IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Campionato europeo di bocce: Alassio raccoglie l’eredità di Nizza foto

Si parte domani: campioni di venti Paesi in lizza per sei titoli

Passa da Alassio il percorso che dovrebbe portare lo sport delle bocce alle Olimpiadi di Parigi 2024. La Città del Muretto è pronta a ospitare l’Europeo maschile di volo.

Lo sport delle bocce in cammino verso Parigi 2024

L’Europeo non si disputa in Italia da 10 anni e l’ultima volta in cui è stato ospitato in Liguria risale al 1980, quando l’evento consisteva solo nella prova a squadre (quadrette) ed il numero dei Paesi partecipanti era decisamente inferiore rispetto al giorno d’oggi. La buona riuscita della manifestazione potrà contribuire all’inserimento dello sport bocce tra le discipline olimpiche a partire dai Giochi di Parigi 2024. La candidatura è al vaglio degli organi preposti.

Sedi di svolgimento delle scorse edizioni

Queste le sedi in cui è stato ospitato l’evento da quando ha assunto il nuovo format: 2016 Nizza (Francia), 2014 Koper (Slovenia), 2012 Pazin (Croazia), 2010 Tivat (Montenegro), 2008 Savigliano (Italia), 2006 Rijeka (Croazia), 2004 Chivasso (Italia), 2002 Grude (Bosnia E.), 2000 Saint Chamond (Francia), 1998 Saluzzo (Italia), 1996 (Saint Vulbas (Francia), 1994 Zagabria (Croazia).

Un po’ di storia

In precedenza la manifestazione si è svolta con altri format. Dal 1954 al 1973 si disputava tutti gli anni e chiamava Coppa Europa Principe di Monaco e prevedeva solo la prova a quadrette. Dal 1974 al 1976 non si è disputata. Dal 1977 al 1996 si è giocata sempre a quadrette con la nuova denominazione di Campionato d’Europa, con l’aggiunta dal 1994 delle prove di tiro di precisione e progressivo. Nel frattempo l’Europeo con regolarità diventa biennale e nel 1998 sparisce la prova della quadretta e vengono aggiunte quelle di individuale, combinato e coppie. La prova di staffetta è stata introdotta nel 2004. Nel 2018, per la prima volta, l’Europeo varrà quale selezione per il successivo Mondiale.

La “Coppa Europa” in Liguria

Il vecchio “format” (che prevedeva solo la prova a quadrette) è stato ospitato sei volte in Liguria, ai tempi in cui queste manifestazioni venivano disputate anche all’aperto e la denominazione era “Coppa Europa”: tre edizioni a Sanremo (1955, 1964 e 1973), Chiavari (1958), Imperia (1968) e Albenga (1980).

Il Comitato organizzatore locale

Del Comitato organizzatore locale, appositamente costituito, fanno parte esperti di eventi di bocce e di sport in generale, alcuni dei quali si sono occupati del Mondiale giovanile ospitato nel Principato di Monaco due anni fa. Inoltre è stato coinvolto con un ruolo ufficiale il ligure Pasquale “Lino” Bruzzone, pluridecorato (3 volte mondiale a coppie, cinque volte campione europeo a quadrette, italiano e vincitore di diversi scudetti) della disciplina, uno dei più forti giocatori al mondo di sempre, ancora in attività, ed ex c.t. della nazionale italiana. A capo dello staff operativo Comitato Organizzatore Locale è stato nominato Carlo Bresciano, manager di una multinazionale e grande esperto di questo sport.

L’impianto di gioco

Mai prima d’ora un Europeo si era svolto in un apposito palasport, trasformato in un bocciodromo grazie anche alla posa di tappeti sintetici, appositamente preparati con speciali materiali. Otto i campi da gioco predisposti all’interno del Palaravizza (da dieci anni teatro in primavera della famosa gara internazionale a quadrette Targa d’oro), impianto che mette a disposizione 2.000 posti a sedere e aree attrezzate. L’organizzazione ha prediposto anche un’ampia area segreteria/sala stampa e un’area hospitality. Nella mattinata di sabato e di domenica saranno utilizzati anche i campi da gioco della vicina Bocciofila Alassina.

I titoli in palio

Ad Alassio si disputano sei prove: individuale, coppia, combinato, tiro di precisione, tiro progressivo e staffetta. Le finali si disputeranno tutte nella giornata conclusiva di domenica 30 settembre.

Venti Paesi ai nastri di partenza

Sono venti le nazioni iscritte all’edizione 2018 dell’Europeo maschile. Tra esse anche alcune new entry. Ecco l’elenco completo, in ordine alfabetico: Belgio, Bosnia Erzegovina, Croazia, Estonia, Francia, Germania, Italia, Libano, Lussemburgo, Monaco, Montenegro, Olanda, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Turchia e Ungheria.

I campioni in carica

Questi i vincitori della scorsa edizione degli Europei, svoltisi nella vicina Nizza: Grattapaglia-Melignano (coppia), Melignano (individuale), Petkovic (Montenegro, tiro di precisione), Brnic (Croazia, progressivo) e Abelfo-Chirat (Francia, staffetta). L’ultimo vincitore del combinato, prova non disputata a Nizza, è l’azzurro Emanuele Bruzzone, oro a Capodistria nel 2014.

