IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bocce, il giovane Stefano Sciutto conquista la Nazionale e approda in Serie C

A soli 16 anni di età ha già alle spalle una carriera ricca di successi

Loano. Da cinque anni tra i migliori otto d’Italia, per due volte consecutive vicecampione italiano, una volta campione regionale e ora anche la convocazione in nazionale. È loanese una delle migliori promesse del gioco delle bocce. Si tratta di Stefano Sciutto, che a 16 anni appena compiuti ha già inanellato una serie importantissima di vittorie a tutti i livelli. Anche per questo motivo, lo scorso giugno l’amministrazione comunale lo ha insignito del titolo di Atleta dell’anno 2018.

Negli anni – spiegano il sindaco Luigi Pignocca e l’assessore allo sport Remo Zaccaria – le tante associazioni sportive della nostra città hanno contribuito a formare e fare emergere moltissimi talenti che si sono fatti onore a livello nazionale ed internazionale, contribuendo anche a portare in alto il nome di Loano. Stefano Sciutto è uno di questi: seppure molto giovane, ha già alle spalle una brillante ‘carriera’ nelle categorie giovanili della sua disciplina. Ci è sembrato doveroso, dunque, conferirgli il premio di Atleta dell’anno per i suoi risultati e soprattutto per il suo impegno, che speriamo possa essere da esempio per tutti i suoi coetanei”.

Stefano Sciutto ha iniziato a giocare a bocce a 8 anni dopo aver assistito ad una partita di suo nonno: “Ho provato e mi è piaciuto, così ho continuato. Prima degli 11 anni di età non si possono fare gare, perciò per tre anni ho continuato ad allenarmi per cercare di migliorare il più possibile”.

Compiuti 11 anni, poi, Stefano ha iniziato la sua carriera di giocatore nella categoria Under 15 per ragazzi dagli 11 ai 14 anni: “In questo periodo mi sono sempre qualificato per i campionati italiani. A 11 anni ho giocato i campionati a San Vendemiano e sono entrato tra i migliori otto d’Italia nella specialità dell’individuale. A 12 anni ho preso parte ai campionati a Cumiana e mi sono classificato tra i migliori otto d’Italia nella specialità del combinato (in cui si effettuano quattro tiri a punto e quattro a bocciare). A 13 anni ho disputato i campionati a Point Saint-Martin e sono diventato vicecampione italiano nella specialità dell’individuale. La finale è stata molto combattuta e purtroppo ho perso per 13 a 7. Nello stesso anno mi sono classificato vicecampione regionale perdendo in finale per 12 a 11”.

A 14 anni Stefano ha partecipato ai campionati a Noventa di Piave diventando vicecampione italiano a coppie con il suo compagno Daniele Curto. Anche in questo caso Stefano ha sfiorato il podio più alto perdendo una finale bellissima per 8 a 7. Sempre a Noventa di Piave il giovane sportivo loanese si è classificato terzo nella specialità del combinato. Nello stesso anno è diventato campione regionale. “Quest’anno ho partecipato ai campionati italiani di squadra a Saluzzo. Ci siamo piazzati al terzo posto conquistando la medaglia di bronzo. Ai campionati italiani della specialità individuale, invece, mi sono piazzato al secondo posto diventando vicecampione italiano. Purtroppo in finale ho perso per 13 a 7 contro il più forte in circolazione”.

Stefano Sciutto ha giocato per due anni a Loano e per quattro ad Arnasco: “Quest’anno ho partecipato ai campionati nazionali di Serie C a Millesimo. Siamo riusciti a conquistare la Serie B ma per motivi diversi la squadra è stata ritirata. Di recente, poi, sono stato convocato in Nazionale. Qui insieme con Mattia Aliprandi abbiamo vinto la staffetta di corsa a due. E’ stata una bellissima esperienza. Il prossimo anno giocherò ad Arnasco e andrò in prestito ad Andora per i campionati nazionali di Serie C”.

Nella foto: Stefano Sciutto con Remo Zaccaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.