibilizzare tutti i Comuni ad agire con le medesime forze e medesimi iter contro il punteruolo . Ma poco era emerso e poco si era sensibilizzato. La Regione non ci è stata di supporto, ne nella semplificazione dell iter ne nello stanziare risorse. I Comuni non riescono ad investire più di tanto ed il risultato è evidente: passeggiate con distese di palme tagliate” concludono delusi dal Comune di Finale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.