A Nizza fu un trionfo azzurro. Oltre alle due vittorie, arrivarono l’argento di Grattapaglia nel tiro di precisione e i bronzi di Micheletti (progressivo) e di Ferrero-S. Mana (staffetta).

Gli azzurri

La scelta del c.t. azzurro Enrico Birolo, che di recente ha assunto la guida tecnica della nazionale maschile, è caduta sul ligure Emanuele Bruzzone e sui cinque piemontesi Emanuele Ferrero Daniele Grosso, Matteo Mana Luca Melignano e Mauro Roggero. La delegazione italiana, in arrivo quest’oggi ad Alassio, comprende anche il capo delegazione Marco Bricco, il vice c.t. Piero Amerio (responsabile del settore femminile) e il preparatore atletico Dario Campana.

Gli official

Un nutrito staff di arbitri e commissari, in arrivo anche da Francia, Slovenia, Croazia e Turchia, si occuperà delle questioni tecniche e della gestione della competizione. I designati sono gli arbitri: Elisabeth Bonin, Bayram Calik, Andrea Lombardi, Daniel Milacec, Stefan Marino. La direzione tecnica è affidata a: Chantal Fieujean, Henri Escallier, Mario Occelli, Marjan Ferfolja, Boris Nadenic e Stefano Trinchero.

Un giovedì sera da non perdere

Si preannuncia una serata all’insegna dello spettacolo e delle emozioni quella di domani, giovedì 27, al Palaravizza di Alassio, quando alle ore 21.15 andrà in scena la cerimonia di inaugurazione. Oltre ai saluti delle qualificate autorità presenti ed alla sfilata delle 20 rappresentative nazionali, ci sarà infatti spazio per l’esecuzione degli inni e di un brano speciale da parte dell’orchestra dell’IC di Alassio, che accompagnerà il tenore Andrea Elena. Al termine si terrà, per la prima volta sul territorio italiano, un’esibizione di staffetta mista, con tentativo di miglioramento del record del mondo. I francesi Barbara Barthet e Sebastien Leiva Marcon, che hanno stabilito il primato (50 bocce colpite) qualche settimana fa, questa volta non correranno insieme, bensì faranno coppia rispettivamente con gli italiani Simone Mana e Serena Traversa, altri due grandi specialisti di questa spettacolare prova. E, per finire, un grande Nutella Party, aperto a tutti!

Un Europeo… Mondiale

Quello di Alassio è l’Europeo delle prime volte. Non era mai successo infatti che la massima competizione continentale fosse anche valida quale prova unica di qualificazione ai successivi Mondiali (a numero chiuso), in località ancora da definire. I primi 7 di ciascuna prova assicureranno infatti alla propria nazione la “carta” per la rassegna iridata del 2019. L’ottavo classificato sarà ripescato nel caso che il Paese ospitante sia europeo e il suo esponente ad Alassio si classifichi nelle prime 7 posizioni. Tra le sedi papabili, la francese Saint Vulbas.

Europeo 2018, c’è anche la Coppa delle Nazioni

Oltre alle medaglie previste per ciascuna delle sei prove, una speciali classifica generale a punti

assegnerà i tre riconoscimenti messi in palio dall’organizzazione per la Alassio 2018 Coupe des Nations. Per ciascuna prova vengono assegnati punti ai primi 8 classificati, come segue: 1° classificato 10 punti, 2° 8 punti; 3/4° 6 punti; 5°/6° 4 punti; 7°/8° 2 punti. Per un totale di 42 punti per prova.

Programma

Il programma della quattro giorni è davvero molto intenso. L’apertura delle ostilità è fissata alle ore 10.30 di domani, giovedì 27, con la prima fase del tiro di precisione. In serata avrà luogo la cerimonia di inaugurazione. Venerdì e sabato le prime prove scatteranno già alle ore 8 e in queste due giornate è prevista anche una sessione serale. Le sei finali sono previste tutte domenica, con i seguenti orari: ore 12.30 staffetta, 14.30 combinato e individuale, 16.30 tiro di precisione, 17.15 coppie, 19.15 progressivo.

Alcuni degli atleti che saliranno sul podio saranno sottoposti a controllo antidoping.

Streaming e Tv

Il pubblico dell’Europeo non sarà solamente quello comodamente seduto sugli spalti del Palaravizza. L’intera quattro-giorni sarà trasmessa in diretta streaming dal portale specializzato Sport Boules Diffusion (con link anche da Federbocce.it e Alassio 2018.com), mentre dal punto di vista televisivo sono previste, nelle settimane successive, messe in onda sul canale francese L’Equipe (differita di tutte le finali, con diverse repliche) e su Rai Sport (canale 227, sintesi). Spazi che permetteranno di moltiplicare il numero degli spettatori e diffondere l’interesse intorno a questo sport.

