IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rubano birre, bibite e un cellulare a Cairo Medievale e poi mettono il video sui social: presi dai carabinieri

Cinque ragazzi, due appena maggiorenni e tre minorenni, hanno condiviso le loro "bravate": per loro è scattata la denuncia

Più informazioni su

Cairo Montenotte. Positivo il resoconto delle forze dell’ordine per quanto riguarda la festa di Cairo Medievale finita venerdì scorso. Nei sei giorni di festeggiamenti, fanno sapere dalla caserma dei carabinieri, non si sono registrati eventi gravi e la festa è potuta scorrere all’insegna del divertimento. L’unico episodio quello che si è registrato nel corso della nottata tra l’8 ed il 9, dove cinque giovani, due appena maggiorenne e tre minorenni si sono resi responsabili di due furti, uno a danni dello stand della Pro Loco di Cairo, da dove hanno asportato un fusto di birra e delle bevande in lattina ed uno ai danni di un commerciante anch’esso titolare di uno stand al quale è stato asportato un telefono cellulare.

Le indagini avviate dopo le presentazioni delle denunce hanno permesso di individuare il piccolo gruppetto di teppisti che hanno reso facile l’operato dei carabinieri, pubblicando su un social network il video delle loro bravate. Per tutti è scattata la denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica di Savona ed alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Genova per il reato di furto aggravato in concorso. La merce rubata è stata subito recuperata e restituita ai legittimi proprietari.

“Al di là questo spiacevole episodio – spiegano dalla caserma cairese – nel corso dei festeggiamenti non si sono registrati ulteriore eventi di particolare gravità. Non che siano mancati gli interventi delle numerose pattuglie di carabinieri messe in campo per garantire la sicurezza dei cittadini e ospiti della festa, sia in uniforme che in abiti civile, e nel corso dei sei giorni sono state diverse le violazioni all’ordinanza comunale che disciplina la vendita di bevande alcooliche in contenitori di vetro ed alla normativa sull’uso di sostanze stupefacenti”.

In totale sono state contestate 10 violazioni amministrative all’ordinanza comunale 22/2017 che vieta la mescita di bevande alcooliche in contenitori di vetro con il sequestro di 17 bottiglie di bevande alcooliche e 4 le contestazioni per il possesso ad uso personale di sostanze stupefacenti con il sequestro di in complesso di circa 7 grammi di hashish e circa 2 grammi di marijuana. Inoltre, è stata contestata una violazione per ubriachezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.