IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Successo per la prima serata di “Viaggio nel Medioevo”: festa a Finalborgo foto

Fino a domenica sera l'evento nel borgo finalese

Più informazioni su

Finale Ligure. E’ iniziata nel migliore dei modi questa 17ª edizione del “Viaggio nel Medioevo”. Finalborgo è tornata ad essere la capitale del Marchesato del Finale. Tutto esaurito nelle locande, nei locali e le zone spettacolo costantemente gremite di folla. La tradizionale manifestazione medievale d’agosto, organizzata dal Centro Storico del Finale è iniziata ufficialmente ieri alle 18.00 e andrà avanti fino a domenica sera.

A dare l’apertura il corteo storico seguito dai numerosi artisti impegnati; protagonista assoluta della serata, la musica: i Sonagli di Tagatam, Lumacorni, Errabundi, Barbecocul, Cornalusa, Al Medroin, Sons da Serra, La Trova Nebita e per concludere i Folkstone. Ma non solo. Immancabili i giullari, gli attori e gli artisti provenienti da tutta Europa che hanno animato il borgo creando un’atmosfera magica e festosa. Centinaia di bambini hanno potuto vestirsi da Cavalieri ed essere assoldati dalla “Compagnia di San Giorgio e il Drago”, che già dalle 19.00 addestrava i piccoli combattenti, mentre i loro genitori hanno potuto curiosare nel mercato iberico o assaggiare le pietanze portoghesi, o provare l’emozione di sentirsi dei nobili signori, coccolati da paggi e donzelle alla Cena Medievale. Oppure semplicemente gustarsi le decine di personaggi medievali che giravano per il borgo in perfetta sintonia con la loro epoca, il 1450! Circa diecimila visitatori e tutto in perfetta sicurezza: imponente l’esercito di artisti impegnati, ma altrettanto imponente quest’anno lo staff sicurezza. Lo sforzo organizzativo di Polizia locale, Carabinieri di Finale Ligure, associazioni di protezione civile, associazione nazionale carabinieri, nonché l’utilizzo massiccio dell’istituto privato “GR.AM Academy Sicurezza”, ha reso davvero la manifestazione un evento dedicato alle famiglie, con grande attenzione alla sicurezza.

Oramai il Viaggio nel Medioevo è diventato una realtà consolidata nell’ambito manifestazioni medievali italiane, negli anni molti sono stati i premi e i riconoscimenti: dalla Medaglia d’Argento del Presidente della Repubblica fino al riconoscimento giunto quest’anno in cui il VNM potrà fregiarsi del logo “2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale #EuropeForCulture”, riconoscimento ottenuto dal Ministero dei Beni Culturali.

Il Centro Storico del Finale festeggia quest’anno i 40 anni di attività, una mostra dedicate alla storia dell’Associazione è stata allestita nell’Auditorium di Santa Caterina, centro nevralgico della manifestazione con un punto info e il presidio di sicurezza. Dal 1978 al 2018, generazioni di giovani e di famiglie che rievocano le tradizioni e fanno “storia dal vivo” divertendosi e costruendo una comunità compatta che ha continuato a rinnovarsi e creare eventi di successo.

L’idea del Viaggio nel medioevo nasce molto distante da Finalborgo. Come spesso accade, per comprendere meglio ciò che è vicino a noi occorre andare lontano… e così succede che nel 2001 il gruppo di Spadaccini “La compagnia del Leone”, nato da pochi anni, per esibirsi durante il tradizionale Palio delle Compagne in spettacolari duelli. All’epoca non erano molti i gruppi di combattimento e inoltre gli spadaccini finalesi erano i primi ad abbinare la scherma storica studiata nel “Flos Duellatorum” a tecniche più “teatrali” utilizzando anche nozioni di arti marziali e tecniche di improvvisazione, questo creava davvero uno stile unico. L’eco dei loro combattimenti, attraverso un gruppo di sbandieratori ospiti al Palio, arrivò fino a Roma dove un abile procuratore decise di portare il gruppo di spadaccini del Centro Storico del Finale a Santa Maria da Feira, in Portogallo per rappresentare i gruppi storici italiani. In genere utilizzava gli sbandieratori, specialità tipica italiana, ma questa volta il destino scelse gli spadaccini finalesi.

La manifestazione “Viagem Medieval” era ed è attualmente forse una delle più grandi manifestazioni storiche europee, con un assessorato dedicato, operai, impiegati e una struttura organizzativa interamente dedicata all’evento multi-epoca della durata di 15 giorni in cui artisti di tutto il mondo si esibiscono nei molti spazi a loro dedicati. I combattimenti dei “ragazzi” finalesi destavano sempre notevole interesse, il procuratore romano (ribattezzato “Spartaco”) faceva da portabandiera, ma non riusciva a tenere gli occhi aperti durante gli scontri confessando di essere terrorizzato dal realismo dei duelli. Scintille dalle spade, calci, cadute, ad ogni esibizione aumentavano gli “addetti ai lavori” e le autorità che applaudivano il gruppo degli “italiani mas violentos” reclamando continui combattimenti.

Il drappello finalese in questo frangente incontrò il proff. Mario Da Costa, Direttore artistico della Companhia de Teatro Viv’arte, non solo rievocatori, ma Attori. E così che l’associazione venne a contatto con un altro modo di fare rievocazione. Non solo ricerca, ma spettacolo: Storia dal Vivo, è il motto di Viv’arte. A molti chilometri da Finalborgo, i nostri spadaccini, che già avevano realizzato qualche serata a tema in alcuni rioni finalesi, pensavano a come sarebbe stato bello tentare un esperimento simile alla realtà portoghese anche nella nostra Finalborgo.

Lavorando con la fantasia guardavamo gli spettacoli nelle piazze portoghesi e immaginavamo nello sfondo la Basilica di San Biagio, il Castel Gavone, lassù in alto, le nostre piazze e le nostre vie… I contatti con Mario continuarono anche dopo la manifestazione e l’anno successivo, il 2002, con enormi sforzi economici, facendo un vero e proprio salto nel buio per una piccola associazione di volontari, Finalborgo fu invasa dagli attori portoghesi. Nasceva il Viaggio Nel Medioevo, quella che voleva essere l’edizione italiana della gemella portoghese, negli anni ha assunto le sue peculiarità che l’hanno resa unica. La compagnia Viv’arte si è occupata di ingaggiare artisti stranieri, il Centro Storico del Finale gli italiani; il Mercato Iberico, i banchi, Finalborgo, la festa…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.