Parata di autorità

Nella Città del Muretto saranno presenti i vertici delle massime organizzazioni dello sport bocce: presidente della Fib Internazionale Frederic Ruis, il presidente della Federazione Europea Bocce, costituita si recente, Roberto Favre, e il presidente della Fib italiana Giunio De Sanctis, con i due vicepresidenti Moreno Rosati (vicario) e Marco Bricco. Ad Alassio, nella giornata di sabato 29, si svolgerà anche un importante meeting del Comitato di Direzione della Federazione Internazionale Bocce, con delegati in arrivo da diversi continenti.

Grande successo per il corso di formazione dei docenti

Oltre cinquanta sono stati gli insegnanti, degli istituti comprensivi di Alassio e dintorni (scuola primaria e secondaria di primo grado), che hanno preso parte nei giorni scorsi al corso di formazione per la pratica sportiva di base, appuntamento collaterale all’Europeo. Molto interessanti i temi trattati, sia a livello teorico che pratico, trattati dai docenti formatori Giorgio Barone e Claudio Bizzarri, che hanno dimostrato come lo sport possa essere strumento di inclusione e di avvicinamento a materie normalmente estranee all’attività fisica. Presenti insegnanti di educazione motoria, matematica, sostegno e numerose maestre.

A seguito di questa interessante e qualificata iniziativa si è creato ancor maggior interesse intorno all’evento e numerosi istituti del comprensorio, anche con sede nell’entroterra, hanno assicurato la loro presenza all’evento, in particolare per la giornata di venerdì.

I partner

L’Europeo Alassio 2018 si svolge sotto l’egida delle Federazioni Bocce Internazionale, Europea e Italiana, con il patrocinio del Coni, con il sostegno di Comune di Alassio, Regione Liguria (ente promotore ai sensi legge 40/2009), Camera di Commercio I.A.A. Riviere di Liguria e la partbership organizzativa di Gesco e Bocciofila Alassina. Gli sponsor sono: Solaris Yacht, Gdp Vendome, Nutella, Boulenciel, Generali (main sponsor), Egea, Boule du Jour, Sommariva, Synergie, Mollo Noleggi, Icis, Lualdi, Acqua Santa Vittoria, La Publiemme (gold sponsor e fornitori).

I protagonisti della staffetta mista

Quattro autentici big delle specialità veloci saranno protagonisti dell’esibizione di staffetta mista, disciplina candidata a far parte del programma olimpico di Parigi 2024.

Barbara Barthet

Macon, 6 agosto 1994

Titoli mondiali:2 (progressivo)

Titoli europei: 8 (4 progressivo e 4 combinato)

Note: detentrice del record mondiale di tiro progressivo (46/47)

Serena Traversa

Torino, 7 ottobre 1998

Titoli europei: 1 (combinato, 2017)

Titoli italiani: 10 Under 18 e Senior (individuale, combinato, progressivo, tiro tecnico)

Note: detentrice record italiano progressivo (40/44)

Simone Mana – Cuneo, 17 marzo 1995

Titoli mondiali: 2 (juniores, anni 2012 e 2013)

Titoli italiani: 9 (8 Under 18, 1 Under 23)

Titoli francesi: 1 (staffetta, anno 2018)

Note: detentore record mondiale jr tiro tecnico (38)

Sébastien Leiva Marcon

Grenoble, 24 agosto 1995

Titoli mondiali: 2 Under 18 (combinato e progressivo)

Note: pluricampione nazionale francese

I palmares degli azzurri

Molto giovane la pattuglia azzurra per questa edizione della massima rassegna continentale. Si tratta comunque di atleti che vantano già molti trionfi in campo internazionale.

Emanuele Bruzzone (Varazze, 25 ottobre 1974): 2 Mondiali, 2 Europei, 4 Coppa Europa, 4 titoli italiani (1), 4 scudetti. Vlub: Brb Ivrea.

Emanuele Ferrero (Savigliano, 14 ottobre 1988): 4 Mondiali (4), 1 Europeo, 4 Coppa Europa, 7 scudetti, 5 record mondiali (3). Club: Brb Ivrea

Daniele Grosso (Moncalieri, 13 febbraio 1988): 5 Mondiali (5), 5 Coppa Europa, 8 scudetti, 15 titoli italiani (7), 7 record mondiali giovanili. Club: Brb Ivrea

Matteo Mana (Saluzzo, 13 marzo 1998): 5 Mondiali (5), 13 titoli italiani (13). Club: Cro Lione (Francia)

Luca Melignano (Candiolo, 28 marzo 1982): 1 Mondiale (1), 2 Europei, 4 titoli italiani (3), 3 scudetti (2). Club: La Perosina Boulenciel.

Mauro Roggero (Torino, 4 marzo 1990): 1 Mondiale (1), 1 Europeo, 5 Coppa Europa, 4 titoli italiani, 5 scudetti, 6 record mondiali (4). Club: Gaglianico Biella.

(tra parentesi i titoli vinti a livello giovanile). Ferrero e Roggero sono detentori del primato mondiale assoluto di staffetta con 61/61 (Salassa 2014)

Campionato Europeo di Bocce

Campionato Europeo di Bocce

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.