IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tpl, Melis (M5S): “Auspichiamo proroga della messa a gara, ma da Regione serve maggiore attenzione”

Discussa oggi in consiglio regionale un'interrogazione sul tema

Regione. “La giunta Toti continua a non prendere posizione sul tema del trasporto pubblico locale e, in particolare, di quello savonese, al centro di una nostra interrogazione discussa oggi in consiglio regionale”. Lo afferma Andrea Melis, consigliere regionale MoVimento 5 Stelle Liguria.

“L’assessore ai trasporti Berrino – prosegue Melis – si è limitato a rimandare tutto alle competenze degli enti gestori, ricordando che, se dal governo dovesse arrivare una proroga sul vincolo di effettuare affidamenti entro quest’anno, anche la procedura di messa a gara di Savona potrebbe decisamente rallentare. Un’eventualità su cui faremo le dovute verifiche ma resta il fatto che rispetto a tutti gli altri enti gestori liguri, quello del savonese è l’unico che ha deciso di procedere speditamente con l’affidamento tramite gara, scelta che non condividiamo”.

“Siamo convinti che, pur tra tutte le difficoltà e al netto dei doverosi interventi da fare, la gestione pubblica dei trasporti è e resta al momento l’opzione più efficiente e performante. Ci saremmo aspettati, pertanto, un’attenzione maggiore da parte di Regione sul tema del Tpl e un supporto concreto affinché siano salvaguardati gli interessi di utenti e lavoratori”.

L’assessore ai trasporti Gianni Berrino ha spiegato che la legge regionale richiede il rispetto delle normative e delle tempistiche introdotte dalla normativa europea e dalla legge nazionale e stabilisce, a questo proposito, che la Città metropolitana e le tre Province liguri espletino le procedure per l’affidamento di affidamento “in house” o mediante gara.

L’assessore ha, quindi, definito legittima la scelta di Savona di ricorrere alla gara. Berrino ha ricordato che, qualora si modificasse la normativa nazionale, la Provincia di Savona si è già dichiarata disponibile a interrompere la gara per verificare la possibilità dell’affidamento “in house”. Per quanto riguarda la possibilità di finanziamento degli studi – ha concluso – le Province e la Città metropolitana possono usufruire fino al 2 per cento del fondo trasporti per studiare e progettare le procedure di affidamento e, quindi, sia quelle “in house” che quelle mediante gara.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.