IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Crollo ponte Morandi, anche i migranti liguri aderiscono all’evento “Riprendiamoci Genova”

"Noi ci siamo - afferma la presidentessa del Comitato per gli Immigrati - a dare il nostro massimo supporto morale e impegno civico"

Genova. Si terrà sabato 13 ottobre 2018, alle ore 17:00, in Piazza della Vittoria a Genova l’evento intitolato “Riprendiamoci Genova”, a seguito della grave tragedia che ha colpito la città nel cuore, portando via 43 vittime innocenti durante l’inaspettato crollo del ponte Morandi.

“Siamo ancora tutti scossi da quella che si potrebbe definire una delle peggiori catastrofi avvenute in Liguria negli ultimi anni. Piangiamo anche noi migranti liguri i morti, di cui, tristemente tre bambini, stiamo vicini alle loro famiglie e chiediamo pubblicamente che abbiano giustizia. Nel frattempo, Genova ha bisogno di rialzarsi, e noi ci siamo a dare il nostro massimo supporto morale e impegno civico. Ulteriormente, aderiamo ufficialmente all’evento del 13 ottobre non solo per dimostrare la nostra vicinanza ai cittadini genovesi come parte integrante in Liguria – spiega Aleksandra Matikj, presidentessa del ‘Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione’ – ma aderiamo anche come organizzazione artistico culturale ‘Liguria nel cuore’. Ci siamo subito riconosciuti nel nome del gruppo ‘Genova nel cuore’, preceduto dal giovane avvocato genovese di origini Ebraiche Filippo Biolé che ringraziamo per la gentile collaborazione”.

“È una manifestazione che ha già accolto tantissimi consensi, noi vogliamo esserci, vicini al cuore di una città che ora ha bisogno anche di noi ed è per questo che vogliamo invitare pubblicamente tutti i nostri fan ad esserci sabato, per ricominciare tutti insieme. Che quel ponte diventi un monumento di speranza, di maggior tutela per i cittadini ed i residenti in Italia ma anche un simbolo di giustizia che tutte quelle vittime e le loro famiglie meritano di ottenere” conclude Matikj.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.