IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elisoccorso in Liguria, Usb pronto a dare battaglia: “No alla svendita ai privati per motivi politici”

Sul servizio di elisoccorso e lo stop alla convenzione sindacato sul piede di guerra

Liguria. Nuovo affondo del sindacato Usb dei vigili del fuoco sul servizio di elisoccorso in Liguria: “Il silenzio è calato assordante da quando l’Usb ha proclamato lo stato di agitazione in merito alla convenzione sull’elisoccorso ligure, convocata al tavolo di raffreddamento il 9 agosto scorso con i vertici dei vigili del fuoco e rappresentanti del governo.

“Nel silenzio dei corridoi anche il minimo rumore diventa rimbombo ed eco e a volte ci regala notizie, che se confermate, fanno presagire un ridimensionamento della convenzione ligure al ribasso, permettendo a soggetti privati di porre il primo mattoncino per poi farne un bel abuso da condonare in tempi più consoni” aggiunge il sindacato.

“Come già aveva espresso il Capo Dipartimento al tavolo di raffreddamento il problema ligure era principalmente dovuto all’enorme lavoro di eliambulanza fuori dai compiti istituzionali. Quanto incide questo enorme lavoro dati alla mano? Circa il 20%”.

“Un altro problema sollevato dal Capo Dipartimento sarebbe l’elicottero A109S acquistato e donato ai VVF dalla Regione Liguria nel 2009 per un valore di circa 6.500.000 euro omni-comprensivo di pacchetti formativi per tecnici e piloti. Oggi per problematiche non del tutto trasparenti non opera ancora a pieno servizio”.

“Questo velivolo ha così tante problematiche che pare per il nostro dipartimento solo le aziende private siano le uniche che riescano a fargli manutenzione e a farlo volare, è un fardello così pesante da sopportare che sarebbe quasi più opportuno liberarsene… Eppure la flotta aerea dei vigili del fuoco è seconda solo all’Alitalia in ambito civile e il Capo del Corpo rappresenta il massimo esponente di un Ente aereonautico al di fuori di qualsiasi regolamento… Sarebbe opportuno da farlo tornare a scuola”.

E il sindacato è pronto a dare battaglia: “La tramontana che soffia in questi giorni sulla Liguria si incanala nei corridoi e porta brusii di interesse dalla vicina Lombardia. Qualcuno oltre il Passo dei Giovi sembra faccia gli occhi dolci a qualche politico ligure e ai nostri vertici per farsi regalare quel bel elicottero praticamente nuovo in cambio di qualche nichelino”.

“Ci togliamo questo bel fardello e insieme togliamo anche quei trasporti sanitari per i quali noi vigili del fuoco non siamo proprio convinti che siano di nostra competenza, così facciamo solo il vero soccorso, quello da eroi, quello che ci porta sulle copertine dei giornali, sulle aperture dei tg, magari senza medico visto che sarà impegnato a trasportare malati da un ospedale all’altro con il nostro A109S e piloti veri, ma di azienda privata”.

“Se le volontà politiche permarranno siamo pronti a scendere in piazza con una bella denuncia in Procura… I soldi dei contribuenti sono i soldi di tutti e devono essere gestiti nel miglior modo per migliore le condizioni di salvaguardia, prevenzione e protezione” conclude l’Usb dei vigili del fuoco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.