IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Crepe nelle scuole Paccini di Albenga, Arnaldi: “Situazione non preoccupante, il monitoraggio è costante” foto

Il consigliere comunale risponde alle mamme che avevano segnalato la presenza di preoccupanti crepe all'interno delle Il aule dell'istituto scolastico

Albenga. “Le condizioni delle scuole Paccini sono costantemente monitorate e al momento la situazione non è affatto preoccupate”. Così Maurizio Arnaldi, consigliere comunale delegato a pubblica istruzione ed edilizia scolastica del Comune di Albenga, risponde alle mamme che, alla ripresa delle lezioni, avevano segnalato la presenza di preoccupanti crepe all’interno delle aule dell’istituto scolastico ingauno.

Secondo i genitori degli alunni, la situazione maggiormente critica si registra nel corridoio delle classi quarte e quinte elementari. Le preoccupazioni dei genitori, corredate da foto inequivocabili, hanno iniziato a girare sui social e su alcuni gruppi WhatApp, alimentando le paure.

Paure alle quali risponde oggi Arnaldi, che giusto stamattina ha partecipato ad un sopralluogo a cui hanno preso parte anche il capo dell’ufficio tecnico, ingegner Enrico Lauretti, il geometra Graziano Floccia e la vicaria dell’istituto, Maria Rosa Villa.

Gli accertamenti hanno avuto come punto di partenza la situazione evidenziata nella perizia stilata lo scorso anno da un docente dell’università di Genova che “aveva fotografato lo stato delle crepe. Secondo quella perizia la situazione era sotto controllo. Questa mattina – spiega Arnaldi – abbiamo analizzato la situazione documentata nello studio del 2017 e nelle fotografie fatte girare dai genitori. La situazione non è cambiata: rispetto all’anno scorso non si evidenziano evoluzioni del fenomeno di fessurazione”.

Il Comune, però, non abbassa la guardia: “Continueremo a tenere monitorata la situazione con verifiche continue. Ricordo che l’amministrazione ha elaborato a proprie spese un progetto per la trasformazione antisismica dello stabile. L’operazione sarà finanziata dalla Regione. Di certo, una volta effettuato questo intervento avremo un maggiore coefficiente di sicurezza, ma la situazione attuale è tranquillizzante. Tutti noi teniamo a mandare i nostri ragazzi in un ambiente sicuro e al momento i contorlli hanno escluso ogni tipo di criticità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.