IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, al Boma Ristorante Caffè la musica di Roberto Izzo

Si esibirà con il suo violino elettronico accompagnato dalla chitarra di Marco Cravero e dalla splendida voce di Simona Briozzo

Più informazioni su

Varazze. Giovedì 23 agosto, alle ore 20, grande appuntamento con la musica al Boma Ristorante Caffè di Varazze dove ci sarà un gradito ritorno sulla banchina della Marina di Varazze: Roberto Izzo con il suo violino elettronico accompagnato dalla chitarra di Marco Cravero e dalla splendida voce di Simona Briozzo.

Per assistere allo spettacolo di questi tre straordinari artisti si potrà cenare alla carta oppure con un menù degustazione da 30 a 35 euro. Informazioni e prenotazioni allo 019 934530.

Roberto Izzo è nato nel Luglio del 1977. Si è diplomato in violino nel Luglio 1998 presso il Conservatorio “S.Cecilia” di Roma. Violinista estroverso, è attratto dai più svariati generi musicali. Inizia fin da giovanissimo, infatti, ad affiancare ai concerti di musica classica con le migliori orchestre italiane, le esibizioni in diverse trasmissioni televisive (La canzone del Secolo, Buona Domenica, Furore, Sanremo Estate, Il Tornasole, CD Live, Domenica in), le incisioni in quartetto d’archi di colonne sonore di diversi film TV andati in onda su RAIUNO, la collaborazione con la cantante Irlandese Kay Mc Carthy, con la quale ha inciso il disco “Am” e ha partecipato al Festival “Interceltique” di Lorient in Bretagna, le collaborazioni in ambito jazz con Pietro Leveratto, Rita Marcotulli, Stefano “cocco” Cantini, Adriano Arena, Marco Moro, le esibizioni dal vivo, l’ultima tournée in Messico e la registrazione dell’ultimo cd e dvd live dei New Trolls come primo violino solista dell’orchestra di Concerto Grosso.

Il suo progetto “All Strings Trio” (Violino Roberto Izzo, Chitarra Alf W.Lundberg, Contrabbasso Fabrizio Bruzzone), con il quale è stato invitato al Sildajazz festival di Haugesund (Norvegia) nell’estate ’04 ’05 e ’06, ha vinto Il “Premio Jazz Lighthouse 2005” come miglior giovane jazzista emergente e una sua intervista è stata pubblicata sul “Secolo XIX”, e il suo nuovo progetto nato nel 2008 con Cosetta Graffione, danzatrice e coreografa, intitolato “Quando l’istinto unisce le parti”, laboratorio di scrittura musicale corporea.
Dall’incontro a Genova con Stefano Cabrera, Raffaele Rebaudengo e Francesca Rapetti nasce il GnuQuartet e iniziano le collaborazioni importanti in ambito pop-rock. I concerti con L’Aura e la registrazione del suo ultimo cd “Demian”, i concerti e le esibizioni radiofoniche con Simone Cristicchi, il concerto da solisti accompagnati dall’Orchestra Filarmonica di Torino, ancora concerti con Dolcenera, Vittorio De Scalzi, Niccolò Fabi, Gino Paoli, Pier Cortese, Giorgio Conte, Meg dei 99 Posse, Petra Magoni & Ferruccio Spinetti, Giulia Ottonello, Federico Sirianni, Maria Pierantoni Giua, Maurizio Lauzi e tanti altri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.